Superbike: Tom Sykes ancora saldamente in testa dopo Laguna

Il Campione in carica è euforico per la vittoria in Gara 2 mentre per Loris Baz è stato un weekend molto difficile. Bene David Salom che si conferma prima EVO.

Superbike: Tom Sykes ancora saldamente in testa dopo LagunaSuperbike: Tom Sykes ancora saldamente in testa dopo Laguna

E’ stata una giornata di gare molto strana e movimentata quella vissuta dai protagonisti del Mondiale al Madza Raceway di Laguna Seca domenica scorsa, soprattutto in Gara 2, interrotta per ben due volte a per altrettanti brutti incidenti.

Tom Sykes ha iniziato la giornata con il primo tempo nel warm up, dopo la grande Superpole del giorno prima, salvo poi commettere un errore al cavatappi appena al primo giro della prima corsa, dopo una buona partenza oltretutto, spianando la strada a Melandri e Guintoli per la doppietta Aprilia.
Il Campione in carica non è però sembrato in grado di tenere il passo delle due RSV4, specialmente nella seconda parte di gara, e in alcuni tratti sembra che non ci abbia nemmeno provato più di tanto, forse frenato dall’errore in avvio: arriva comunque terzo conquistando il 12° podio dell’anno e punti preziosi per il campionato.

Letteralmente euforico invece per la vittoria in Gara 2, davanti a Sylvain Guintoli e Jonathan Rea: Sykes è stato bravo a mantenere alta la contrazione, nonostante le due interruzioni e altrettante ri-partenze, e a non prendere rischio inutili durante i sette giri percorsi nella seconda manche.
Un successo che consolida il primato in classifica, dove ha ben 44 punti di vantaggio su Guintoli.

Weekend decisamente amaro per il compagno di team Loris Baz, che a un venerdì di libere e a un sabato di qualifiche difficili, ci ha aggiunto anche il giorno di gara: nella prima corsa, il giovane francese non di trovava con i set-up della moto e non è riuscito ad impostare il suo solito ritmo, finendo nono al traguardo.
In Gara 2 la situazione non è cambiata più di tanto, nonostante sia stato bravo a tenere alta l’attenzione: per lui un sesto posto figlio anche delle molte cadute viste in pista.
In ottica campionato, Loris Baz è ora quarto a soli otto punti dal terzo posto.

Giornata positiva infine per David Salom che, dopo non essere riuscito ad entrare in SP2 il sabato, si riscatta alla grande in gara, conquistando in entrambe le manche due primi posti EVO: il maiorchino conduce sempre la classifica di categoria con 37 punti di vantaggio su Niccolò Canepa.

Nel campionato costruttori Kawasaki è prima con 24 punti su Aprilia.

Ora le squadre e i piloti sono attesi a una lunga pausa estiva, interrotta solo da una sessione di test ufficiali a Portimao tra il 21 e il 22 luglio: per il campionato, l’appuntamento è a Jerez de la Frontera, in Spagna, il 5-6-7 settembre.

“Sapevo che questo circuito sarebbe stato difficile per noi dopo lo scorso anno, ed infatti è stato così in gara 1, avrei fatto la firma sabato sera per una giornata di gare così. Credevo infatti che il mio vantaggio si sarebbe ridotto dopo questo round” – ha detto Tom Sykes – “In gara 2, con tutte le bandiere rosse e i pochi giri, ho capito che la vittoria era alla mia portata. Ero molto motivato dopo gara uno e la moto funzionava alla perfezione. Abbiamo fatto delle piccole modifiche alla moto prima di tutte e due le ripartenze ed i miglioramenti sono stati evidenti. Sono davvero contento di aver mantenuto e leggermente incrementato la mia leadership, nonché della vittoria. Posso andare in vacanza molto rilassato e motivato.”

“Siamo stati competitivi in tutti I round fino ad ora, ma in questo non è andata allo stesso modo. Abbiamo conquistato qualche punto e non siamo lontani dai piloti che ci precedono. Non sono sicuro di cosa sia andato storto in gara 1 ma, dal secondo giro in avanti, non riuscivo ad inserirmi in curva né uscire come avrei voluto” . ha dichiarato Loris Baz – “Non capisco il motivo, perché abbiamo fatto tanti cambiamenti alla moto. Ho provato a cambiare il mio stile di guida, ma i risultati sono stati simili e tutto ciò è molto strano. In gara 2 abbiamo trovato delle soluzioni che ci hanno fatto migliorare, ma non abbastanza. E’ stato un weekend strano, ma almeno in gara 2 siamo riusciti a recuperare qualche posizione.”

“Sono riuscito a chiudere come miglior classificato EVO in entrambe le gare, ma ad ogni gara la competizione sempre più agguerrita, quindi non è stato facile. In qualifica non sono riuscito a fare un buon giro secco ed in gara non sono partito bene, ma ho spinto al massimo per tutta la durata della corsa” – ha detto David Salom – “Dovevo mantenere la concentrazione e questi due piazzamenti sono una bella ricompensa per noi. Gara 2 è stata breve ma il risultato è arrivato e quindi ora la nostra leadership è ancora maggiore nella classe EVO.”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati