MotoGP: Intervista esclusiva a Mario Lega che parla del mondiale appena iniziato e della crisi Rossi Ducati

Ci vorrebbe più cuore da parte di Rossi, Stoner guidava sopra ai problemi

MotoGP: Intervista esclusiva a Mario Lega che parla del mondiale appena iniziato e della crisi Rossi DucatiMotoGP: Intervista esclusiva a Mario Lega che parla del mondiale appena iniziato e della crisi Rossi Ducati

Abbiamo avuto il piacere di intervistare in esclusiva Mario Lega, Campione del Mondo 250 nel 1977 in sella alla Morbidelli, oggi giornalista collaboratore di prestigiose testate nazionali. La sue esperienza gli permette di “vedere” e “leggere” la dove molti non riescono; gli abbiamo chiesto del mondiale MotoGP appena iniziato che ha visto la vittoria di Jorge Lorenzo in Qatar e della debacle Rossi Ducati, moto che con Stoner vinceva e che adesso non solo non vince più, ma è lontana anni luce anche dal podio. Ecco quanto ci ha raccontato.

Innanzitutto benvenuto Mario, dopo la prima gara della MotoGP in Qatar chi ti sembra favorito per la lotta al titolo Stoner o Lorenzo?

“La lotta sembra ristretta alla coppia Lorenzo Stoner con Pedrosa alla finestra ad approfittare di eventuali scaramucce tra i due. Il problema al braccio di Casey potrebbe essere più grave del dichiarato (non credo alla storia del guanto stretto) mentre dovrebbe imparare a fare più giri in prova per testare se stesso e i materiali. Lorenzo lo vedo un pò più solido, se non ha ceduto in una pista dove c’è un rettilineo così lungo è facile prevedere che nei circuiti tortuosi la sua guida e il telaio Yamaha, possano avere il sopravvento.”

Chi hai visto meglio a livello di guida tra le due Honda e la M1 dello spagnolo?

“La Yamaha senza dubbio, Stoner è Pedrosa hanno guidato bene ma c’è sempre l’incognita delle gomme di quest’anno che sembrano sfavorire le moto della casa alata (chattering compreso)”

Com’è stato secondo te lo spettacolo offerto dalla gara della MotoGP? noiosa o migliore rispetto a quelle dell’ultimo anno?

“Lo spettacolo è stato migliore, non per l’inserimento delle CRT messe dalla Dorna solo per non far arrivare ultimo Rossi (LOL), ma per un sostanziale equilibrio con le Yamaha satellite in crescita e in altre piste forse più vicine al gruppo di testa, comunque divertente anche se non ci sono stati corpo a corpo.”

Rossi-Ducati: secondo te le parole di Valentino sono state dette per arrivare ad una rottura immediata o per scuotere l’ambiente?

“Credo per scuotere l’ambiente. che però era già un bel po mosso, non è che sono stati con le mani in mano i tecnici di Borgo Panigale, o forse per difendere il suo ego che non aveva mai conosciuto umiliazioni di questo livello nemmeno agli esordi della sua carriera. Mentre si prese i meriti per aver “fatto” la Yamaha senza essere ingegnere, oggi non sa dare indicazioni per migliorare e adduce di non essere ingegnere, quale delle due versioni è da prendere in considerazione?”

Come ti spieghi questa assenza di risultati fino ad oggi della coppia italiana?

“Per prima cosa Rossi non ha mai scelto la Ducati, dopo essere stato cacciato da Yamaha era la sola opportunità che aveva (infatti dichiarò: è stato facile firmare con Ducati). Dopo i complimenti di Preziosi per come sapesse analizzare i dati e loro di conseguenza trovare le soluzioni, si trovano a lottare ancora con la posizione di guida, non riesce a caricare l’avantreno e fa allungare il serbatoio per stare più indietro un controsenso che la dice lunga sullo stato confusionale del team. Se come asserisce non hanno ancora esaudito le sue richieste di fare una moto stabile, veloce, maneggevole, che abbia trazione, che rispetti le gomme ecc. non resta che passare il tecnigrafo a Geremy Burgess che disegni Lui un telaio, ben sapendo come lo vuole Valentino, che poi si farà pagare dalla Ducati qualora funzionasse davvero.”

Secondo te dove si deve intervenire per migliorare la situazione? sullo stile di guida del pilota o sulla moto o su entrambi?

“Se sapessi la soluzione mi fionderei a Bologna per sottoporla a Claudio Domenicali, Intanto ci vorrebbe più cuore da parte del pilota, Stoner guidava sopra ai problemi e si impegnava anche dopo cadute cruente, la Ducati ha sfornato più materiale in un anno che in tutta la sua storia, infastidendo lo stesso Stoner al quale venivano respinte tutte le richieste per questioni di budget. Rossi sta passando lo stesso calvario che fu di Melandri, al quale consigliarono uno psicologo. Giudizio amaro per Ducati, non si chiesero come mai nessun pilota sapesse guidare la Ducati al di fuori del “biondino”. Ora anche Filippo Preziosi si è domandato: casa farebbe Stoner con la moto attuale e tutte le nuove modifiche apportate? Rischierebbe di farsi tamponare dalla CRT di Espargaro? Domanda più che lecita…”

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

61 commenti
  • Marco ha detto:

    LA VERSIONE DI DORNA – Carmelo Ezpeleta non sta rimanendo con le mani in mano, Valentino Rossi serve al campionato, ancora di più se è vincente. Nel 2010 è bastato che il Dottore saltasse una manciata di gare per infortunio per vedere gli ascolti televisivi e il numero di biglietti venduti diminuire. A fine anno dovrebbe anche scadere il contratto tra la Dorna e Mediaset, accordo che ha un valore – si mormora – intorno ai 15 milioni di euro. Senza il numero 46 l’attrattiva, e quindi la cifra, è destinata a scendere. La MotoGP dal punto di vista economico non naviga i buone acque e la perdita del suo simbolo sarebbe un colpo assai duro. Il gran capo del motomondiale sta già correndo ai ripari, per non far scappare Valentino, magari in direzione delle quattro ruote.

    LO ZIO c’era,c’è e ci sarà sempre per truffaldino!!!!
    e poi si sventolano 9 tituli ahhahahaah

  • H954RR ha detto:

    Marco@ è il business e lui di tifosi da solo ne ha tanti quanto tutti gli altri messi assieme e di soldi fa girare cifre come mai nessun altro è riuscito a fare e qui è un grandissimo fenomeno, avantaggiarlo per farlo vincere ? E’ un obbligo !
    Purtroppo è cosi e non possiamo farci niente.

  • pino ha detto:

    a chi guarda l’evento dal punto di vista sportivo, che sono la grande maggioranza dei tifosi, del business non gli frega niente. interessa solo vedere le gare e che vinca il migliore. per quanto riguarda il numero dei tifosi di rossi è solo un parametro nazionale. di quanti soldi fa girare rossi è un problema suo e dei suoi sponsor, a me interessa che faccia girare le ruote della sua moto più forte degli altri.

  • H954RR ha detto:

    Sondaggio

    Chi vincerà il GP di Spagna 2012 a Jerez?

    Jorge Lorenzo (38%)
    Valentino Rossi (24%)
    Casey Stoner (17%)
    Dani Pedrosa (14%)
    Andrea Dovizioso (3%)
    Nicky Hayden (3%)
    Ben Spies (0%)

    24% per il giallo ??????
    Ma è uscita una nova droga ?
    Ahahahaha !!!

  • angelo ha detto:

    le#supportVale46
    mi dispiace, ti sei sentita una poveraccia… credevo che le donne fossero piú inteligenti di noi ometti… ma evidentemente esistono eccezzioni. brutta bestia il tifo.
    per sviare alla mia provocazione la butti sul maschilismo, brava o forse devo dire bravo!!!

  • stefi ha detto:

    ignirantelli che non siete altro bravi a sparare a zero adesso!! facile eh!! Pure Mario Lega fa il saputello ma sentite cosa dice Furusawa forse ne sa un tantinello di più di voi altri!!!
    http://manziana.motocorse.com/blog/29986_Furusawa_Credo_che_dio_abbia_fatto_un_errore_ha_dato_tutto_a_Rossi.php

  • anonimo ha detto:

    “dopo essere stato cacciato da Yamaha” hahahahahahahahhah caso mai è Rossi che se ne andato, cocco rosika meno hahahahahah

  • bibo ha detto:

    ne saprà un tantinello… ma sta il fatto che a il primo anno a parita di moto e di gomme ha preso paga da lorenzo….
    il primo compagno di squadra che ha avuto(gli altri erano gregari)lo ha bastonato
    per quanto riguarda i vertici yamaha quando valentino ha detto o me o lui,loro hanno scelto lui….

  • sergio ha detto:

    Il male della ducati a mio avviso per mè si chiama Guereschi non lo ritengo all’atezza di condurre un team come la ducati e con un pilota che si chiama Rossi (Brivio ,Suppo insegnano )Non me ne voglia ma purtoppo i risultati non le danno ragione neanche quando era in S B K

  • stilix ha detto:

    bibo .ma a quale anno ti riferisci? nel 2008 e 2009 ha vinto Rossi, nel 2010 Valentino ha saltato 4 gare, ed era infortunato ad una spalla. X chi crede che potesse essere una scusa, domandate a Stoner che ha perso la gara x un guanto. Lo dice Stoner è vero, lo dice Vale ed è una scusa. Obbiettività zero

  • stefi ha detto:

    per il bene della Ducati, e sopratutto di Vale e di noi sportivi per favore liberatelo dal contratto subito e fategli fare un team satellite con una Yamaha!!! si vedrebbe un pò di spettacolo e lui si divertirebbe un pò di più!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati