MotoGP | Stoner su Rossi: “I miei successi hanno avuto più valore perché c’era lui in pista”

L'australiano ha aggiunto: "Ho imparato da lui dentro e fuori dalla pista"

MotoGP | Stoner su Rossi: “I miei successi hanno avuto più valore perché c’era lui in pista”MotoGP | Stoner su Rossi: “I miei successi hanno avuto più valore perché c’era lui in pista”

Era da tanto tempo che non si vedeva Casey Stoner nel paddock della MotoGP. Il due volte campione del mondo questo weekend ha voluto partecipare (in qualità di spettatore d’eccezione, ndr) al Gran Premio di Portimao e per l’occasione, ha concesso una conferenza stampa ai media.

Dichiarazioni Casey Stoner su mondiale 2021

“E’ stato molto interessante. Diversi marchi e piloti sul podio specialmente quest’anno quando magari ti aspettavi i soliti ad essere davanti e invece hanno fatto fatica, oppure gente che non ti immaginavi essere lì a combattere, ha vinto delle gare. Vederlo dalla TV è stato fantastico ma avrei voluto vedere più costanza da parte di alcuni piloti. Immagino però che il format attuale dia ad alcuni piloti che non sempre sono davanti più fiducia in certi weekend”.

Dichiarazioni Casey Stoner su Ducati e mondiale sfumato

‎‎”Per molto tempo sono stati vicini ad avere il pacchetto completo e a portare a termine il lavoro. Dobbiamo vedere un po’ più di costanza, magari una moto che si adatti a tutte le piste. Abbiamo sempre avuto questo problema, tutti i costruttori hanno piste più favorevoli e meno. Quindi Ducati ha solo bisogno di essere più costante e avere un pacchetto più facile in determinati momenti. Ma sono sempre stati molto, molto vicini. ‎Se tutto va nella giusta direzione, possono vincere un campionato. Ma, Yamaha produce grandi pacchetti anno dopo anno e poi Marquez se è nella giusta forma… sono molto difficili da battere. E’ necessario l’intero pacchetto per lavorare insieme e a volte può essere difficile”.

Dichiarazioni Casey Stoner su mancanza delle gare

“Probabilmente avrei voluto tornare solo per il giorno delle qualifiche, non mi è mai piaciuto il giorno della gara. A volte è stato bello e facile e tutto è andato bene. Ma quando sei al limite di queste cose, è così facile commettere errori. Era quello il mio focus, non fare ‘casino’ perché c’era un intero team di persone che si aspettavano qualcosa da me. Così ho imparato ad affrontare meglio i miei ultimi anni e non ho dovuto preoccuparmi tanto di questo. Ma non ho avuto davvero il desiderio o la voglia di correre di nuovo. ‎ Mi sono sempre piaciute le prove e le qualifiche, soprattutto nei fine ‎settimana. Devi andare più forte che puoi per un giro o due. A volte mi ha dato più brivido un giro perfetto che una vittoria, perché in gara non si va mai forte come si può, devi sempre gestire gomme, carburante… gestisci sempre la situazione e sembri uno stupido se vai e cerchi di andare il più forte possibile e ti schianti. Quindi c’era sempre un limite mentre in qualifica, la maggior parte del tempo hai avuto modo di scatenarti. E’ stato molto divertente”.

Dichiarazioni Casey Stoner su Valentino Rossi e rivalità

“Se Valentino amasse ancora il suo modo di guidare, non si sarebbe fermato. Io non avrei potuto farlo perché per me, correre è vincere. Accettavo ancora il fatto che a volte non potevo vincere, ma allo stesso tempo, il motivo per cui mi alzavo la mattina per correre, era vincere. E quindi farei davvero fatica a non correre in modo competitivo e mi è mancato Valentino davanti. Penso che negli ultimi due, tre anni mi sarebbe piaciuto vederlo combattere con i ragazzi, le gare avrebbero potuto essere incredibili. Io e Valentino abbiamo avuto delle battaglie incredibili, abbiamo avuto una rivalità ‎fantastica. Alcuni punti positivi e negativi, alcune cose sono andate per la mia strada e altre cose in realtà no. Ma c’era una cosa che è stata fantastica nel correre con Valentino, ed è che ho imparato da lui, sia in pista che fuori dalla pista con i suoi media. Era sempre molto esperto, molto intelligente, molto astuto. Quindi ho avuto modo di imparare un sacco di cose. E penso anche che i miei risultati nella mia carriera abbiano avuto più valore perché ho corso contro di lui nella sua epoca”.

3.5/5 - (2 votes)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati