MotoGP Le Mans Michelin: Gourbert, “I piloti hanno girato poco sull’asciutto, non ci aspettavamo una gara così”

Anche Michelin si unisce ai messaggi di supporto a Nicky Hayden e alla sua famiglia. L'americano è stato l'ultimo campione del mondo Michelin prima della regola del pneumatico unico

MotoGP Le Mans Michelin: Gourbert, “I piloti hanno girato poco sull’asciutto, non ci aspettavamo una gara così”MotoGP Le Mans Michelin: Gourbert, “I piloti hanno girato poco sull’asciutto, non ci aspettavamo una gara così”

Gp Le Mans MotoGP Michelin – Il Gran Premio di Francia, sul circuito Bugatti di Le Mans, aveva preoccupato non poco la casa francese. Il timore principale da parte di Michelin era che il nuovo asfalto potesse degradare troppo gli pneumatici. Timori poi svaniti sin dalla prima sessione asciutta, alla fine della quale tutti i piloti erano rimasti soddisfatti dal grip di pista e gomme. Le condizioni meteo sono state la vera e propria incognita del fine settimana, ma tutti i team, nonostante il poco tempo a disposizione, sono riusciti a trovare il set up ottimale e a far lavorare bene le gomme.

Per la gara, come ormai da regolamento, erano a disposizione dei piloti 3 mescole: Soft, Medium e Hard. Il vincitore della gara, Maverick Vinales, ha optato per coperture medie sie all’anteriore che al posteriore; così come il compagno di squadra, Valentino Rossi, caduto a tre curve dalla fine. Johann Zarco, che ha chiuso al secondo posto (primo podio in carriera) è sceso in pista con gomma media all’anteriore e soft al posteriore. La scelta ha permesso al pilota francese di allungare nei primi giri, ma a fine gara il degrado l’ha costretto a rallentare. Sul terzo gradino del podio, Dani Pedrosa, partito tredicesimo, ha corso con le stesse mescole scelte del francese.

Queste le parole di Nicolas Goubert, Direttore Tecnico e Supervisore del Programma MotoGP: “Innanzitutto, voglio inviare i migliori auguri per conto di Michelin e miei a Nicky Hayden e alla sua famiglia, e spero che si rimetta al più presto da quello che sembra essere stato un incidente molto grave. Nicky è uno sportivo esemplare e una grande persona anche lontano dalla pista. E’ stato l’ultimo campione del mondo Michelin prima della regola del pneumatico unico e ha un posto speciale nei cuori di tutti alla Michelin, quindi tutti speriamo per qualche buona notizia al più presto.

“Questo week-end è stato complicato dal clima bagnato e freddo durante i primi due giorni, quindi non c’è stata la possibilità per le squadre di fare il set up delle moto e ottenere informazioni dagli pneumatici. Nonostante questo, la pioggia ci ha dato preziosi dati sul bagnato, le gomme hanno funzionato bene nelle condizioni miste e abbiamo visto alcuni tempi impressionanti. Con il poco tempo che hanno avuto i piloti di girare sull’asciutto, non ci aspettavamo una gara così emozionante. Ancora una volta diversi piloti hanno scelto diverse opzioni, evidenziando la scelta che stiamo dando a tutti. Il nuovo asfalto ha mostrato buoni segni di grip quando abbiamo testato qui all’inizio di questo mese e la stessa cosa è avvenuta in gara. Abbiamo visto più volte battere il giro record del circuito, abbiamo anche assistito alla durata dei pneumatici, dato che il giro più veloce in gara è arrivato alla fine. Quel tempo del giro è impressionante, ma quando viene aggiunto al record della durata della gara diventa ancora più piacevole. La gara è stata eccitante e fino alla fine non hai avuto idea di chi potesse vincere, quindi è stato anche un grande spettacolo per i tifosi. Congratulazioni a Maverick per la sua vittoria e una speciale menzione a Johann per aver reso fiero la Francia! “

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati