125cc – Test Jerez – Smith sotto il record della pista, bene Corsi

125cc – Test Jerez – Smith sotto il record della pista, bene Corsi125cc – Test Jerez – Smith sotto il record della pista, bene Corsi

Sono solo test, ma questo ragazzino va davvero forte. Seconda presa di contatto per Bradley Smith con l’Aprilia RSA ex-Pasini del Polaris World, ed è già record della pista a Jerez de la Frontera, cancellando il precedente riferimento proprio del pilota riminese oggi in 250cc. L’inglesino, vero e proprio “prodotto” Dorna e portato nel Motomondiale da Alberto Puig, sembra essersi adattato alla perfezione con la monocilindrica di Noale: il tempo di prendere le misure il primo giorno di prove, davanti a tutti l’indomani, il record in chiusura prima di smontare i box e viaggiare verso Valencia, meta dei prossimi test. Da tenere d’occhio il lentiginoso inglese, capace di staccare il Campione del Mondo in carica Gabor Talmacsi di ben 3 decimi: il motociclismo della terra d’Albione sembra aver trovato il proprio rappresentante per puntare, in un futuro non troppo lontano, a qualcosa di buono nel Motomondiale, aspettando l’esordio di James Toseland in MotoGP.

Bradley Smith vola, Talmacsi lo segue, Simone Corsi recupera dopo la brutta botta a 190 orari nella prima giornata di prove piazzandosi terzo, in sella alla Aprilia RSA del team WRB Fontana. Il pilota capitolino ha lavorato sulla messa a punto del pacchetto a disposizione, precedendo cinque differenti RSA. Alle sue spalle troviamo infatti Mike Di Meglio, così come Smith passato da Honda ad una moto del Gruppo Piaggio (RSA marchiata Derbi dell’Ajo Motorsport, struttura scandinava che ha portato al vertice Koyama e Ranseder), subito al top davanti a Sergio Gadea, l’unico dello schieramento 125 a poter vantare un anno di esperienza con la nuova nata di Noale. Sesto è il sempre più convincente Sandro Cortese, con a seguire Pol Espargaro, in recupero dopo la brutta caduta nella seconda giornata di prove andaluse. Il pupillo di Amatriain, ufficiale Derbi, precede il proprio team-mate Olive e Nicolas Terol, rigenerato con la RS standard del WRB Fontana dopo due stagioni da dimenticare.

In una classifica che prospetta per il secondo anno consecutivo il “Challenge Piaggio” non hanno fatto bella mostra di sè le KTM del team Repsol, le uniche presenti in Andalusia (gli esemplari dei team Seedorf e Racing World, destinate a top rider come Koyama, Zanetti e De Rosa, sono “work in progress”). Il giovanissimo Marc Marquez, per molti ribattezzato come il “nuovo Pedrosa” (o Lorenzo, se preferite), è indietro e preceduto da nostri portacolori come Lombardi e Lacalendola. Peggio è andata a Esteve Rabat: caduto si è fratturato la clavicola sinistra, test pre-campionato compromessi. A Valencia non ci sarà, Koyama e compagnia probabilmente sì, per avere un confronto più avvincente tra KTM e Piaggio.

125cc Test Jerez 24/26 febbraio – I tempi dell’ultima giornata di prove

01- Bradley Smith – Aprilia RSA – 1’46.869
02- Gabor Talmacsi – Aprilia RSA – 1’47.113
03- Simone Corsi – Aprilia RSA – 1’47.487
04- Mike Di Meglio – Derbi RSA – 1’47.572
05- Sergio Gadea – Aprilia RSA – 1’47.655
06- Sandro Cortese – Aprilia RSA – 1’48.012
07- Pol Espargaró – Derbi RSA – 1’48.053
08- Joan Olive – Derbi RSA – 1’48.334
09- Nicolas Terol – Aprilia – 1’48.412
10- Stefan Bradl – Aprilia – 1’48.501
11- Dominique Aegerter – Derbi – 1’48.513
12- Esteve Rabat – KTM – 1’48.602
13- Scott Redding – Aprilia – 1’48.770
14- Alex Pons – Aprilia – 1’48.972
15- Efrén Vázquez – Aprilia – 1’49.061
16- Iván Maestro – Aprilia – 1’49.076
17- Robert Muresan – Aprilia – 1’49.312
18- Pere Tutusaus – Aprilia – 1’49.837
19- Roberto Lacalendola – Aprilia – 1’49.993
20- Dino Lombardi – Aprilia – 1’50.009
21- Marc Márquez – KTM – 1’50.043
22- Lorenzo Savadori – Aprilia – 1’50.251
23- Julián Miralles – Aprilia – 1’50.573
24- Cristian Trabalon – Aprilia – 1’50.785
25- Robin Lasser – Aprilia – 1’50.985
26- Marco Ravaioli – Aprilia – 1’51.121
27- Luca Vitali – Aprilia – 1’51.957

Alessio Piana

Leggi altri articoli in 125cc

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati