Tissot-Superpole: La parola ai protagonisti

Dietro al poleman Sylvain Guintoli, Tom Sykes e Davide Giugliano al secondo e terzo posto. Toni Elias fuori dalla prima fila per soli 23 millesimi.

Tissot-Superpole: La parola ai protagonistiTissot-Superpole: La parola ai protagonisti

La prima Tissot-Superpole del Campionato Mondiale ENI FIM Superbike al Sepang International Circuit è stata caratterizzata da temperature molto elevate (oltre 35° nell’aria, ben 60° sull’asfalto) e dalle incognite sulla tenuta delle gomme da qualifica Pirelli, che si temeva potessero soffrire troppo il blistering.

Primo poleman di Sepang è stato un grande Sylvain Guintoli che in sella a una perfetta RSV4 ha guadagnato la prima casella dello schieramento di partenza per le due gare in programma domani, con il tempo di 2’03.002.

Dopo il dominio nelle prove libere, il francese non ha però avuto vita altrettanto facile questo pomeriggio, ritrovandosi costretto a tornare in pista nel finale per difendersi dagli attacchi degli avversari, soprattutto del duo Kawasaki, con Loris Baz sfortunatamente caduto all’ultima curva quando aveva la Superpole in tasca.
Il team si è però consolato con il secondo posto del Campione del Mondo Tom Sykes, già pronto a dare battaglia per il primo gradino del podio.

Terzo in griglia e miglior italiano, Davide Giugliano sulla Ducati ufficiale, che a dimostrato di saper imparare in fretta anche i nuovi e insidiosi circuiti.

Continua il momento di forma per Toni Elias, quarto e più che mai competitivo qui a Sepang: il pilota spagnolo ha infatti mancato la top-3 in griglia di partenza per soli 23 millesimi di secondo.

La top-3 di oggi ha avuto l’onore di ricevere il trofeo Tissot-Superpole al parc fermé dalle mani di Mick Doohan, 5 volte Campione del Mondo in 500cc e idolo degli stessi protagonisti di oggi.

“Un weekend che finora è stato quasi perfetto, anche se sono i risultati di domani quelli che contano davvero”- ha detto Sylvain Guintoli– “Mi sono allenato bene, preparandomi al gran caldo, e in realtà mi sento meglio con gomma da gara rispetto a quella da tempo. Sono felice, la RSV4 si sta comportando davvero bene qui, riusciamo a sfruttarla al meglio. Mi diverto a guidare, domani saranno due gare sicuramente molto dure ma non vedo l’ora di scendere in pista.”

“Sinceramente non è stata la Superpole che mi aspettavo – sapevo che gli altri sarebbero andati veramente forte e non ero sicuro di poter fare un giro così veloce”- ha dichiarato Davide Giugliano– “Ma sono ovviamente molto felice di aver conquistato un posto importante in prima fila. Abbiamo ancora da lavorare perché dobbiamo migliorare per quanto riguarda la costanza di gara. Non è una pista facile per la Ducati, con questi due lunghi rettilinei, ma oggi siamo riusciti a fare comunque un buon risultato.”

Leggi altri articoli in Superbike Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati