MotoGP | Max Biaggi: “Io e Rossi? Guardando indietro siamo stati due polli”

Biaggi ha aggiunto: "Fino all'età di 18 anni ho pensato solo calcio, poi ebbi un colpo di fulmine"

MotoGP | Max Biaggi: “Io e Rossi? Guardando indietro siamo stati due polli”MotoGP | Max Biaggi: “Io e Rossi? Guardando indietro siamo stati due polli”

Festival dello Sport di Trento – Max Biaggi, presente insieme a Giacomo Agostini sul palco del Festival dello Sport di Trento, ha ricordato la vecchia rivalità con Valentino Rossi (nella foto i due sul podio di Sepang, ndr).

Biaggi ha ricordato come fino all’età di 18 anni pensasse solo al calcio, poi vedendo un amico in azione con la moto ebbe come un colpo di fulmine. Papà Pietro non gli comprò la moto a 16 anni, ma a 18 anni gli disse di andare dal concessionario dove avrebbe trovato una sorpresa.

Biaggi è tornato anche sul sorpasso di Suzuka, dopo il pilota romano era all’interno e il pesarese all’esterno. Rossi in quell’attacco venne portato fuori pista da Biaggi, che allargò il gomito, ma poche curve dopo Rossi ebbe la meglio, facendo anche il dito “medio” al pilota della Yamaha. Rossi correva invece con la Honda NSR 500cc.

Dichiarazioni Max Biaggi su rivalità con Valentino Rossi Festival dello Sport di Trento

“Fino all’età di 18 anni ho pensato solo calcio, poi un giorno ho visto un amico girare in moto ed è stato un colpo di fulmine. Papà non mi comprò mai la moto anche se a 16 anni si poteva iniziare a guidarla. Il giorno del 18esimo compleanno si presentò con delle chiavi e mi disse: ‘Vai al concessionario e troverai il tuo regalo’. Per quanto riguarda la gara di Suzuka io ero all’interno e lui all’esterno. Ma ripensandoci oggi posso dire che siamo stati due polli. Non ci parlavamo e usavamo la stampa per risponderci e i giornalisti non vedevano l’ora visto che essendo entrambi italiani si sarebbe creata una rivalità tra le due tifoserie.”

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati