disattiva

MotoGP | Lin Jarvis (Yamaha) parla della penalizzazione di Quartararo

Il Campione della Yamaha dovrà scontare un long lap penalty a Silverstone

MotoGP | Lin Jarvis (Yamaha) parla della penalizzazione di QuartararoMotoGP | Lin Jarvis (Yamaha) parla della penalizzazione di Quartararo

GP Olanda Monster Yamaha MotoGP 2022 – Il Managing Director di Yamaha Motor Racing nonché Team Principal del Monster Energy Yamaha MotoGP ha espresso il suo disappunto sulla penalizzazione di Fabio Quartararo dopo i fatti di Assen.

Il Campione in carica della Yamaha è stato penalizzato con un long-lap penalty da scontare nella prossima gara di Silverstone a causa dell’incidente che ha visto coinvolto Aleix Espargarò.

Dichiarazioni Lin Jarvis Managing Director Yamaha Motor Racing su penalizzazione Fabio Quartararo

“Fabio Quartararo, il team Monster Energy Yamaha MotoGP e la Yamaha si sono sempre battuti per la correttezza e la sportività in MotoGP. Siamo delusi nel notare l’ineguaglianza con cui vengono applicate le sanzioni da parte dei commissari sportivi FIM MotoGP. Il team Monster Energy Yamaha MotoGP non è d’accordo con la decisione degli Steward Panel FIM MotoGP per le seguenti ragioni:

Sebbene Quartararo abbia ammesso di aver commesso un errore al quinto giro alla curva 5 di Assen, lo consideriamo un incidente di gara. Quartararo ha la reputazione di essere un pilota pulito, senza precedenti di incidenti. È stato un errore in buona fede senza intenzioni dolose. Riconosciamo che la gara di Aleix Espargarò è stata compromessa, ma la gravità dell’impatto è oggetto di congetture. Ritieniamo che lo Stewards Panel stia misurando la gravità degli incidenti di gara con standard soggettivi e incoerenti. L’incoerenza con cui le penalità vengono applicate dal panel dei Commissari Sportivi FIM MotoGP durante la stagione 2022 danneggia l’equità della MotoGP e la fiducia nella giurisdizione dei Commissari Sportivi. Ci sono stati almeno altri tre gravi incidenti di gara nella classe MotoGP (con conseguente ritiro dei piloti dalla gara e/o lesioni) che sono rimasti impuniti.”

Jarvis conclude: “Volevamo impugnare la decisione dei Commissari Sportivi di domenica sul circuito di Assen, ma questo tipo di penalità non può essere né oggetto di discussione né di ricorso. Volevamo quindi sollevare la questione, per principio, al CAS (Tribunale Arbitrale dello Sport), ma questo tipo di sanzione non è appellabile. Per queste ragioni, le decisioni corrette, equilibrate e coerenti dovrebbero essere prese in primo luogo dagli Steward ed eseguite entro un lasso di tempo corretto e ragionevole.”

“El Diablo” aveva definito il proprio “un errore da rookie” (qui le dichiarazioni post gara) e si era anche scusato nel post gara con il pilota spagnolo.

4.3/5 - (24 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati