Superbike: Momento difficile per il Kawasaki Racing Team

Sul bagnato di Magny-Cours Tom Sykes si limita ad una gara di contenimento. Per Loris Baz quello davanti al pubblico di casa è stato un weekend in salita.

Superbike: Momento difficile per il Kawasaki Racing TeamSuperbike: Momento difficile per il Kawasaki Racing Team

Tom Sykes sapeva che in condizioni di bagnato a Magny Cours sarebbe stato difficile replicare il dominio avuto in qualifica: con i due quarti posti di ieri si può dire che abbia limitato i danni, anche se alla fine Sylvain Guintoli ha ridotto il suo svantaggio ad appena 12 lunghezze, con un solo round da disputare.

Forse il Campione del Mondo in carica avrebbe potuto osare di più, anche se la Ninja Zx-10 R non sembra al momento poter competere con la RSV4, per cui non è mai stato nelle condizioni di tenere il ritmo dei suoi avversari.

E’ sopratutto Loris Baz ad aver vissuto un weekend difficile in cui non ha mai trovato il feeling sull’asciutto con la pista di casa,lamentando che la moto gli scivolava di continuo.
Paradossalmente sul bagnato sembrava che le cose funzionassero meglio, tanto in Gara 1 avrebbe anche potuto, con un po’ di fortuna, finire sul podio.
Il settimo posto in Gara 2 è stato quindi deludente, dato che si aspettava un set-up migliore vista l’asperienza nella prima manche.
Dopo Magny Cours, Baz si trova saldamente al quinto posto della classifica generale: in ogni caso a fine stagione lascerà la KRT per approdare in MotoGP nel team NGM Forward Racing.

Nonostante non abbia preso il via delle gare oggi, sempre a causa dei dolori post operatori alla mano destra, che lo sta tormentando ormai da parecchi mesi, David Salom comanda sempre la classifica EVO con 30 punti di vantaggio su Niccolò Canepa.

Le gare finali della stagione si svolgeranno a Losail in Qatar, domenica 2 novembre.

“In Gara 1 ero al limite. Volevo andare più veloce, ma purtroppo abbiamo avuto dei grossi limiti in condizioni di bagnato e non potevamo semplicemente spingere abbastanza da arrivare dove ci aspettavamo di essere alla vigilia” – ha dichiarato Tom Sykes – “In Gara 2 abbiamo veramente limitato i danni. E’stato un vero peccato, perché sappiamo che posso andare molto, molto più veloce. Date le condizioni, questi risultati sono migliori di quanto mi aspettassi, per cui va bene. Volevo combattere con Sylvain e vincere la gara, ma prima ho dovuto pensare a finire la gara. Avrebbe potuto andare molto peggio, ma anche meglio. Siamo ancora nella migliore posizione per il campionato e con questo spirito andremo in Qatar”.

“In Gara 1 a un certo punto ho sentito che ero in grado di vincere la gara ed è stato facile guidare la moto, ma da un giro all’altro abbiamo perso molto grip” – ha detto Loris Baz – “E’stato come la moto fosse cambiata in un solo giro. Forse il pneumatico ero troppo caldo: nelle curve a destra perdevo continuamente il posteriore. Abbiamo cambiato quasi nulla perGara 2 solo una piccola cosa al posteriore, ma non ho potuto lottare e ho aspettato solo la fine della gara. Già all’uscita dalla pitlane ho capito che qualcosa non andava, perchè il suono della moto era strano. Non capiamo perché non riusciamo ad andare forte sul bagnato. Spero che avremo un po’ più di fortuna in Qatar, per finire bene la stagione”.

“Penso che avrei potuto guidare con gli antidolorifici, ma date le condizioni della pista sarebbe stato troppo pericoloso” – ha dichiarato David Salom – “Per me sotto la pioggia è sempre molto difficile guidare già quando sono in buone condizioni, per cui con questa lesione era un rischio che non abbiamo bisogno di prenderci, soprattutto con la posizione cha abbiamo in campionato. Andrò dal medico che ha fatto l’operazione per verificare cosa è successo. Ora abbiamo quasi un mese da qui al Qatar e voglio essere pronto a correre lì. “

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Statistiche post Losail

worldsbk.com da i numeri dell'ultimo round della stagione, che ha deciso il Mondiale.
Condividi su WhatsAppArchiviato anche il 12esimo round del Campionato Mondiale Superbike, e con lui l’intera stagione 2014, è tempo di