Moto2 | Novità su concessioni e regolamenti per 2021 e 2022

Mv Agusta e NTS avranno benefici già in questa stagione

Moto2 | Novità su concessioni e regolamenti per 2021 e 2022Moto2 | Novità su concessioni e regolamenti per 2021 e 2022

La Grand Prix Commission, composta dai Sig.ri Carmelo Ezpeleta (Presidente Dorna), Paul Duparc (FIM) e Hervé Poncharal (IRTA), in una riunione elettronica tenutasi il 10 maggio 2021, ha preso le seguenti decisioni:

Regolamento tecnico Classe Moto2

CONCESSIONI PER LA STAGIONE 2021 – EFFICACIA IMMEDIATA

Al primo evento della stagione 2020, NTS e MV Agusta hanno partecipato con la loro specifica 2019. Pertanto, quando la specifica della moto è stata congelata per il 2020 e il 2021, sono stati costretti ad utilizzare le loro moto del 2019, anche se avevano iniziato a produrre le parti del 2020.

Questo ha avuto un evidente impatto sulla loro capacità di essere competitivi con gli altri produttori di telai. La Commissione ha accettato di affrontare la questione concedendo ai due produttori quanto segue.

• NTS potrà utilizzare il parafango anteriore e il design della carenatura principale 2020.

• MV Agusta potrà utilizzare il parafango anteriore, la carenatura principale, la sella e il forcellone con design 2020.

La Commissione ha anche approvato una decisione sostenuta da tutti i costruttori della Moto2 di fare un’eccezione al protocollo concordato per il resto del 2021, per consentire a tutti i produttori di avere due giorni di test privati ​​solo con collaudatori (piloti senza contratto).

REGOLAMENTO Moto2 – IN VIGORE STAGIONE 2022

La Commissione ha confermato i seguenti regolamenti intesi a ridurre al minimo i costi.

• Per il 2022, le seguenti parti saranno classificate come parti di prestazioni e quindi sarà necessario omologarle:

✓ Telaio ✓ Forcellone ✓ Carenatura principale ✓ Parafango anteriore

• Tutte le specifiche attuali dichiarate nel 2021 continueranno ad essere approvate nel 2022 (e per le prossime stagioni).

• Ogni produttore potrà effettuare un aggiornamento nel 2022 di ciascuno degli elementi sopra elencati (che possono essere fatti in momenti diversi).

• L’unica modifica consentita alle parti è la rimozione del materiale, sotto seguenti condizioni:

– Carenatura principale e parafango anteriore

Il materiale può essere rimosso mediante molatura, perforazione e taglio a condizione che non influenzi o modifichi qualsiasi profilo del progetto approvato. L’unico scopo della rimozione del materiale è fornire spazio aggiuntivo e / o raffreddamento, ove necessario, e tutto il possibile deve essere fatto lo sforzo per avere questi come unici effetti, a sola discrezione del Direttore Tecnico .

– Telaio e forcellone

L’asportazione del materiale può essere richiesta solo dal costruttore del telaio con la condizione che non influenzi o modifichi alcun profilo del progetto approvato. Il solo scopo della rimozione del materiale deve essere quello di fornire spazio aggiuntivo e / o raffreddamento dove necessario, e deve essere fatto tutto il possibile per avere questi come unici effetti. Prima di rimuovere qualsiasi materiale, il telaio o il forcellone devono essere sottoposti al Direttore tecnico per la conferma che sia conforme al design originale omologato sia nella forma che nel peso. Una volta confermata, la parte verrà registrata e verrà applicato un sigillo ufficiale permettendo la rimozione del materiale. Una volta rimosso il materiale, il nuovo peso della parte deve essere registrato.

Concessione per produttori di telai

Qualsiasi produttore di telai che non ha ottenuto un podio nelle due stagioni precedenti riceverà una concessione.

• Una sola volta durante la stagione sarà consentito aggiornare il parafango anteriore e la carenatura o il telaio e il forcellone.

Test dei costruttori di telai Moto2

La Commissione ha anche approvato una decisione sostenuta da tutti i costruttori di telai Moto2, che hanno deciso che il loro precedente accordo, che vietava ai produttori di telai Moto2 di avere test con piloti non a contratto, si concluderanno in questa stagione. Ciò significa che potranno testare liberamente con piloti senza contratto. Con i piloti a contratto, i produttori sono limitati dalle restrizioni dei test.

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati