MotoGP: Valentino Rossi, “E’ andata abbastanza bene, ma Marquez va molto forte”

Il campione della Yamaha ha parlato del Day 1 del Gran Premio di Germania

MotoGP: Valentino Rossi, “E’ andata abbastanza bene, ma Marquez va molto forte”MotoGP: Valentino Rossi, “E’ andata abbastanza bene, ma Marquez va molto forte”

MotoGP 2015 Movistar Yamaha GP Germania Day 1 – Valentino Rossi ha chiuso la prima giornata di prove libere della classe MotoGP al Sachsenring in settima posizione. Il campione della Yamaha era andato molto forte nella sessione mattutina, ma in quella pomeridiana ha provato delle soluzioni che non gli sono piaciute e che non gli hanno permesso di migliorare la sua performance. Ecco cosa ha raccontato il nove volte campione del mondo.

Valentino, raccontaci questa prima giornata di prove, che ti ha visto chiudere settimo.

“E’ andata abbastanza bene, soprattutto sono contento di come abbiamo iniziato questa mattina. Questa è una cosa molto importante, abbiamo una moto simile ad Assen e Barcellona ed è una cosa positiva. Nel pomeriggio mi sarei voluto migliorare, ma non ci sono riuscito. E’ anche vero che quando sono uscito con le gomme nuove avevo provato delle soluzioni che non mi sono piaciute, mentre poi abbiamo fatto ulteriore modifiche che mi hanno dato sensazioni positive, ma avevo gomme usate. Sono solo settimo, quindi dobbiamo migliorare. Abbiamo una buona base, ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare e tanti dettagli da mettere a posto. Per fare una bella gara bisognerà andare sicuramente più forte.”

Marquez è andato molto forte, come l’hai visto in pista?

“Marquez è andato fortissimo e me lo aspettavo. Viene da un periodo difficile ma poi con il telaio 2014 ha ritrovato il feeling perso. Non bisogna dimenticare che questa è una pista che lo vede vincitore dal 2010 e che è una pista Honda. Anche Pedrosa qui va forte anche se credo che Marquez abbia qualcosa di più. Un passo come quello mostrato è molto difficile da tenere almeno oggi, ma è solo venerdì, c’è ancora tempo per recuperare. Dobbiamo essere bravi domani ad entrare nei dieci per poi poter disputare una buona qualifica per cercare di partire tra i primi cinque.”

Anche oggi ci sono state due cadute alla waterfall (Alvaro Bautista e Pol Espargarò), una delle tre curve a destra contro le dieci a sinistra. Qui la Bridgestone ha portato l’anteriore asimmetrica, come vi siete trovati con questo tipo di gomma?

“La mattina sicuramente la gomma asimmetrica non aiuta e mi risulta che loro siano caduti con la simmetrica. La waterfall è una curva dove bisogna stare attenti, però la situazione è migliorata molto rispetto agli ultimi anni, quando la gomma faceva molta fatica a scaldarsi. E’ una curva dove bisogna stare sempre attenti ma ora è un pò meglio.”

Pensi che la Honda possa dominare come ad Austin?

“Credo che Lorenzo qui possa tenere il passo della Honda e non dobbiamo dimenticare Pedrosa. Io devo cercare di girare come Jorge che sarà vicino alle Honda, anche se in effetti le Honda sembrano avere un passo migliore.”

Domani è prevista una temperatura più alta, pensi che possa influire sulle prestazioni?

“Non credo che influisca più di tanto, anche se con il caldo potremmo soffrire un pò di più. Preferisco però una gara calda che non una come quella dello scorso anno (disputata con il flag-to-flag).

Jack Miller quest’anno è passato dalla Moto3 alla MotoGP, dopo questa prima parte di stagione pensi che sia stata una scelta giusta?

“Direi di no e mi dispiace perchè è un mio amico ed è un pilota che mi piace molto. Secondo me avrebbe dovuto fare la Moto2 prima di passare in MotoGP, il salto è troppo rischioso.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    10 Luglio 2015 at 22:31

    Rossi con gomma usata perde tantissimo nell’ultimo settore credo nel curvone in salita che di sicuro non è favorevole ad una Yamaha meno potente. Non credo che avranno enormi chance in gara se non ci sono sconvolgimenti meteorologici o una loro pretattica, anche se mi sembrano davvero un pelino in difficoltà non credo stiano rallentando o nascondendosi in stile Qatar.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati