MotoGP Rio Hondo: Andrea Iannone “E’ stata una bellissima gara, sono soddisfatto”

Sesto posto finale per l'abruzzese del Team Pramac Ducati

MotoGP Rio Hondo: Andrea Iannone “E’ stata una bellissima gara, sono soddisfatto”MotoGP Rio Hondo: Andrea Iannone “E’ stata una bellissima gara, sono soddisfatto”

Andrea Iannone è stato autore di una bellissima gara a Termas de Rio Hondo, teatro della terza gara del motomondiale 2014. Il centauro del Team Ducati Pramac ha lottato a lungo per le primissime posizioni, prima che un calo dei suoi pneumatici lo relegasse in sesta posizione, che resta comunque il suo miglior risultato di sempre nella Top Class. La sua è anche la prima Ducati in gara e questo lo rende ancora più felice. Ecco cosa ci ha raccontato al termine del Gran Premio.

Andrea, raccontaci questa gara che ti ha visto protagonista.

“E’ stata una bellissima gara, sono partito forte, ero secondo e nonostante un largo sono poi riuscito a tornare tra i protagonisti.”

I pneumatici hanno condizionato la parte finale della tua gara?

“Purtroppo qui non avevamo a disposizione la extra-dura delle Factory e ad un certo punto della gara abbiamo iniziato a faticare molto. Il traction control lavorava molto e questo non mi ha permesso di tenere il ritmo dei giri precedenti.”

Il sesto posto finale è comunque il tuo miglior risultato di sempre nella Top Class.

“Sono stato forte fino a che ho potuto tenere “botta”. Ho fatto dei bei duelli e sono soddisfatto della mia corsa. Voglio ringraziare la Ducati, tutto il Team e tutte le persone che mi sono accanto, perchè tutti stanno dando il massimo.”

Con questa moto e queste gomme pensi di poter migliorare questo sesto posto nelle gare a venire?

“Non so se sia possibile, sicuramente darò sempre il massimo e quest’anno mi diverto a guidare la moto.”

Pensi che i test che potrete disputare rispetto a Honda e Yamaha possano aiutarvi?

“Speriamo di migliorare ancora, ma non credo che avremo grandi novità. Si potrà però lavorare sulla moto e questo ci aiuterà.”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

14 commenti
  1. Avatar

    Ronnie

    27 Aprile 2014 at 22:26

    se va be’ senza la medium al posteriore forse nelle prime fasi non sarebbe stato in grado di attaccare e tenere il passo, e poi cosa vogliono, anche il pneumatico hard oltre i 24 litri i motori in più, software factory anche se ha i vantaggi Open… non esageriamo Iannone :)

  2. Avatar

    Durim

    27 Aprile 2014 at 23:39

    Quello si, però iannone merita una moto migliore..per dirti lo vedrei bene sulla moto di quel brocco di bautista..è da 2 anni ormai che ha una moto competitiva e non ha mai combinato niente di buono. Merita davvero, oltre ormai Rossi che ha una certa età, il futuro(per quanto riguarda l’italia) è lui. Bravo!

    • Avatar

      nandop6

      28 Aprile 2014 at 09:37

      Concordo, se avesse la possibilità di avere una moto migliore credo che potrebbe dire la sua. Bravo Iannone.

    • Avatar

      Ronnie

      28 Aprile 2014 at 10:23

      E’ difficile capire quale sia una buona moto, credo che la migliore ce l’abbia in mano Bradl dico delle satellite, quella di Bautista ha le sospensioni Showa che ultimamente non mi sembrano lavorare al top su questa Honda.

      Secondo me c’è una differneza troppo grande tra le moto satellite e le ufficiali, l’anno scorso Honda aveva dato materiale nettamente migliore, per contrastare Yamaha che aveva ancora Crutchlow, e aveva dato una moto altrettanto competitiva a Cal.

      Quest’anno mi sembra che sia Yamaha e che Honda si siano tenuti più cose per loro, e sicuramente l’elettronica che hanno è molto meglio basta vedere Bradl quanti secondi si è preso qui.

      • Avatar

        Durim

        28 Aprile 2014 at 11:21

        MA no..l’anno scorso era Cru a fare la differenza..smith l’anno scorso era sempre stato dietro, quest’anno lo è ancora di più. Pol è forte ma non sta facendo quel miglioramento da campione che magari ha fatto marc da moto 2 a moto gp. Sia I fratelli espargarò che smith hanno yamaha 2013 competitive

      • Avatar

        Ronnie

        28 Aprile 2014 at 13:58

        Durim credo che Smith l’anno scorso non avesse la moto di Cal, non con gli stessi aggiornamenti, aveva un trattamento alla Hernandez, credo per buona parte della stagione.

        Bisognerebbe capire quanti soldi ha anche il TechIII in base a piloti e risultati, credo che quest’anno abbiano entrambi la stessa moto, forse circa al livello di quella che aveva Cal l’anno scorso, ma chiaramente la Yamaha è ancora migliorata nel frattempo e loro non hanno tutti gli aggiornamenti delle ufficiali, di sicuro c’è più differenza ora rispetto alla passata stagione.

  3. Avatar

    ligera

    28 Aprile 2014 at 16:12

    Il regolamento era questo e non deve essere certo cambiato, ma era chiaro comunque che su quella pista le morbide avrebbero retto a fatica, sopratutto guardando il degrado nei test, dove 5 giri erano il massimo che le gomme davano.

    Suvvia, nessuno critica il regolamento, ma obiettivamente, questa era una pista dove un pneumatico più duro sarebbe stato l’ideale, non solo, ma la gomma extramorbida, serve solo per la qualifica, in gara non penso verrà mai usata.
    Cosa comporta questo? Mai provato a rifletterci sopra?
    Lo dico io. Vuole dire che correranno sempre con un solo tipo di pneumatici e questo, regolamento o non regolamento, è un dato di fatto che non agevola certamente la Ducati.

    Tornando al mattatore Iannone, gran gara, davvero una gran gara.
    Ha girato forte e alla fine ha concluso davanti alle 2 Yamaha T3 e a 4 sec. da Bradl.

    • Avatar

      fatman

      28 Aprile 2014 at 18:38

      …ligera, forse non lo vuoi ammettere ma una open/factory2 non vincera’ mai una gara…il regolamento ad hoc e’ fatto affinche’ le gare le vincano solo le “ufficiali” e, per spettacolarizzare un po’ il tutto, le open si possono avvicinare nelle prove rendendole piu’ divertenti causa gomma supersoft…ne avevo gia’ discusso con bestlap…tra le altre cose, se per congiunzioni astrali dovesse vincere la ducati e le altre open verrebbero subito penalizzate…in 38 anni di gare non ho mai visto porcate simili e, quasi quasi, mi vergogno per la piega che sta prendendo il motomondiale…possiamo parlare per giorni ma i giochi son gia’ decisi a tavolino…Honda o Yamaha si giocheranno i mondiali per i prossimi anni…probabilmente anche se diventeranno tutte le moto open e con la centralina a 4 bit anni ’60…fidati…

    • Avatar

      Ronnie

      28 Aprile 2014 at 20:51

      ligera, stai dimenticando un dettaglio, sono i Team Open ad aver scelto la medium e la soft, potevano scegliere tra tutte e 4 le mescole per questo GP, visto che era un nuovo circuito non è stato imposto dal regolamento le hanno scelte i team Open credo a maggioranza…

      • Avatar

        Ronnie

        28 Aprile 2014 at 20:52

        Tra tutte e 4 dovevano sceglierne 2 vicine, e hanno scelto queste perchè sono quelle su cui avevano più dati ed esperienza, ma se avessero voluto avrebbero potuto avere le stesse delle facotory Hard e Medium.

        Comunque non ci vuole un genio per capire che una Ducati con 24 litri di carburante ha la stessa potenza se non di più di Honda e Yamaha e quindi dovrebbe usare le loro stesse gomme per la gara…

  4. Avatar

    mugello

    29 Aprile 2014 at 10:27

    Ronnie , la hard non era è non sarà disponibile per le open/factory , informati meglio.

    • Avatar

      Ronnie

      29 Aprile 2014 at 13:58

      ti sbagli mugello qui potevano scegliere tra tutti i pneumatici visti i trascorsi di Phillip Island, e di Austin, gli avevano dato questa possiblità è quello che hanno detto sul canale british sport, questo week-end, qui potevano scegliere il pneumatico che volevano anche le Open.

      Ovviamente se sceglievano la Hard, dovevano scegliere anche la Medium, e non potevano avere quindi la Soft per la qualifica.

      Ovviamente le Honda Open meno potenti della Hard non se ne fanno niente come molte altre EX-CRT.

      Gli unici che sarebbero stati forse avvantaggiati dalla Hard sarebbero state le Ducati e le Yamaha FTR. Poi devi considerare il fatto che con le Hard i team Open non hanno alcun dato quindi sarebbe stata una totale lotteria, pista nuova, nessun dato a disposizione e pneuamtici nuovi se si sceglievano le Hard. Per questo è stata una scelta obbligata quella di puntare sulle Medium, comunque dall’intervista a Dall’Igna il problema di Iannone non sembra essere stata la Posteriore ma la anteriore media, che ha usato anche Lorenzo, risultando più lento nelle fasi finali, ma che ha usato anche Pedrosa che è stato il più veloce in pista, quindi secondo me è anche tutto derivato da moto e setting, quindi questi piagnistei sulle gomme in questo momento sono fuoriluogo, non è stato un problema del pneuamtico come ad Austin o a Phillip Island ma un eccessiva usura data da stile di guida e set up.

      • Avatar

        mugello

        29 Aprile 2014 at 17:05

        no, non potevano prendere le hard lo hanno ribadito più volte e con grafica anche su sky.
        attenzione sulle sigle , la hard delle open-factory2 è la medium delle factory non vorrei che qualcuno ha/fa confusione. nella grafica mancava la scelta ( vera ) hard per le open.a quali piagnistei ti riferisci.

      • Avatar

        Ronnie

        30 Aprile 2014 at 12:31

        mi sembra molto strano mugello, forse interpretiamo male il regolamento.

        Ci sono 4 penuamtici Hard banda Rossa, Media senza niente, Soft banda Bianca e super Soft banda Verde.

        Da quello che ho capito fino ad oggi le MotoGP useranno sempre Hard e Medium durante il week-end, mentre le Open e factory 2 useranno sempre la Medium e la Soft, quella con la banda verde sembrerebbe un penuamtico del tutto inutile perchè se lo usassero vorrebbe dire che durante il week-end potrebbero usare solo Soft e SuperSoft e con la Soft banda bianca non arrivi neanche a metà gara.

        Da quello che ho capito io, questo week-end le Open avrebbero potuto avere anche la Hard, ma poi in qualifica avrebbero potuto usare solo le Medium come le MotoGP quindi hanno scelto di usare i 2 penuamtici di sempre per fare comunque un buon risultato in qualifica.

        Era chiaro sin dall’inizio che la Hard non la potevano usare quest’anno, solo qui gliel’avrebbero concesso visto che era una pista nuova e non si volevano creare problemi alla phillip island.
        I problemi non ci sono stati quindi non gli è venuto nemmeno in mente di porsi il problema, te lo ripeto da quello che ho capito io i team open a maggioranza immagino hanno fatto questa scelta.

        Per me era chiaro che la Ducati avrebbe avuto problemi di gomme quest’anno li ha sempre avuti anche nelle passate stagioni si mangiava sempre i pneuamtici che fossero medium o che fossero hard quindi secondo me in questo senso sono piagnistei inutili la colpa non è della Bridgestone, ma delle scelte fatte da Ducati.

        Anche in Yamaha si lamentano, e in qualcosa Bridgestone li ha assecondati ma bisogna dire che sulle Honda tutto funziona meglio quindi come negli ultimi anni saranno i costruttori di moto che devono adattarsi alle gomme e non viceversa come avveniva con più produttori di gomme.

        E’ una caxxata lo si sa, ma è così purtroppo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati