Moto3: Matteo Ferrari “Al Sachsenring buona gara, ma possiamo ancora migliorare”

Abbiamo intervistato il pilota del Team Italia, che ha detto la sua anche sulla partenza della MotoGP

Moto3: Matteo Ferrari “Al Sachsenring buona gara, ma possiamo ancora migliorare”Moto3: Matteo Ferrari “Al Sachsenring buona gara, ma possiamo ancora migliorare”

Abbiamo intervistato Matteo Ferrari, rider del San Carlo Team Italia, reduce dall’ottimo weekend del Sachsenring, che lo ha visto protagonista e terminare il Gran premio di Germania nella Top Ten in sella alla sua Mahindra. Ecco cosa ci ha raccontato riguardo a quella gara, a quelle future passando per le sue vacanze e la MotoGP.

Matteo, il weekend del Sachsenring è stato positivo, sei arrivato nella Top Ten, raccontaci le tue impressioni.

“Sono abbastanza contento, già dal venerdi così come ad Assen abbiamo trovato un buon setup che ci ha aiutato molto e che ci ha permesso di lavorare su centralina, e mappature motore per stare vicini ad Honda e KTM. Nella qualifiche ho ottenuta una buona posizione e peccato per la pioggia, altrimenti sarei potuto finire più avanti. L’obiettivo è stato comunque centrato e partendo più avanti ho avuto benefici anche in gara.”

Sei arrivato molto vicino alla sesta posizione, un risultato molto importante.

“Si, ho tagliato il traguardo a soli tre decimi dal sesto! peccato ma ci sta. ora speriamo di fare bene anche nelle prossime gare.”

Questa competitività trovata e anche “figlia” delle caratteristiche del circuito?

“Sicuramente ci ha aiutato, ma sono stati fatti anche dei passi avanti, soprattutto dal punto di vista dell’elettronica che ci hanno aiutato.”

Parliamo della “famigerata” curva 11, la Waterfall, la più “pericolosa” del Sachsenring e forse di tutto il mondiale.

“Con la Moto3 la soffriamo di meno perchè siamo a tutto gas e nelle massima piega. E’ comunque una curva difficile e lo dimostra la caduta di Vazquez. Si arriva con la gomma fredda a destra e diventa molto pericolosa. Dovevano modificarla, spero che lo facciano per il prossimo anno.”

Prossimo appuntamento il 10 agosto ad Indianapolis, cosa ti aspetti?

“Lo scorso anno ad Indy ero andato bene, era arrivato il mi primo punto mondiale. Anche a Brno e Silverstone ero andato bene, quindi spero di ripetermi.”

Arriverà qualche novità dalla Mahindra?

“Qualcosa dovrebbe arrivare, speriamo che possa aiutarci ad avvicinarci ancora ai primi.”

Parliamo della MotoGP. Hai visto la partenza? Pochissime moto in griglia e big nella pitlane, che ne pensi?

“Secondo me hanno avuto un pò paura. Quello che ha avuto più “palle” è stato Bradl, anche se poi in gara è stato penalizzato dall’assetto della sua moto. Tutti però potevano fare come lui, evitando una griglia semi-deserta e una partenza dalla pitlane davvero pericolosa.”

Torniamo a te, dove andrai in vacanza?

“Visto che noi piloti siamo sempre in giro credo che rimarrò a casa. Relax e allenamento, perchè ad Indy voglio essere al 110%.”

Bene, buone vacanze e in bocca al lupo per il proseguo della stagione.

“Grazie e crepi il lupo!”

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati