Superbike: risoluzione tra De Angelis e Pedercini

Riccardo Russo ingaggiato per le restanti gare della stagione

Superbike: risoluzione tra De Angelis e PederciniSuperbike: risoluzione tra De Angelis e Pedercini

Questo fine settimana al Lausitzring, dove il campionato mondiale delle derivate di serie é atteso dopo la pausa estiva, tra le novitá vedremo Riccardo Russo in forza al Team Pedercini Kawasaki.

Il pilota italiano é stato infatti ingaggiato per le restanti gare della stagione al posto di Alex De Angelis con il quale il team ha risolto il contratto.
L’annuncio è arrivato direttamente da Lucio Pedercini tramite una nota sul sito internet del team.

Russo, che tornerà a correre per la squadra mantovana tre anni dopo le quattro gare disputate nel 2014, è ovviamente entusiasta: “Sono molto contento di avere questa nuova ed importante opportunità, che mi permetterà di mostrare quanto posso valere con una moto competitiva quale quella del team Pedercini Racing SC-Project. Ringrazio tutti per la fiducia accordatami, in particolare Lucio Pedercini, l’intero Team e Sergio Giordano (manager di Russo, ndr), che mi hanno permesso di avere questa grande occasione. Farò tutto il possibile per essere subito competitivo.”

Dal canto suo Lucio Pedercini ha dichiarato: “Ho trovato in Riccardo un pilota maturo, cresciuto professionalmente e con la volontà di fare bene e di mettersi in gioco ed a disposizione della squadra. In Germania Riccardo proverà per la prima volta la Kawasaki ZX-10RR con cui disputerà il campionato. Sono certo che daremo tutti il massimo.”

Riccardo Russo ha avuto modo di svolgere un test al Mugello con una Kawasaki simile a quella del team Pedercini Racing.

Amareggiato inevitabilmente Alex De Angelis, che stava recuperando la migliore condizione dopo la tendinite che lo ha limitato nella prima parte di stagione.
Dopo la brusca chiusura del rapporto, il sanmarinese è pronto a rimettersi in gioco ma con i giusti modi: “Non voglio correre a tutti i costi, sto bene e sono pronto a sposare progetti seri”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati