MotoGP: Il caldo di Le Mans ha influenzato le prestazioni della Honda? Ecco le spiegazioni Bridgestone

Bridgestone debrief Gran Premio di Francia

MotoGP: Il caldo di Le Mans ha influenzato le prestazioni della Honda? Ecco le spiegazioni BridgestoneMotoGP: Il caldo di Le Mans ha influenzato le prestazioni della Honda? Ecco le spiegazioni Bridgestone

Bridgestone MotoGP Le Mans – Il Gran Premio di Francia classe MotoGP è stato caratterizzato in gara da temperature molto più alte rispetto ai giorni di prova. Nella terza sessione di prove libere ad esempio la temperatura era di 13°, mentre domenica in gara si è raggiunta una temperatura massima di 42°.

Quest’innalzamento ha aiutato Valentino Rossi a stabilire il nuovo record del circuito (1’32.879), mentre il tempo totale è stato battuto da Jorge Lorenzo di ben diciannove secondi. A pagarne le conseguenze sembrerebbero essere state solo le Honda, con Marc Marquez che ha sofferto tantissimo e che alla fine ha chiuso quarto e lontano dai primi. Ecco a tal proposito il parere di Masao Azuma, Chief Engineer Bridgestone Motorsport Tyre Development Department.

“Domenica in gara è stato molto più caldo e anche se la variazione di temperatura non ha avuto un effetto notevole sulle prestazioni complessive degli pneumatici, sembra che i 21° di aumento della temperatura della pista rispetto alle qualifiche possa aver compromesso il setup di alcune moto. Le Mans è un circuito a bassa aderenza ed è particolarmente sensibile quando si tratta di trovare la miglior prestazioni degli pneumatici. In gara la maggior parte dei piloti ha usato la stessa combinazione di pneumatici slick, mescola morbida anteriore e posteriore, ma alcuni piloti hanno detto che il feeling era molto diverso in gara. Sembrerebbe quindi che alcune moto si siano adattate meglio di altre a quest’innalzamento di temperatura. Alcuni piloti (tra cui Marc Marquez, ndr) si sono lamentati dello scarso feeling con l’anteriore, soprattutto nella fase iniziale della gara, e questo può accadere quando i piloti spingono con il pieno di benzina. I primi tre classificati hanno però girato molto forte, battendo sia il tempo in gara che quello del record sul giro, quindi c’è la dimostrazione che si poteva andare comunque forte.

Nonostante la temperatura della gara sia stata molto più alta rispetto alle prove, nessun pilota ha scelto l’anteriore medio, come se lo spiega?

“A causa delle condizioni fresche di venerdì e sabato, nessun pilota ha potuto utilizzare la mescola media in prova. Sono sicuro che se fosse stato possibile sarebbe stata un’opzione anche per la gara. Un altro fattore è che con la mescole morbida si sono trovati molto bene.”

Mescole disponibili:
Anteriore: Extra-soft, Soft e Media
Posteriore: Extra-soft, Soft & media (Asimmetrica
Bridgestone wet tyre compounds: Soft (Main) & Hard (Alternative)

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

4 commenti
  • ueueue ha detto:

    Cosa vuoi che ne sappiano questi della bridgestone…

    Se Vale è arrivato secondo è solo merito del gommino e della gomma che ha in testa certa gente..dopo 35 anni passati ad andare in moto sulle bburago…
    Questa volta Vale sarà stato anche più fortunato per le temperature…ma ha sfruttato l’occasione..alla grande senza se e senza ma..

    bravissimo nella guida..alla faccia di tutti i rosiconiiiiiii!

    …eh per un fermo e fare pure il record della pista…ci deve essere sotto qualcosa vero rosiconi ?!

  • Lyon66 ha detto:

    Io ho visto in anteprima l’ombrellina Giucas Casella che dal labiale sembrava pronunciasse… “quando lo dirò io…”

    E il Carmelo in giro per i box a obbligare tutti a mettere benzina verde nei serbatoi tranne che a Vale…

    Ahahahah, qui tra allergie alle graminacee e Valentinine acuta son bei momenti, come direbbe Enea.

    Per me Vale potrebbe anche arrivare ultimo quest’anno che mi ha già dimostrato che è di un’altra.

    Sono gli altri che devono ancora dimostrare…

    In questo mondo di fenomeni… trallallà…

  • nandop6 ha detto:

    Questa è la risposta che cercava testoner.

  • ueueue ha detto:

    ..vedrai che con tutta la sua esperienza e prove certe screditerà quello stolto di Masao Azuma, Chief Engineer Bridgestone Motorsport Tyre Development Department..

    ..appoggiando la teoria del gommino, del complotto e della magia domenicale..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati