Superbike | Round Misano, Gara1: Rinaldi regala la vittoria alla Ducati

Sulla pista di casa per lui e la Ducati, il giovane pilota ottiene un clamoroso successo su Razgatlioglu e Rea

Superbike | Round Misano, Gara1: Rinaldi regala la vittoria alla DucatiSuperbike | Round Misano, Gara1: Rinaldi regala la vittoria alla Ducati

Nella prima gara del Pirelli Made in Italy Emilia-Romagna Round, che si sta disputando al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, non sono di certo mancate le emozioni: il successo va a Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che vince la sua prima gara con la Ducati ufficiale, portando a due i successi personali della sua carriera nella classe regina delle derivate di serie.

Il giovane pilota riminese parte benissimo e supera sia Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) che il suo compagno di box Scott Redding, per poi attaccare alla curva 1 il Campione del Mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK).
Rinaldi poi sorpassa Rea e va in testa senza però riuscire ad allungare: nel corso dei primi dieci giri cerca di resiste alla pressione del sei volte campione del mondo, ma il distacco tra i due raggiunge al massimo il mezzo secondo.
A questo punto succede l’imprevisto: Rea perde improvvisamente aderenza al pneumatico ed è costretto a un numero spettacolare per riuscire a non cadere e a rimettere la sua Kawasaki in pista.
Questo imprevisto ovviamente gli fa perdere ogni chance di vittoria, finendo la sua gara al terzo posto dietro Razgatlioglu.
Per Rinaldi non c’è più nessun rivale concreto per la vittoria, dato che il pilota Yamaha non riesce mai ad avvicinarsi seriamente per impensierirlo: l’Italia non vinceva a Misano dal 2017, quando trionfò Marco Melandri.
Rinaldi conquista la sua prima vittoria con la Ducati ufficiale mentre, quello di oggi, Rea tocca quota 150 podi personali insieme a Kawasaki.

Redding chiude al quarto posto un gara non brillantissima, davanti ad Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) quinto con la sua Kawasaki ZX-10RR e al portacolori del Team HRC Alvaro Bautista.
Continua il percorso di crescita di Axel Bassani (Motocorsa Racing): per lui oggi un ottimo settimo posto davanti a Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team), Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) e Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team).

Dopo una buonissima sessione di Tissot Superpole, Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) porta a casa un 11° posto mentre Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) – partito dalla pitlane come sanzione per aver causato la caduta di Rinaldi all’Estoril – chiude 12°. Kohta Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team) e Leon Haslam (Team HRC) sono rispettivamente 13° e 14° mentre l’ultimo a entrare in zona punti è Tito Rabat (Barni Racing Team).

Jonas Folger (Bonovo MGM Action) sfiora l’ingresso in zona punti e precede Isaac Viñales(Orelac Racing VerdNatura). A seguire troviamo il francese Christophe Ponsson (Alstare Yamaha) e i due piloti del TPR Team Pedercini Racing, ovvero Samuele Cavalieri e Loris Cresson. Chaz Davies (Team GoEleven) cade alla curva 4 mentre si trova in top ten e vede così terminare anzitempo la propria gara.

Ultima nota: è di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) il giro più veloce, un 1’34.476 che diventa il nuovo record della pista.

Di seguito i primi dici classificati in Gara 1 del WorldSBK:
1.Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati)
2.Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) +3.657
3.Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +5.104
4.Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) +10.247
5.Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +13.474
6.Alvaro Bautista (Team HRC) +14.766
7.Axel Bassani (Motocorsa Racing)
8.Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team)
9.Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK)
10.Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team)

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati