Bridgestone felice di aver centrato il target sicurezza in MotoGP

A partire dal 2016 il brand nipponico guarderà di più al prodotto stradale

Bridgestone felice di aver centrato il target sicurezza in MotoGPBridgestone felice di aver centrato il target sicurezza in MotoGP

Come noto la Bridgestone ha annunciato che a fine 2015 abbandonerà la MotoGP. Per questo in occasione del weekend di Misano abbiamo fatto quattro chiacchiere con il responsabile comunicazione corse Carmine Moscaritolo per scoprire i nuovi obiettivi dell’azienda e fare un bilancio delle stagioni passate nella massima serie a due ruote.

“Attualmente ci stiamo guardando attorno per trovare un nuovo campo in cui inserirci, quindi è un po’ prematuro dare indicazioni in merito all’orientamento – ha dichiarato – Invece credo sia importante riconoscere che si va via con la consapevolezza di aver raggiunto il target posto nel 2009, momento in cui siamo diventati fornitori unici, ossia raggiungere un livello di sicurezza più elevato senza compromettere la prestazione.  In questi anni abbiamo modificato i metodi di costruzione delle gomme e le tipologie di mescole con la volontà di aumentare l’aderenza all’anteriore in ogni tipo di condizione, aspetto critico da sempre e che ora ci pone in posizione più forte rispetto alla concorrenza, di conseguenza abbiamo consentito ai piloti di essere più veloci (sono stai segnati nuovi record sul giro) e di regalare al pubblico gare spettacolari.  Diversamente, per quanto concerne l’insegnamento tratto, l’esperienza nella categoria ci ha aiutato a creare pneumatici stradali migliori ed è proprio su questo punto che vorremmo concentrarci maggiormente  in futuro introducendo tecnologie innovative”.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati