125cc – Test Jerez – Esteve Rabat racconta la caduta con successivo infortunio

125cc – Test Jerez – Esteve Rabat racconta la caduta con successivo infortunio125cc – Test Jerez – Esteve Rabat racconta la caduta con successivo infortunio

Infortunarsi in questo periodo non è propriamente il massimo: ci sono gli ultimi test pre-campionato per una stagione che inizierà prima del previsto, il 9 marzo a Losail. Lo sa bene Daniel Pedrosa, lo sa benissimo anche Esteve Rabat, caduto nella conclusiva giornata di prove della 250-125 a Jerez de la Frontera fratturandosi la clavicola sinistra. Il portacolori del team Repsol di Alberto Puig, passato quest’anno da Honda a KTM, non si spiega le ragioni della caduta, e non può far altro che recuperare in fretta per conoscere al meglio la FRR di Matthigofen.

“Non so cosa sia successo: ero alla curva 5 e l’unica cosa che posso dire è che sono volato a terra”, afferma Tito Rabat. “La caduta è stata brutta e mi son fratturato la clavicola. Non ci voleva in questo periodo, ma spero di recuperare per i prossimi test IRTA. Per quanto riguarda le prove in sè, stavamo migliorando nell’ultima giornata di prove, lavorando sulle specifiche del telaio e motore. Abbiamo fatto diverse comparazioni trovando un buon bilanciamento: quando stavo cercando di spingere per verificare la competitività del pacchetto son caduto, pertanto non posso fare delle valutazioni dettagliate”.

“Tito” era riuscito a portarsi sino al riferimento di 1’48″6 nella conclusiva giornata di prove, non a livello dei migliori, ma abbastanza per poter progredire nei successivi test all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia, dove ovviamente non sarà presente causa infortunio.

Alessio Piana

Leggi altri articoli in 125cc

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati