MotoGP | I numeri e le statistiche di una storica stagione 2023

Masia in Moto3, Acosta in Moto2 e Bagnaia in MotoGP i Campioni del Mondo 2023

MotoGP | I numeri e le statistiche di una storica stagione 2023 MotoGP | I numeri e le statistiche di una storica stagione 2023

Moto3 – Moto2 – MotoGP 2023 – Una stagione che fa storia nei numeri, 15 piloti, 60 podi. L’era d’oro continua: nel 2023, 15 piloti – il 68,2% della griglia a tempo pieno – sono finiti sul podio del Gran Premio, eguagliando il record dall’introduzione della MotoGP nel 2002, stabilito nel 2020 e nel 2021.

Prosecco per tutti!

Ogni produttore è salito sul podio del Gran Premio nel 2023 e tre di loro hanno vinto gare del Gran Premio. KTM non ha vinto un Gran Premio, ma ha vinto due Tissot Sprint.

Potere Indipendente

Prima Pramac Racing ha conquistato il Campionato a squadre MotoGP, diventando il primo Team Indipendente a riuscirci nell’era della MotoGP. Anche Jorge Martin ha vinto la lotta per il miglior pilota dell’Independent Team.

Sono state 10 le vittorie dei Team Indipendenti nel 2023: quattro per Martin, tre per Marco Bezzecchi e una ciascuno per Alex Rins, Johann Zarco e Fabio Di Giannantonio. Prima del 2023, c’erano stati solo due eventi nell’era della MotoGP in cui i team indipendenti hanno occupato tutto il podio: Qatar 2004 e Portogallo 2020. In questa stagione è successo due volte in un anno: Argentina con Bezzecchi, vittoria con Zarco e Alex Marquez, e la Francia con Bezzecchi, questa volta davanti a Martin e Zarco.

La Ducati ha stabilito un record

La vittoria di Bagnaia a Valencia è stata la 17esima per Ducati nel 2023, un nuovo record per il maggior numero di vittorie in una stagione unica nella classe regina dello stesso produttore. Con Bagnaia e Zarco sul podio Ducati ha una serie di 46 Gran Premi MotoGP consecutivi con almeno un pilota sul podio.

Gli specialisti dello Sprint

Martin, vicecampione della MotoGP nel 2023, è il pilota che ha vinto più sprint in questa stagione, nove, davanti a Bagnaia (4), Brad Binder e Alex Marquez con due a testa, e Bezzecchi e Aleix Espargarò con uno a testa. Martin è l’unico pilota che ha segnato punti in ogni Sprint (19 Sprint), inclusi 14 podi.

Momenti fondamentali

GP del Portogallo: A. Espargaro ha fatto la sua 218esima partenza nella classe regina, portandosi al quarto posto nella classifica di tutti i tempi. Ha eguagliato le leggende della MotoGP come Dani Pedrosa e Nicky Hayden e da allora ha superato entrambi, anche se Pedrosa ne ha aggiunti altri due con wildcard a Jerez e Misano. Valentino Rossi guida la classifica con 372 partenze, davanti ad Andrea Dovizioso (248) e Alex Barros (245), con Aleix quarto a 237.

GP Argentina: Bezzecchi conquista la sua prima vittoria nella classe regina.

GP delle Americhe: Rins è diventato l’ottavo pilota a vincere con due fabbriche nell’era della MotoGP insieme a Jack Miller, Andrea Dovizioso, Casey Stoner, Jorge Lorenzo, Maverick Vinales, Max Biaggi e Valentino Rossi.

GP di Spagna: Bagnaia eguaglia Max Biaggi al quarto posto nella classifica degli italiani con più vittorie nella classe regina

GP di Francia: Le Mans ha battuto il record di tutti i tempi di presenze agli eventi della MotoGP con 278.805 spettatori durante il GP.

GP d’Italia: Bagnaia è diventato il primo pilota della stagione a fare il “Grande Slam” (pole, giro più veloce, vantaggio in classifica, passare ogni giro in testa e vincere la gara), lo aveva fatto anche l’anno scorso al GP di Spagna.

GP di Germania: Il pubblico di 233.196 spettatori durante l’evento è stato il più numeroso di sempre al Sachsenring e ha reso il Il GP di Germania l’evento sportivo più frequentato in Germania.

GP Olanda: Bagnaia ha vinto la sua 15esima gara in MotoGP al Dutch TT e ha eguagliato Andrea Dovizioso al terzo posto nella classifica degli italiani con il maggior numero di vittorie nella classe regina. Valentino Rossi è in testa con 89, davanti a Giacomo Agostini con 68.

GP di Gran Bretagna: Aleix Espargaro è diventato il nono vincitore diverso nelle ultime nove gare della MotoGP disputate a Silverstone a seguire Lorenzo (2013), Marquez (2014), Rossi (2015), Viñales (2016), Dovizioso (2017), Rins (2019), Quartararo (2021) e Bagnaia (2022).

David Alonso ha ottenuto la sua prima vittoria in Moto3, diventando il primo pilota colombiano a vincere un Gran Premio. La Colombia è diventata la tredicesima nazionalità diversa a vincere nella classe (la trentesima nei GP).

GP d’Austria: Bagnaia ha vinto il GP diventando il terzo pilota italiano più vincente nella classe regina. E’ stato anche il suo 50esimo podio in carriera. Ha fatto il doppio Slam, con la pole, il giro più veloce nella gara Sprint e GP, e ha vinto entrambe le gare.

GP della Catalogna: A. Espargaro ha ottenuto la sua terza vittoria in MotoGP dopo i GP di Argentina e GP di Gran Bretagna 2023. Questa è stata la terza vittoria di Aprilia nella classe regina.

GP di San Marino: la wildcard KTM e leggenda della MotoGP Dani Pedrosa ha fatto la storia, chiudendo al quarto posto per il migliore risultato per una wildcard in una gara sull’asciutto nell’era della MotoGP. Gli altri risultati comparabili sono stati conquistati sul bagnato: Akira Ryo salì sul podio a Suzuka nel 2002 e il suo compagno wildcard Shinichi Itoh arrivò quarto. Michele Pirro arrivò quarto a Valencia nel 2018, anche lì sul bagnato.

GP dell’India: Bezzecchi conquista il suo primo “Grande Slam”. Bagnaia è l’unico altro pilota ad averlo fatto nel 2023, due volte: Italia e Austria.

GP del Giappone: Marc Marquez è arrivato terzo e si è portato al quinto posto, superando la leggenda della MotoGP Angel Nieto dei piloti con più podi con 140, dietro a Jorge Lorenzo quarto con 152.

GP dell’Indonesia: Bagnaia ha vinto dopo essersi qualificato 13°, diventando il primo pilota a vincere una gara MotoGP sull’asciutto dopo una qualifica dal 12° (o inferiore) dal GP di Turchia del 2006, quando Marco Melandri vinse dopo essersi qualificato 14°. La vittoria del GP d’Indonesia è stata anche la 500esima vittoria per un pilota Michelin nella classe regina.

GP d’Australia: Zarco è diventato il secondo pilota a vincere un GP in MotoGP nel 2023 e il quinto vincitore francese della classe, insieme a Quartararo (11 vittorie), Régis Laconi (1), Christian Sarron (1) e Pierre Monneret (1). Ha anche il record di pilota con il maggior numero di podi nella classe regina senza vittorie insieme a Colin Edwards, che ne ha 12.

GP della Thailandia: Con 0.253 tra Martin e Bagnaia, che ha tagliato il traguardo in P3 prima di essere promosso in P2, è il quarto podio più vicino di tutti i tempi nella classe regina in una gara integrale. Gli unici podi con distacchi ravvicinati erano Phillip Island 1999 (0.124 tra Tadayuki Okada, Max Biaggi e Régis Laconi), Estoril 2006 (0.176 tra (Toni Elias, Valentino Rossi e Kenny Roberts Jr) e Phillip Island 2022 (0.224 tra Alex Rins, Marc Marquez e Francesco Bagnaia). Raul Fernandez ha concluso 15° a soli 15.093 secondi dal vincitore Martin, eguagliando il secondo posto nella top 15 più vicina di tutti i tempi del Qatar 2019. Solo Doha 2021 è stato più vicino (8.928).

GP della Malesia: Bastianini ha ottenuto la sua quinta vittoria in MotoGP, la prima dopo Aragon dello scorso anno. Sono tutte con la Ducati. E’ ora al quinto posto nella lista dei piloti Ducati con più vittorie con Martin, con due vittorie in meno di Loris Capirossi.

GP del Qatar: Di Giannantonio è diventato il terzo pilota a vincere un GP in Top Class in questa stagione e il 12° dalla gara di apertura del 2020 insieme a Fabio Quartararo, Brad Binder, Miguel Oliveira, Franco Morbidelli, Joan Mir, Jorge Martin, Francesco Bagnaia, Enea Bastianini, Aleix Espargaro, Marco Bezzecchi e Johann Zarco. Di Giannantonio è diventato il sesto vincitore diverso per la Ducati in questa stagione, stabilendo il record di più vittorie con lo stesso costruttore in un’unica stagione di classe regina.

GP di Valencia: Per la prima volta nell’era della MotoGP il Campionato del Mondo è stato deciso nelle ultime due stagioni di fila nell’ultima gara di Valencia. Non ci sono stati vincitori consecutivi di gare nel 2023. Questa stagione diventa la prima sin dalla prima stagione nel 1949 senza che nessun pilota ottenesse vittorie consecutive.

2.857.925: quasi 3 milioni di persone hanno partecipato agli eventi MotoGP nel 2023 (totale di tutti e 3 i giorni in tutti i circuiti). E’ una delle stagioni più frequentate di sempre e la prima metà della stagione ha stabilito un nuovo record di presenze con 1,6 milioni di fan che hanno affollato i cancelli.

4.7/5 - (43 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati