MotoGP Valencia: Andrea Dovizioso “Il forte vento ha influito, ma con una buona partenza possiamo fare una buona gara”

Il rider forlivese della Ducati partirà dalla terza fila nell'ultimo appuntamento della stagione

MotoGP Valencia: Andrea Dovizioso “Il forte vento ha influito, ma con una buona partenza possiamo fare una buona gara”MotoGP Valencia: Andrea Dovizioso “Il forte vento ha influito, ma con una buona partenza possiamo fare una buona gara”

Andrea Dovizioso partirà domani dalla terza fila nel Gran Premio della Comunitat Valenciana, diciottesima ed ultima tappa del motomondiale 2014. Il rider forlivese della Ducati ha ottenuto infatti il nono tempo con il crono di 1’31.426. Rispetto alla prestazione di ieri, quando aveva ottenuto il terzo tempo, ha pagato il forte vento che ha caratterizzato le Q2. Ecco cosa ha raccontato alla stampa italiana.

“Siamo andati molto bene ieri, ma oggi pomeriggio abbiamo sofferto il forte vento e ho perso un po’ di feeling con l’anteriore. Non ero più fluido e non sono riuscito a fare il tempo che mi sentivo di poter fare.”

Quanto incide il vento sulla guida?

“Cambiano per esempio i punti di frenata. Oggi il vento spirava da dietro in rettilineo e quindi cambia molto. Devi frenare un pò prima, perchè spinge abbastanza. Nella curva 1 e nella curva 2 poi tende ad allargare. Cambia anche l’entrata di curva, ma quello che ci ha dato più fastidio è stato il fatto che fossero delle raffiche di vento. Non era costante e quindi da ancora più fastidio.”

Questa nona piazza potrebbe penalizzarti in ottica gara?

“Abbiamo lavorato bene in questo weekend, cercando di riuscire a sfruttare al meglio le gomme. Se riusciremo a fare una buona partenza credo di poter lottare per un buon piazzamento. Sul passo non si capisce bene chi sia il più forte, ma non credo di poter stare con i primi quattro. Ci interessa il gap finale e arrivare subito dietro di loro.”

Sembra che qui la asimmetrica anteriore vada meglio rispetto a Phillip Island, pensi di poterla utilizzare?

“Rispetto a Phillip Island qui va meglio perchè si riesce a farla lavorare. In Australia il problema è stati per tutti lo stesso, in quel punto dove cambiava la mescola la gomma non lavorava e quindi siamo caduti. Ma non credo sia necessaria utilizzarla in gara, soprattutto se ci saranno queste condizioni atmosferiche.”

Facciamo un bilancio, rispetto alla prima gara corsa in Qatar come ti senti adesso?

“Non è una sensazione molto diversa, ma quando fai dei buoni risultati fa bene anche a livello di umore, fa bene alla squadra. Di base c’è stato un buon miglioramento della moto, dopo di che tutto quello che succede di positivo va a migliorare tutti gli aspetti. Quest’anno abbiamo lavorato bene e da metà stagione siamo migliorati ancora. In questo momento ho più certezze e questo aiuta.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  • Paio92 ha detto:

    Non si discute che Rossi sia un pilota molto forte ma cosa ha fatto in Ducati?? Ah già un sesto e un settimo posto in classifica per poi andarsene quindi sciaquati la bocca…..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Alex Rins ritrova Andrea Dovizioso

Il pilota della Suzuki ha girato insieme all'ex pilota Ducati e ora tester Aprilia
Condividi su WhatsAppMotoGP 2021 – Con il Motomondiale in “vacanza” fino all’8 agosto (GP Stiria in programma al Red Bull