MotoGP | GP Portimao Day 1: Petrucci, “Occorre più stabilità in frenata”

Petrucci ha aggiunto: "Ero molto soddisfatto fino a che non abbiamo messo la gomma soft"

MotoGP | GP Portimao Day 1: Petrucci, “Occorre più stabilità in frenata”MotoGP | GP Portimao Day 1: Petrucci, “Occorre più stabilità in frenata”

MotoGP 2021 GP Portogallo KTM Tech3 Factory Racing – Danilo Petrucci ha chiuso la prima giornata di prove libere all’autodromo de Algarve (dove domenica è in programma il Gran Premio del Portogallo, terza tappa della MotoGP 2021,ndr) in diciottesima posizione.

Il pilota ternano della KTM aveva chiuso le FP1 in decima posizione, mentre nel pomeriggio come detto ha chiuso 18esimo a 1.321s dalla vetta.

“Petrux” non è comunque preoccupato, sul passo gara la sua performance è molto buona, mentre sul giro secco deve migliorare il setup della sua RC16.

Quella che manca è la stabilità in frenata e l’aver perso la prima sessione a causa dell’asfalto “chiazzato” vista la pioggia caduta in precedenza, non ha permesso a terminare il programma di lavoro. A lui la parola.

Dichiarazioni Danilo Petrucci GP Portogallo Portimao Day 1

“Ero molto soddisfatto fino a che non abbiamo messo la gomma soft per fare il time-attack. Ero in pista con la hard al posteriore e devo dire che è una buona gomma. Devo sicuramente migliorare il setup, la moto non è ancora come mi piace, non guardo gli altri, prima voglio mettere a posto la moto e poi guarderò dove perdo rispetto agli altri. Sono contento del passo gara ma non del giro singolo, nel time-attack faccio fatica a fermare la moto, la sento molto bassa all’anteriore. La Top Ten non è comunque un obiettivo impossibile se riusciremo a risolveremo i nostri problemi. Stiamo ancora cercando un setup di base che funzioni. Oggi non abbiamo potuto completare il programma viste le condizioni delle FP1. Mi occorre più stabilità in frenata, stresso molto l’anteriore. Le FP3 sono un terno al lotto, cercherò di guidare al meglio.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati