MotoGP Indianapolis, Prove Libere 3: Marquez al comando, bene Iannone, Rossi 9°, Dovizioso in Q1

Il campione in carica della Honda è il più veloce, Dovizioso costretto a disputare le Q1

MotoGP Indianapolis, Prove Libere 3: Marquez al comando, bene Iannone, Rossi 9°, Dovizioso in Q1MotoGP Indianapolis, Prove Libere 3: Marquez al comando, bene Iannone, Rossi 9°, Dovizioso in Q1

MotoGP 2015 Red Bull Indianapolis Grand Prix FP3 – Marc Marquez ha ottenuto il miglior tempo nella terza sessione di prove libere della classe MotoGP all’IMS, Indianapolis Motor Speedway.

Il campione in carica della Honda è sembrato davvero efficace sia sul giro “secco” che sul passo gara. Il suo best-lap di 1:32.392 gli ha permesso di battere per soli 29 millesimi il britannico Bradley Smith, in sella alla Yamaha del Team Tech 3.

Bene Andrea Iannone, terzo con la Ducati GP15. Il pilota di Vasto ha rischiato di rimanere fuori dai dieci che accederanno direttamente alle Q2, ma con un guizzo finale è riuscito a far registrare il crono di 1:32.718. Non ce l’ha fatta invece il suo team-mate Andrea Dovizioso, che è rimasto fuori dai dieci e che dovrà disputare le Q1, dove i primi due classificati passeranno alla fase finale, la Q2, dove ci si giocherà la pole position.

Quarto tempo per la Honda di Dani Pedrosa, quinto per la Yamaha di Jorge Lorenzo, sesto per la Honda di Cal Crutchlow e settimo per la Suzuki di Aleix Espargarò.

Chiudono la Top Ten Pol Espargarò, Valentino Rossi e Maverick Vinales. Il nove volte campione del mondo è riuscito a migliorare il feeling con la sua Yamaha M1, chiudendo a poco più di mezzo secondo dalla vetta. I primi sono ancora lontani, ma il pesarese dopo i problemi di ieri inizia a vedere la luce.

Foto: Alex Farinelli

MotoGp FP3 10 - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


10 - Risultati FP3

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti
  • Ronnie ha detto:

    Non mi è chiaro il comportamento di Jorge Lorenzo che ha fatto praticamente 2 long run con cui sembrerebbe abbia già coperto la distanza gara, e sono le FP3 del mattino, quindi non necessariamente le condizioni che ci saranno Domenica, a meno che non prevedono basse temperature, non mi è chiara questa scelta, inoltre Jorge ancora una volta non ha fatto il giro secco con la mescola più morbida.

    Forse non vuole mostrare a Marquez il suo reale potenziale, e vuole forse provare la tattica delle 3 uscite nella Q2. Sembra che si nasconda per puntare alla pole.

    Rossi si è migliorato, ma è ancora ad una vita, e secondo me il risultato da Jorge sarà pesante forse sui 7 decimi in qualifica se Lorenzo farà la pole.

    Rossi si è avvicinato a Pedrosa sul passo ma è ancora troppo lento per poterlo impensierire, deve guadagnare altri 2 o 3 decimi sul passo se vuole puntare alla terza posizione.

    Marquez che non ha fatto dei long run così lunghi come quelli di Jorge sembra ancora più efficace sul passo, ma è difficile giudicare effettivamente cosa può fare girando di continuo, perché entrando e uscendo magari raffreddai pneumatici e non ha sempre lo stesso carico di benzina a bordo. Però parrebbe anche più veloce di Jorge.

  • TONYKART ha detto:

    aggiungerei che piu’ che ducati dovizioso si puo’ parlare di crisi personale ……cosi’ mi sembra

    1. Ronnie ha detto:

      Ieri sul giro secco aveva fatto poco meglio di Iannone, e sul passo era messo meglio.

      Oggi si è migliorato di 2 o 3 decimi sul passo, e Iannone sembrerebbe più vicino al passo di Dovizioso rispetto a ieri. Però sul giro secco Dovizioso non si è affatto migliorato, che è strano perché di solito non va piano sul giro secco.

      Iannone è rimasto a 3 decimi circa dal primo come ieri mentre Dovizioso è rimasto a 9 decimi, girando addirittura 150 millesimi circa più lento di ieri, in cui il tempo era stato fatto il pomeriggio e non il mattino quindi in condizioni di pista più calda e con meno grip, quindi è strana la prestazione di oggi.

      Suppongo abbia usato una soft nuova e non una usata, quindi la sua prestazione è strana, o ha avuto problemi con la gomma, o ha sbagliato mappatura usandone una da gara e non una da qualifica o non so. Sembra strano che non sia riuscito a migliorare il giro di ieri, con condizioni di temperatura, grip e con la moto con un setting migliore.

      Secondo me ha il potenziale per fare terzo o stare in seconda fila, anche perché la Soft qui sembra dare un grande vantaggio.

      Questa pista stressa molto gli pneumatici, quindi la sia la dura che la media sono più dure del solito, mentre credo che la soft abbia uno scarto di mescola maggiore, quindi Ducati e Suzuki possono dare fastidio a tutti tranne probabilmente a Marquez e Lorenzo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati