MotoGP – Preview Valencia – Dani Pedrosa spiega i segreti della pista

MotoGP – Preview Valencia – Dani Pedrosa spiega i segreti della pistaMotoGP – Preview Valencia – Dani Pedrosa spiega i segreti della pista

Questo fine settimana, la stagione 2009 del Campionato del Mondo MotoGP si chiude, e come è accaduto nel corso degli ultimi anni, lo farà sul circuito Ricardo Tormo di Valencia. Un circuito dove Dani Pedrosa ha vinto due anni fa, ed salito sul secondo gradino del podio l’anno scorso. Il pilota del Team Repsol Honda raggiunge questo evento spagnolo con l’obiettivo di lottare per la vittoria e descrive, di seguito, le particolari caratteristiche del circuito di Valencia.

Rettilineo 1 & curva 1
“Il rettilineo, non è molto lungo, anche se è abbastanza veloce. Poi viene la curva 1, con una piccola frenata, dove non è facile sorpassare su moto di grandi dimensioni, sebbene vi sia nelle categorie più piccole. Questa viene presa in 3° marcia, e di solito le moto passano molto velocemente nel centro della pista e accelerano sempre in 3 °, fino a raggiungere la curva successiva.”

Curva 2
“Questo è presa in 1 marcia e di solito è un buon posto per superare in quanto non è seguita da un lungo rettilineo e quindi non c’è molta velocità in  più di quanto si aveva prima. Questa è una curva dove c’è un sacco di pubblico e si può sentire loro tifo. Si esce  in 1à marcia, si cambia e poi  viene la curva 3.”

Curva 3
“Questa è un’altra curva a sinistra, dove non si lascia cadere il gas, anche se si deve prendere senza problemi, si può far scorrere la moto e porta a una curva a destra.”

Curva 4
“La Curva 4 è la prima a destra curva quindi le gomme sono sempre fredde e ci sono di solito un sacco di cadute. Si esce, in 2à marcia, con l’acceleratore quasi chiuso si raggiunge la curva 5, un’altra curva a destra.”

Curva 5
“Si entra in  2à marcia e uno dove deve preparare l’uscita molto bene, perché la curva 6 è un’altra curva a sinistra che porta nel dritto”.

Curva 6
“Questo è un punto in cui di solito si può sentire il pubblico. Si cambia marcia due o tre volte, si mette la 4à o la 5à a seconda della moto, e si arriva alla zona di frenata che porta sul rettilieno opposto”.

Curva 7
“Questa è una curva in cui si frena e dove si può sorpassare di nuovo, è molto importante, dove è facile fare un errore, anche se si tratta di una curva senza troppi segreti. Uscendo dalla curva si cambia marcia.”

Curva 8 & 9
“Poi arriva una chicane a sinistra (curva 8) ea destra (curva 9), molto veloce, sempre con il gas aperto e quando si è in curva bisogna frenare piegati, questo è un punto pericoloso del circuito e quindi ci sono cadute. Ti porta nella curva successiva.”

Curva 10
“Questo è un tornante a destra che si prende in 1a marcia e poi si accelera senza troppi problemi. Si cambia fino a 3à per prendere la curva successiva.”

Curva 11
“Si fa in 2à marcia e nonostante sia molto stretta è molto veloce. Si esce e si cambia due volte e poi si ha la grande curva a sinistra.”

Curva 12
“Qui si scivola sempre molto e immette nella curva finale della pista.”

Curva 13
“Si frena poco prima della curva a sinistra, un posto dove non c’è abbastanza spazio per sorpassassare. Si fa in 2à marcia ed è una curva senza troppi problemi, anche se la moto va dentro con un sacco di inerzia e tende a buttarti all’esterno e quindi devi controllare bene il gas e al tempo stesso cercare di uscire il più rapidamente possibile.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Força 26

    4 Novembre 2009 at 17:03

    Dani può vincere la gara domenica colmando il gap dai “pacchetti” più performanti settando al meglio il mezzo e mettendoci del suo visto che conosce bene questa pista e gli piace , se lo meriterebbe anche e almeno eguaglierebbe il numero di vittorie ottenute ogni anno in GP (2) , per vincere il titolo sono decisamente poche , la “matta” l’ha già “pelata” Hayden nel 2006…….. Vincere sarebbe anche una bella iniezione di fiducia in vista del lavoro da svolgere per il prossimo anno che comincia il giorno dopo la gara.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati