Jason Dupasquier: Valentino Rossi “Mi ricordava il mitico Joey Dunlop”

Rossi ha aggiunto: "Forse il miglior modo di onorare e ricordare un altro pilota è proprio correre"

Jason Dupasquier: Valentino Rossi “Mi ricordava il mitico Joey Dunlop”Jason Dupasquier: Valentino Rossi “Mi ricordava il mitico Joey Dunlop”

Ricordo Jason Dupasquier – Valentino Rossi ha voluto ricordare con un lungo post su Instagram Jason Dupasquier, pilota svizzero di soli 19 anni venuto a mancare dopo il terribile incidente avvenuto nelle qualifiche della classe Moto3 al Mugello.

Rossi non conosceva personalmente Jason, ma lo seguiva in pista e gli ricordava il mitico Joey Dunlop per l’abbreviazione che si vedeva in tv di fianco al suo numero (JDU). Il “Dottore” ha detto che domenica è stata durissima mettersi il casco e salire in moto, ma che forse è il miglior modo di onorare e ricordare un altro pilota.

Dichiarazioni Valentino Rossi su perdita Jason Dupasquier

“Non conoscevo personalmente Jason Dupasquier, non avevo avuto occasione di incontrarlo nel paddock, però lo seguivo in pista. Quest’anno stava andando forte, si era ripreso da un brutto infortunio ma era costantemente nel gruppo di quelli veloci. Aveva uno stile aggressivo sulla moto, che insieme a quell’abbreviazione che si vedeva in tv di fianco al suo numero (JDU) mi ricordava il mitico Joey Dunlop. Le immagini di sabato sono state subito molto preoccupanti e la sera si era capito che le sue condizioni erano gravissime, però in queste situazioni non si sa mai tutto e ci si attacca anche alla minima speranza. Domenica, un ora prima della gara, è arrivata la notizia che nessuno avrebbe voluto sentire. È stata durissima mettersi il casco e salire in moto perché in un momento tutto perde senso e ti chiedi che cosa ci fai ancora li. Forse però il miglior modo di onorare e ricordare un altro pilota è proprio correre e cercare di dare il massimo, anche se purtroppo neanche questo può cambiare quello che è successo.”

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati