MotoGP: Jorge Lorenzo “Quest’anno il mondiale sarà molto equilibrato perchè Honda e Yamaha si equivalgono”

Il campione del mondo in carica vede un 2013 all'insegna dell equilibrio

MotoGP: Jorge Lorenzo “Quest’anno il mondiale sarà molto equilibrato perchè Honda e Yamaha si equivalgono”MotoGP: Jorge Lorenzo “Quest’anno il mondiale sarà molto equilibrato perchè Honda e Yamaha si equivalgono”

Jorge Lorenzo in una intervista rilasciata a motocuatro.com parla della stagione che inizierà tra un mese in Qatar. Per il maiorchino sarà un anno molto combattuto, perchè ci saranno 4 piloti in grado di vincere le gare, lui Rossi, Pedrosa e Marquez, e perchè Honda e Yamaha mai come quest’anno sono molto simili come rendimento. Quindi, per il campione del mondo in carica, chi vorrà vincere in Qatar la gara d’esordio dovrà dare il 100% dall’inizio fino all’ultima curva.

“I test di Sepang sono andati abbastanza bene – ha affermato Jorge Lorenzo – siamo andati come lo scorso anno e alla fine del 2012 ho vinto il titolo, perciò anche quest’anno saremo li a giocarcela. Ancora ci manca un pò di motore, però in generale andiamo forte. Rispetto all’ultim gara di Valencia il telaio è migliorato e ora siamo più veloci di un due-tre decimi a giro, e migliorare così in un paio di mesi è molto buono. Ci manca solo un pò di motore che spero arriverà a breve o per metà anno. Mentre ho perso le speranze di provare quest’anno il cambio seamless. Quel cambio ci avrebbe fatto comodo gia in Qatar perchè permette alla moto di derapare di più, di impennare di più. Certo si tratta di guadagnare poco ogni giro, non so quanto esattamentema, ma sicuro con quel cambio lì guadagni qualcosa rispetto al cambio tradizionale”.
Lorenzo poi ha parlato anche della sua nuova conivivenza con Valentino Rossi e di Marc Marquez affermando “Devo dire che rispetto a due anni fa abbiamo un pò di comunicazione in più io e Valentino. Però come dico sempre, il motociclismo è uno sport molto individuale, dove una buona convivenza con il compagno di team non è molto importante. Però se c’è è meglio. Mi ha poi molto impressionato Marquez, ogni volta che sala sulla moto va più forte rispetto alla volta prima e sono sicuro che sarà tra i pretendenti alla vittoria gia in Qatar. Penso che chi vorrà vincere la prima gara dovrà dare il massimo fino all’ultima curva, perchè Honda e Yamaha si equivalgono”.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

9 commenti
  1. Stonami77

    5 Marzo 2013 at 09:32

    La Honda è un pelino avanti Jorge…

    • n75

      5 Marzo 2013 at 09:56

      Di solito lo dice anche lui, ora che dice che si equivalgono mi sa che c’è da preoccuparsi (e non so se creda d’essere avvantaggiato o svantaggiato)

    • Mike58

      5 Marzo 2013 at 15:55

      sono daccordo nn c’è niente da fare honda è sempre nº1 indiscutibile.

      lo sa anke lui ma deve un po’ di marketing alla casa..

  2. testoner

    5 Marzo 2013 at 10:05

    non penso che honda era ed e’ davanti a yamaha…lo scorso anno se non erro (facendo riferimento alle private)mi sembra che in assenza di un honda sul podio ci fosse fissa o quasi una yama privata.

    • n75

      5 Marzo 2013 at 11:20

      Come disse il buon Dani, penso che siano moto diverse, coi loro caratteristici punti di forza e punti deboli; difficile dire in assoluto che una sia migliore dell’altra.

      • testoner

        5 Marzo 2013 at 12:57

        su questo non ci piove… ogni moto ha i suoi punti di forza. pensa anche ducati ne aveva uno che gli e’ stato fatto togliere da qualcuno….

      • Mike58

        5 Marzo 2013 at 16:01

        TESTONER

        sono stati più pesci a perdere l’unico che gli dava utilità a quel vantaggio

  3. Stonami77

    5 Marzo 2013 at 11:45

    Entrambe sono moto da “titolo” però ritengo la Honda complessivamente migliore, non dimentichiamo la seconda trance di mondiale da parte di Dani del 2012, non voglio fare polemica però la Honda ha dovuto rivedere parte del progetto causa peso e nuova anteriore…e nonostante tutto andava a missile (chattering o meno). Inoltre la capacità di reazione in termini di tempistiche e di problem solving della casa alata è anni luce davanti…detto questo il campionato sarà equilibrato…ma la Honda rimane la moto con maggior potenziale in pista e cmq dipenderà molto dai Piloti come sempre..

    • Mike58

      5 Marzo 2013 at 15:59

      Totalmente daccordo.

      i vertici lavorano per rompere i cojoni alla honda che tra l’ altro anche così riesce sempre ad essere la più competitiva.

      Se non fosse per alcuni regolamenti che limitano il distacco..

      il distacco honda sarebbe pari a stoner in gara casa contro una privata..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati