MotoGP 2015: Sachsenring, uno dei circuiti più duri per la Bridgestone

Il fornitore unico porterà un'innovativa mescola asimmetrica all'anteriore

MotoGP 2015: Sachsenring, uno dei circuiti più duri per la BridgestoneMotoGP 2015: Sachsenring, uno dei circuiti più duri per la Bridgestone

Bridgestone MotoGP 2015 Sachsenring – Il motomondiale è pronto al giro di boa; al Sachsenring si disputerà infatti la nona delle diciotto gare in programma, in uno dei circuiti più duri per la Bridgestone, fornitore unico di pneumatici sino al termine della stagione (gli subentrerà la Michelin).

Le dieci curve a sinistra rispetto alle solo tre a destra, fanno si che il tracciato sia uno dei più impegnativi sulla spalla sinistra. Al contrario le poche curve a destra richiedono una spalla che tenga maggiormente la temperatura da quel lato.

All’anteriore verrà portata un’innovativa mescola asimmetrica che sarà identificata da una striscia blu, ma resteranno disponibili i classici anteriori simmetrici di mescola morbida, media e dura. L’anteriore asimmetrica è stata sviluppata appositamente per questo circuito dalle curve sinistra – destra molto “squilibrate” nel numero.

Per quanto riguarda il posteriore tutte le scelte saranno asimmetriche con gomma significativamente più dura sulle spalla sinistra. Honda e Yamaha avranno mescole medie e dure, mentre il resto del gruppo, Ducati compresa avranno a disposizione mescole morbide e medie.

“Per i nostri ingegneri quella del Sachsenring è una grande sfida. Per la prima volta porteremo un’anteriore asimmetrica su questo circuito. La Germania è un mercato molto importante per la Bridgestone e quindi è bene per mostrare la nostra abilità tecnica attraverso lo spettacolo della MotoGP – ha detto Hiroshi Yamada, Responsabile Bridgestone Motorsport – Abbiamo avuto pubblico da record nelle gare disputate sin qui, e solitamente al Sachsenring c’è grande partecipazione, quindi dovremmo trovare un’ambiente caldo.”

“Il Sachsenring è un circuito molto impegnativo per le gomme in quanto ha curve a lungo raggio dove le moto rimangono ad alti angoli di piega per lunghi periodi. In particolare, le curve a sinistra ad alta velocità generano una temperatura elevata nella spalla sinistra del pneumatico posteriore. Per soddisfare le esigenze di questo circuito, forniremo slick posteriori asimmetrici con mescole molto dure sulla spalla sinistra, mentre più morbide sulla spalla destra, dove c’è bisogno di mantenere la temperatura del pneumatico per la massima sicurezza nelle lente curve a destra – ha spiegato Shinji Aoki Manager, Bridgestone Motorsport Tyre Development Department – Davanti avremo una soluzione asimmetrica che sarà disponibile per la prima volta su questo impegnativo circuito. Questa mescola sarà disponibile nella versione media e soft per garantire ai piloti una vasta scelta per ogni condizione.”

Mescole disponibili:

Anteriore: soft, medie asimmetriche
Posteriore: Soft, Medium & Hard (asimmetrico)
Bridgestone da bagnato: soft (Principale), Hard (alternativa)

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  • Ronnie ha detto:

    Quest’anno Bridgestone non bada a spese…

    Allora ci saranno i normali pneumatici simmetrici all’anteriore Soft Media e Dura (rispettivamente fascia Bianca, senza fascia, e fascia Rossa).

    In più all’anteriore vi saranno altri 2 pneumatici asimmetrici nuovi di mescola Soft e Media (e qui non si capisce bene, entrambe con la fascia blu? quindi non si sa quale delle due porteranno monteranno se optano per la asimmetrica?)

    In ogni caso sembra che da Phililp Island dell’anno scorso hanno imparato che se portano un nuovo pneumatico asimmetrico, meglio non fare gli spilorci e darne 2 tipi diversi così che i piloti si sentano al sicuro per la gara.

    Con queste premesse probabilmente verrà scelto se non per le qualifiche probabilmente in gara da diversi piloti, se l’hanno fatto è perché sanno che funzionerà e permetterà di migliorare di parecchio le prestazioni.

    Vedremo a chi piacerà di più questo pneumatico anteriore. Penso che sia Pedrosa che Lorenzo potrebbero essere contenti della nuova asimmetrica Soft, mentre Rossi e Marquez potrebbero preferire la Hard, anche se il Sachenring non stressa oltremodo in frenata gli pneumatici, c’è solo una forte decellerazione.

    E’ quindi più legato alle temperature che ad un fatto di usura la scelta dell’anteriore.

    Pedrosa in passato è andato spesso molto bene su questo circuito ma anche Rossi Lorenzo e Marquez sono andati forti, Lorenzo è l’unico che non vi ha vinto una gara completa, ma è stato spesso veloce, anche se visti i risultati passati non parte come il favorito.

    L’assimetrica di phillip Island diede un grande vantaggio a Marquez l’anno scorso, lui la scelse e fece il vuoto, le Yamaha optarono per la mescola tradizionale e Rossi vinse solo perché la asimmetrica scelta da Marquez, con le temperature basse e il fatto che Marquez rallentò, perché aveva un ampio vantaggio, lo fecero cadere.

    Ora qui Bridgestone porta 2 asimmetriche con mescola morbida e media, quindi quel problema del raffreddamento o di condizioni troppo fredde non dovrebbe presentarsi, quindi le carte sono rimescolate.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP: Bridgestone Preview Dutch TT, Assen 2015

Appuntamento alla "Cattedrale" di Assen, uno dei circuiti con la velocità media più alta di tutto il mondiale
Condividi su WhatsAppBridgestone MotoGP 2015 Assen – Appuntamento con la storia per il motomondiale. Sabato prossimo si correrà infatti ad