MotoGP: Sete Gibernau “Il mondiale non ha bisogno di sorpassi a rischio come la spallata di Marquez a Lorenzo”

Lo spagnolo subì nel 2005 da Valentino Rossi la spallata nella stessa curva del duello Marquez-Lorenzo

MotoGP: Sete Gibernau “Il mondiale non ha bisogno di sorpassi a rischio come la spallata di Marquez a Lorenzo”MotoGP: Sete Gibernau “Il mondiale non ha bisogno di sorpassi a rischio come la spallata di Marquez a Lorenzo”

Sete Gibernau, il protagonista della famosa “spallata” con Valentino Rossi a Jerez nel 2005, dice la sua sulla “riedizione” di quel duello di quest’anno, con protagonisti Marc Marquez e Jorge Lorenzo nella stessa curva del circuito andaluso. Intervistato da motocuatro.com l’ex pilota del team Gresini non ha dubbi, per lui episodi del genere sono da evitare e per fare ciò queste manovre al limite devono essere chiaramente regolamentate per evitare confusioni.

“Come ex pilota che ora guarda il motomondiale da semplice appassionato credo che non bisognerebbe chiedersi se la manovra sia legale o no, ma bisognerebbe prendere il regolamento e con quello in mano capire se si poteva fare o meno quel sorpasso – ha affermato Sete Gibernau – se non c’è un regolamento chiaro, tutto si lascia alle varie interpretazioni. Il mondiale già è troppo complicato e i piloti rischiano la pelle in ogni curva e credo che questi rischi sono da evitare nel mondiale. Non è certo facendo sorpassi del genere che un pilota dimostra il suo coraggio. Tutti i ragazzi che scendono in pista dalla Moto3 alla MotoGP sono coraggiosissimi, perchè rischiano la vita ogni volta e secondo me il mondiale non ha bisogno di sorpassi così azzardati perchè se ne parli nei media. Che succedeva se uno dei due piloti cadeva o peggio ancora se si faceva male? Lo sanzionavi a quel punto?”

Gibernau poi ha anche ricordato la sportellata che subì ormai 8 anni fa da Rossi in quello stesso punto affermando : “Non sono due manovre del tutto identiche anche se il risultato è lo stesso. Jorge lascia un pò la porta aperta a Marc che vede un buco e pensa “Che faccio, mi butto?” ma ripeto casi del genere devono essere regolamentati non lasciati in mano alla decisone del singolo pilota”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

18 commenti
  1. Avatar

    bibo

    23 Maggio 2013 at 12:28

    è una curva da prima….
    nel sorpasso subito da te la lamentela ci stava tutta ,ma qua la porta lasciata aperta era enorme……….

    • Avatar

      zukki

      23 Maggio 2013 at 20:19

      ascolta smemoratone
      se ti vai a vedere il filmato e lo confronti con Lorenzo e Pedrosa vedrai che il punto di contatto tra Rossi e Gibernau è molto diverso..
      Rossi era molto più cucito alla curva, Marquez lungo da subito..
      Gibernau chiude prima del contatto, Lorenzo è solo spettatore con Marquez che lo porta fuori..
      ma chi vuoi infinocchiare?

    • Avatar

      Mike58

      24 Maggio 2013 at 18:08

      BILBO se mi dai il tuo mail tii do il pass e user e ti vedi le iterviste reali, que su sto sito le interpretano per farci discutere a noi..

      MOTO GP.COM

      Gibernau, un fuerte rival de Rossi a mitad de la década pasada, ganó ocho Grandes Premios en 2003 y 2004 y fue dos veces subcampeón detrás del italiano cuando competía con el equipo de Gresini y los colores de Telefónica Movistar.

      Su relación se agrió después del incidente que tuvieron en la última curva de Jerez, en el Gran Premio inaugural de la temporada 2005. El ex piloto español y el `Dottore´ limaron aristas hace algún tiempo y ocho años más tarde, Sete afirma que le gustaría ver un cambio en la fortuna de Rossi tras sus dos complicados años con el equipo Ducati.

      “He hablado con Valentino un par de veces y le he dicho que me gustaría verle ganar de nuevo”, ha dicho el barcelonés, ahora de 40 años, a motogp.com durante el lanzamiento de la empresa Andreani-MHS en la que participa Juan Martínez, su antiguo hombre de confianza en MotoGP™.

      “La verdad es que en estos momentos, con los chicos nuevos, las nuevas motos y tal y como parece que funcionan ahora los neumáticos y la electrónica, toda la técnica ha cambiado un poco y eso es lo que está haciendo las cosas difíciles a Valentino. Parece que hay mucha tracción en el ápice de la curva, y el paso por curva es muy alto, por lo que no se necesita tener el estilo de pilotaje que Valentino tenía cuando yo competía”.

      “Me gustaría verle pelear de nuevo por la victoria. Tengo muy buenos recuerdos de todos estos años. Fueron tres o cuatro años en los que luchamos muy duro por el campeonato y creo que fueron los mejores años de mi vida. Como digo, me gustaría ver a Valentino ganando hasta que se retire, y espero que este año empiece a luchar otra vez por el campeonato, o al menos por [la victoria] en algunas carreras”.

      En la entrevista completa con Sete Gibernau, que se puede ver en motogp.com, el ex piloto habla también de los contendientes por el título Dani Pedrosa, Marc Márquez y Jorge Lorenzo.

      • Avatar

        zukki

        25 Maggio 2013 at 11:41

        bravo Mike, ottima ricerca!

      • Avatar

        enea

        25 Maggio 2013 at 12:24

        grazie mike…

        Addirittura gibe riconosce il valore del valentino pilota…

        Ma altri sapientoni direbbero ancora gommine… ;)

        Bella mike ;)

        EneA

      • Avatar

        Mike58

        25 Maggio 2013 at 17:42

        ripeto raga se troviamo il modo di contattare in maniera privata nn ho nessun problema in passarvi il mio accaunt nel sito uffi.. così godiamo e beviamo dalla stessa fonte.

      • Avatar

        enea

        25 Maggio 2013 at 22:14

        ti ringrazio mike, ma ci rimetteresti solo tu… ;)

        Tienici informati comunque…;)

        EneA

  2. Avatar

    W_il_Sic

    23 Maggio 2013 at 19:24

    ….nel sorpasso subito da te la lamentela ci stava tutta…

    Ma in che film???
    Sono gare di moto, Mondiale MotoGp per giunta, mica il Campionato Mondiale di Centrini all’Uncinetto.
    Ma per favore!!!

    :-)))))))))))))))))))))))

  3. Avatar

    bibo

    23 Maggio 2013 at 19:57

    riguardati cosa hanno detto solo perche biaggi allargo un gomito nei confronti di rossi….

    • Avatar

      zukki

      23 Maggio 2013 at 20:20

      si infatti se uno ti butta sull’erba ai 200 orari che vuoi che sia..
      te lo ricordi il dito medio alla curva successiva?

  4. Avatar

    bibo

    23 Maggio 2013 at 20:29

    no, quello ti è rimasto impresso a te!!!!!!!!!!!!

    • Avatar

      zukki

      23 Maggio 2013 at 20:30

      si a ma molto!
      lo trovi su youtube in varie lingue, se lo gustano ancora in diversi paesi!

  5. Avatar

    bibo

    23 Maggio 2013 at 20:47

    si ma solo perchèti piaceva il dito…….

  6. Avatar

    bibo

    23 Maggio 2013 at 20:48

    zukki scherzavo!!!
    non prendertela!!!!!

  7. Avatar

    testoner

    23 Maggio 2013 at 21:53

    e’ tornato nostradamus!!!!!!!!!

  8. Avatar

    bibo

    24 Maggio 2013 at 19:57

    nell erba è il posto natiurale di chi vuol passare all esterno…almeno con me….
    :-)))))

  9. Avatar

    Lyon66

    24 Maggio 2013 at 22:27

    Ovvio che Gibernau non fosse obiettivo…, come chiedere a Casey se…, un domani Marc superasse Lorenzo al cavatappi di Laguna Seca… e lo stiancasse psicologicamente vincendo all’ultima curva… (questo fu)

    Lasciamo stare Marc e i vari dinosauri ritirati per età o famiglia.

    L’invidia è la più brutta bestia che ci sia: rode dentro!!!

    Possibile che si cominci già a rompere i ma@roni su Marquez perchè nonostante sia alle prime gare cerchi di stare coi primi senza se e senza ma?

    Ma per piacere, su…

    Gibernau poi…, ha anche tolto l’unica possibilità in carriera a Capirex (in MGP) di vincere il mondiale.

    Mah…

    • Avatar

      Mike58

      25 Maggio 2013 at 17:47

      cmq que ti correggo e devo dire al sito gp ufficiale è stato + che corretto ed un signore. Ovviamente nn è semo per niente e nn si è sporto ne su marquez ne su lorenzo ne sulla sua vicenda.
      ovviamente ha precisato che le regole ci sono per essere seguite e che bisognerebbe definire meglio i limiti.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati