MotoGP | GP Qatar 2: Petrucci, “Nessuna scusa, voglio finire la gara e fare bene”

Petrucci ha aggiunto: "Non ho solo il record di velocità peggiore, ma anche di primo pilota caduto in stagione!"

MotoGP | GP Qatar 2: Petrucci, “Nessuna scusa, voglio finire la gara e fare bene”MotoGP | GP Qatar 2: Petrucci, “Nessuna scusa, voglio finire la gara e fare bene”

MotoGP 2021 GP Qatar 2 KTM Tech3 Factory Racing – Il debutto di Danilo Petrucci in sella alla KTM del Team Tech 3 è stato quantomeno traumatico; il pilota ternano è infatti caduto due curve dopo la partenza, fortunatamente senza grandi danni fisici.

La spalla infortunata a Valencia nel 2019 gli ha procurato qualche fastidio, ma con il passare dei giorni le cose sembrano andare meglio e “Petrux” non vuole accampare scuse in vista del secondo Gran Premio che si disputerà al Losail International Circuit, il GP di Doha. A lui la parola.

Dichiarazioni Danilo Petrucci GP Qatar 2 Preview

“Non ho solo il record di velocità peggiore, ma anche di primo pilota caduto in stagione! (ride, ndr). Qui in Qatar c’è un rettilineo molto lungo che sicuramente non ci favorisce. La moto va forte dove c’è poco grip, proprio perchè il suo punto di forza è il tanto grip. Più trazione c’è e più velocita hai, quindi qui soffriamo. Lo scorso anno in Austria la KTM era stata molto veloce proprio perchè usciva forte dalle curve. Qui paghiamo un bel deficit in termini di velocità massima, decimi che si accumulano a fine gara. La filosofia della KTM dal punto di vista aerodinamico è diversa dalle altre case, la carena è molto raccolta, rastremata come forme e per me che sono grande è un problema in più.”

Dichiarazioni Danilo Petrucci condizioni spalla GP Qatar 2 Preview

“La spalla mi faceva male subito dopo caduta, ora va meglio e spero che non sia un problema per la gara. Ho lavorato molto questo inverno per non avere problemi alla spalla, infortunata nel 2019 a Valencia. Non voglio che sia un problema. Mi piacerebbe ovviamente finire la gara e fare un buon risultato. Non ho iniziato con il piede giusto, ora voglio lottare con gli altri piloti KTM, vedere come guidano e come reagisce la moto in gara. Nelle FP4 ero stato abbastanza veloce, voglio ricominciare da lì. La cosa importante è che non mi sono fatto troppo male alla spalla, non voglio avere scuse e migliorare quello che sto facendo.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati