MotoGP: Andrea Dovizioso, “Sono molto carico e curioso di vedere la GP15 in azione ad Austin”

Il pilota forlivese della Ducati pronto per la sfida statunitense

MotoGP: Andrea Dovizioso, “Sono molto carico e curioso di vedere la GP15 in azione ad Austin”MotoGP: Andrea Dovizioso, “Sono molto carico e curioso di vedere la GP15 in azione ad Austin”

MotoGP 2015 GP Austin Ducati – La vittoria sfiorata in Qatar ha “gasato” Andrea Dovizioso, che questo fine settimana affronterà il GP di Austin, dove lo scorso anno riuscì a cogliere l’unico podio della stagione. Quest’anno con la nuova Desmosedici GP15 completamente progettata dall’Ing. Luigi Dall’Igna la musica sembra cambiata e lottare per la vittoria ad ogni weekend non sembra più un sogno. A lui la parola.

“Sono molto soddisfatto del mio risultato in Qatar, perché ho potuto lottare per la vittoria fino al traguardo con una moto completamente nuova. Nel 2014 sono riuscito ad ottenere il mio primo podio con la Ducati ad Austin, in una gara un po’ anomala, ma quello texano è un circuito che mi piace molto per le sue caratteristiche e non vedo l’ora di scendere in pista nel weekend. Sono molto carico e sono curioso di vedere come andrà la GP15 nelle prossime piste!”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

8 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    8 Aprile 2015 at 14:24

    Spero tu vinca, te lo meriti.

  2. Avatar

    Alecx

    8 Aprile 2015 at 16:59

    Ad Austin doppietta Ducati, terzo Marquez.

    • Avatar

      Durim

      8 Aprile 2015 at 18:31

      In condizioni di pioggia forse si..sull’asciutto dubito che i ducatisti, ma anche tutti gli altri, vedranno mai marc da vicino.
      Comunque ad austin è prevista pioggia tutto il weekend quindi chissà come andrà la gara

  3. Avatar

    TONYKART

    8 Aprile 2015 at 17:24

    spero che trovi quel pizzico di “cattiveria” che ti manca a volte per essere un grande campione perche’ ora la moto giusta sembra che c’e’ …..comunque molto bravo fino adesso

    • Avatar

      maxjalo

      8 Aprile 2015 at 17:48

      infatti a lui ciò che manca, mi pare sia proprio il guizzo vincente da campione, perché in Qatar il granpremio non l’ha perso la moto, non ha vinto lui il corpo a corpo con Vale.

      • Avatar

        TONYKART

        8 Aprile 2015 at 18:30

        anche se nn lo amo come tutti sapranno, non ho difficolta’ ad ammettere che quando valentino e’ in “giornata” come nella serata in quatar chiunque avrebbe perso,detto questo penso che dovizioso ha un margine di crescita sotto l aspetto della lotta corpo a corpo,per la prima volta e’ veramente un ufficiale con una squadra che lavora per lui e se la gp 15 gli dara’ modo di lottare piu’ volte per la vittoria si puo’ innescare in lui un senso di fame da cannibale,purtroppo quando sei spesso fuori dal podio un po e’ normale “addormentarsi”.vedremo………

      • Avatar

        Durim

        8 Aprile 2015 at 18:36

        per una volta, ma credo sia l’unica, concordo con te. Anche se nutro più speranze che migliori iannone di dovizioso essendo più giovane. In qatar iannone ha mostrato quello che gli mancava. Maturità. Ha saputo regolarsi e prendersi un podio senza strafare. Sono più curioso di vedere iannone soprattutto lottare contro marc siccome lo vede più “rivale suo”

    • Avatar

      Durim

      8 Aprile 2015 at 18:29

      Cattiveria?La cattiveria in qatar ce l’ha avuta eccome. Sia con lorenzo che con rossi non si è risparmiato e ha dato il 100 %. La moto anche c’era per vincere. Ma dovizioso ha fatto tipo 5-6 lunghi in fondo al rettilineo, piccole sbavature data magari da ancora una conoscenza non perfetta della moto, ma quell’altro è stato perfetto e se vuole vincere deve fare altrettanto.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Andrea Dovizioso infortunio in motocross

Il forlivese sembra non aver riportato nulla di grave ma sono in corso accertamenti medici
Condividi su WhatsAppMotoGP – Non è partita nel migliore dei modi l’avventura in motocross di Andrea Dovizioso. Il forlivese infatti