Prosecco DOC Dutch Round: Kawasaki vuole tornare alla vittoria

Sykes e Rea puntano al gradino più alto del podio sfuggito ad Aragon

Prosecco DOC Dutch Round: Kawasaki vuole tornare alla vittoriaProsecco DOC Dutch Round: Kawasaki vuole tornare alla vittoria

Il Kawasaki Racing team è partito molto forte in questo inizio di stagione, vincendo quattro delle sei gare finora disputate, ma ha dovuto “abbandonare” il gradino più alto del podio ad Aragon, per mano di uno straordinario Chaz Davies.

Inutile dire che l’obiettivo di Sykes e Rea è quello di tornarci al più presto, a partire dal Prosecco DOC Dutch Round, in programma questo fine settimana allo storico TT Circuit di Assen.
Jonathan Rea arriva in Olanda da leader di classifica, con 26 punti di vantaggio su Davies, che ha a sua volta tre lunghezze su Tom Sykes.

Guardando ai precedenti su questa pista, con la doppietta del 2015 Rea ha totalizzato qui ben sette vittorie, secondo solo a Carl Fogarty nel WorldSBK.
Anche Sykes ha già vinto ad Assen, nel 2013 in Gara 1.

“Assen mi piace molto e la nostra moto lavora bene qui” – ha spiegato Jonathan Rea – “Abbiamo imparato molto ad Aragon nel terzo appuntamento della stagione, soprattutto perché il set-up di base della vecchia moto funziona bene anche sulla nuova. Se tutto va bene le condizioni atmosferiche dovrebbero essere buone per tutto il weekend di Assen e potremo tenere un buon ritmo, dare concretezza al nostro pacchetto ed anche alla mia guida. Abbiamo fatto un buon lavoro al MotorLand, ma abbiamo bisogno di trovare la strada giusta per vincere ancora. Non so perché guido così bene ad Assen, ma il posto mi piace davvero tanto. È un circuito per piloti veri e, quando il set-up della tua moto non è perfetto, puoi fare la differenza. Qui ci sono molte curve che richiedono differenti approcci, come trovare il giusto punto di frenata, il centro della curva e l’uscita. Ci sono tecniche diverse da applicare. Penso anche che dipenda molto dall’esperienza su questo layout”.

“Assen è un circuito dove ho vinto spesso in passato, ero molto veloce e concreto. Dopo Aragon sappiamo di dover lavorare ancora. Marcel, il mio capo meccanico, ed io ne abbiamo parlato molto e vedremo come andrà questo weekend, ma nel complesso ho avuto un inizio di stagione migliore dello scorso anno” – ha aggiunto Tom Sykes – “Ogni cosa sembra andare nel verso giusto. Ci sono un paio di cose nel set-up che dobbiamo migliorare, ma sono modifiche che useremo più avanti. Assen è un circuito sul quale, e lo dico da pilota, è un grande piacere gareggiare. È un circuito speciale perché ci sono curvature molto particolari e questo aggiunge qualcosa di speciale. Abbiamo buoni riferimenti dalle precedenti visite e penso che tutto il team Kawasaki vivrà un buon weekend di gare.”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Primo Piano

Superbike | Cambia il regolamento

Le novità riguardano la Tissot Superpole Race introdotta quest’anno
Condividi su WhatsAppAlla vigilia del secondo appuntamento della stagione, in programma domani in Thailandia, al Buriram, Dorna WSBK Organization ha