Superbike | Round Barcellona, Gara1: tripletta storica per Ducati

Non si spegne l’entusiasmo per il primo podio tutto Ducati della storia del WSBK

Superbike | Round Barcellona, Gara1: tripletta storica per DucatiSuperbike | Round Barcellona, Gara1: tripletta storica per Ducati

È stata una giornata indimenticabile per Ducati che al Circuit de Barcelona-Catalunya ha monopolizzato il podio di Gara 1 del Round Hyundai N di Catalogna.

A vincere è stato Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) mentre il suo compagno di squadra Michael Ruben Rinaldi è arrivato terzo. Primo podio in carriera nel Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike per il pilota Indipendente Axel Bassani (Motocorsa Racing), secondo alla bandiera a scacchi.
Redding è partito dalla quinta casella per poi scivolare indietro nelle fasi iniziali della gara fino all’11^ posizione nel corso del secondo giro. Il pilota inglese però ha iniziato a recuperare e nelle fasi finali si è trovato in lotta per il podio prima di prendersi ‘tanti rischi’ per andare a vincere a Barcellona e riducendo così il distacco che lo separa dalla testa della classifica. Ora deve recuperare 53 punti al leader Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK).
Sulla sua gara dalle tante emozioni Redding ha detto: “È stata una di quelle gare che non mi aspettavo di vincere. Pensavo che oggi sarei arrivato un po’ contrariato dato che non avevo fatto passi avanti. Poi tutto ha iniziato a cambiare e andando avanti mi è venuta sempre più ‘fame’. A inizio gara alla fine del primo giro sono scivolato indietro a causa del grande slittamento. All’inizio non avevo grip, a un certo punto mi sono detto ‘devi fare qualcosa. Se cadi, cadi, ma tant’è’. Come obiettivo avevo Michael, in un paio di giri a essere onesto mi sono preso tanti rischi. Scivolavo ovunque”.
Rinaldi nel venerdì di Barcellona ha messo in mostra un bel passo ma ha ammesso di essersi sentito ‘un po’ agitato’ quando la pioggia ha iniziato a cadere prima di Gara 1. Per tutta la gara il riminese è stato tra i primi sei e sembrava poter lottare anche per il successo ma alla fine per lui è arrivato un terzo posto alle spalle del compagno di box Redding e di Bassani.
Sulla sua gara Rinaldi ha detto: “Quando prima della gara ha iniziato a piovere ero un po’ agitato. Sapevo di avere un ottimo passo sull’asciutto e che forse potevo lottare per la vittoria. Ero agitato, poi ho cambiato mentalità e mi sono detto ‘ok, andiamo. Pazienza se cado, spingo più possibile’. All’inizio non è stato così facile trovare il ritmo. Quando ho iniziato a spingere non avevo una gran confidenza con l’anteriore e avevo un sacco di spin. Ho trovato di nuovo il mio passo e ripreso il primo gruppo. Negli ultimi giri volevo attaccare Axel per arrivare secondo dato che Scott negli ultimi giri era più veloce”.
Giornata di gloria anche per Bassani che sulla sua Ducati Panigale V4 R Indipendente ha conquistato il suo primo podio nel WorldSBK. In merito a questo eccezionale risultato ha detto: “Non ho tante parole ma sono contento! All’ultimo giro ho iniziato a piangere. È stato un giro fantastico. Michael era dietro di me e ha iniziato a chiudere il gap. È stato un giro emozionante. Dopo il traguardo ho iniziato a godermi il risultato!”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati