MotoGP Preview Argentina: Vinales, “Riesco a sentire la pressione, ma questo mi motiva ancora di più”

Il pilota Yamaha, vincitore in Qatar, è carico e cauto per la seconda sfida del mondiale: l'Argentina

MotoGP Preview Argentina: Vinales, “Riesco a sentire la pressione, ma questo mi motiva ancora di più”MotoGP Preview Argentina: Vinales, “Riesco a sentire la pressione, ma questo mi motiva ancora di più”

Maverick Vinales MotoGP Argentina– Dopo la vittoria in Qatar, Maverick Vinales, si prepara alla seconda tappa del Motomondiale 2017: l’Argentina. Per il pilota Yamaha sarà una sfida tutta nuova, e completamente diversa rispetto a Losail. In quell’occasione lo spagnolo ha avuto la possibilità di trovare il giusto set up e il ritmo sin dai test pre stagionali tenutisi la settimana precedente. Sulla pista Sud America, invece, il Top Gun, non avrà a disposizione lo stesso tempo; sarà quindi interessante vedere come riuscirà a lavorare. Parte in ogni caso come favorito, ma la concorrenza sarà temibile.

Queste le parole di Maverick Vinales: “Dopo la stupefacente gara in Qatar sono molto entusiasta di tornare sulla mia M1 questo fine settimana a Termas de Rio Hondo. Adesso abbiamo la difficile sfida di continuare a fare buoni risultati, il Qatar è stata solo la prima gara delle 18. Riesco a sentire un po’ la pressione perché il livello dei miei avversari è molto alto, ma questo mi motiva ancora di più per continuare a lavorare duro. Dobbiamo essere cauti, passo dopo passo il lavoro e gara dopo gara.”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  • fatman ha detto:

    …bravo, bastona ancora sulle p@ll@ il geriatra…può solo sperare nel gommino serale
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati