Moto2 Argentina: Ancora una volta la sfortuna tira giu dal podio Morbidelli

Il migliore degli italiani è Pasini 10°, mentre 13° è Baldassarri e 18° Marini, il fratellino di Rossi

Moto2 Argentina: Ancora una volta la sfortuna tira giu dal podio MorbidelliMoto2 Argentina: Ancora una volta la sfortuna tira giu dal podio Morbidelli

Franco Morbidelli Lorenzo Baldassarri Luca Marini Moto2 2016 Gp Argentina – Gli italiani della Moto2 ancora una volta si battono con onore e non abbiamo nessuno dei nostri sul podio solo perchè a 2 giri dalla fine, Franco Morbidelli cade mentre lotta nel gruppo di testa con Sam Lowes. Il pilota del team Marc VDS è stato per tutta la gara con i primi 4, poi nei giri finali è scivolato passando su una pozzanghera e perdendo così un podio che meritava totalmente. Il primo degli italiani è così Pasini, ottimo 10°, poi abbiamo Baldassarri buon 13°, visto che oggi rientrava dalla doppia lussazione alle spalle subita in Qatar, mentre Marini chiude 18° su una pista dove non aveva mai corso.

“Ancora una volta ero in lotta per il podio – ha affermato Franco Morbielli – ma inanzitutto voglio chiedere scusa al mio team perchè era un’ottima opportunità ma l’ho persa. Stavo lottando duramente con Sam Lowes per le posizioni di vertice. Eravamo in piena bagarre ed ero davvero felice per come stava andando la gara, quando sono scivolato. Purtroppo sono passato su una pozzanghera ed ho perso l’anteriore. Fortunatamente tra 7 giorni si ritorna subito in pista e non vedo l’ora di andare in Texas per fare un bel risultato”

“Oggi è stata una gara un po’ falsata dalle condizioni – ha detto Lorenzo Baldassarri – mi sentivo competitivo, sono partito forte poi però ho preso troppi rischi e non riuscivo ad essere veloce in uscita di curva. Ho imparato comunque molte cose su come gestire la gara in queste condizioni, ringrazio il team, la VR46 Riders Academy e la Clinica Mobile che mi sono stati molto vicino dopo l’infortunio”

“È stata una gara molto difficile per via delle condizioni precarie dell’asfalto – ha concluso Luca Marini – Ho imparato tanto perché mi sono trovato a battagliare con dei piloti molto forti ed aggressivi. Mi dispiace un po’perché mi sentivo di poter arrivare in zona punti ma abbiamo perso troppo tempo a sorpassarci; queste sono le competizioni. Adesso analizziamo questa gara per arrivare pronti per Austin, un’altra pista nuova per me ma molto stimolante. Ringrazio il Forward Racing e la VR46 Riders Academy che mi stanno supportato tanto”

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati