Superbike | Round Estoril, Gara1: Redding Trionfa davanti a Razgatlioglu e Rea

Il pilota Ducati è già alla seconda vittoria in questa stagione

Superbike | Round Estoril, Gara1: Redding Trionfa davanti a Razgatlioglu e ReaSuperbike | Round Estoril, Gara1: Redding Trionfa davanti a Razgatlioglu e Rea

Al Circuito Estoril abbiamo assistito a una Gara1 del Round Gaerne Estoril spettacolare, che si è conclusa con la vittoria di Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati), la seconda per il pilota inglese in questa stagione.

Redding e Rea partono benissimo: il pilota Ducati si porta in testa, poi è Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) a superare il campione del mondo per andare a prendersi la seconda posizione. Redding e Razgatlioglu allungano alla fine del primo giro mentre Michael Ruben Rinaldi(Aruba.it Racing – Ducati) lotta con Rea per un posto sul podio. Il campione del mondo punta sulla gomma SC0 a differenza di Redding e Razgatlioglu che scelgono la SCX.
Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) con la SC0 è uno dei sei che decide di montare questa gomma e al primo giro si porta dal settimo al quinto posto prima di scivolare un po’ indietro e arrivare al traguardo in 13^ piazza.

Rea con la sua SC0 nelle ultime fasi di gara mette pressione a Razgatlioglu che però riesce a resistere agli attacchi del pilota nordirlandese.
Redding per la prima volta vince due gare di fila mentre Rea sale sul podio per la 189^ volta in carriera nel WorldSBK. Per Kawasaki si tratta del primo podio all’Estoril dal 1993.

Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) chiude al quarto posto grazie al sorpasso ai danni di Rinaldi nelle fasi finali. Il riminese alla bandiera a scacchi precede Chaz Davies (Team GoEleven).
L’olandese Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team) con la sua nuova BMW M 1000 RR chiude settimo davanti ad Alvaro Bautista (Team HRC), scattato dalla 18^ casella. Tito Rabat (Barni Racing Team) con il nono posto di oggi porta a casa il suo miglior risultato nel WorldSBK mentre Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) entra in top ten.

Axel Bassani (Motocorsa Racing), il più giovane dello schieramento, nonostante il tempo cancellato in Superpole riesce a terminare la gara in 11^ posizione. Per il pilota veneto è il miglior risultato in carriera nel WorldSBK. A cinque secondi da lui ecco Leon Haslam (Team HRC) che termina davanti a Mahias e Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team). L’ultimo a entrare in zona punti è Kohta Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team) che precede Jonas Folger (Bonovo MGM Action).

Isaac Viñales (Orelac Racing VerdNatura), all’esordio all’Estoril nel WorldSBK, è 17° mentre Eugene Laverty (RC Squadra Corse) – partito 13° e dopo aver recuperato diverse posizioni – ha perso l’anteriore della sua BMW M 1000 RR alla curva 4 mentre si trovava in lotta con van der Mark. È scivolato molto indietro ma è riuscito comunque a restare in gara. Al nono giro alla curva 7 Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK), partito dalla decima casella, è caduto e come Laverty è arrivato alla bandiera a scacchi davanti a Loris Cresson (TPR Team Pedercini Racing).
A terra alla curva 7 anche Samuele Cavalieri(TPR Team Pedercini Racing) costretto al ritiro come Christophe Ponsson (Alstare Yamaha).

Di seguito i primi dieci di Gara 1:

1.Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati)
2.Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) +0.877
3.Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +0.915
4.Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) +9.518
5.Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +13.636
6.Chaz Davies (Team GoEleven) +17.177
7. Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team)
8.Alvaro Bautista (Team HRC)
9.Tito Rabat (Barni Racing Team)
10.Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK)

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati