Moto3 Silverstone: Bulega 5°, sfortuna per Migno e Dalla Porta

Il romagnolo è stato centrato da un altro pilota ed il toscano ha sofferto fisicamente

Moto3 Silverstone: Bulega 5°, sfortuna per Migno e Dalla PortaMoto3 Silverstone: Bulega 5°, sfortuna per Migno e Dalla Porta

GP Silverstone Moto3 GP – grandi emozioni in casa Sky Racing Team Vr46 con Nicolò Bulega ed Andrea Migno che hanno lottato a lungo nel gruppo di testa.
Bulega ha poi chiuso con un ottimo 5° posto che gli consente di salire a 100 punti in classifica generale e di occupare ora la quinta posizione, prima fra i rookie.
Molto sfortunato Andrea Migno che, autore di una bellissima rimonta, a soli due giri dalla fine è stato centrato da Jorge Navarro che lo ha fatto cadere mentre era nel gruppo dei migliori.
Lorenzo Dalla Porta, all’esordio con lo Sky Racing Team Vr46, ha iniziato molto bene la gara, perdendo poi pian piano terreno a causa del ripresentarsi di un dolore alla spalla.

“Non ho avuto un ottimo scatto al via – ha spiegato Nicolò Bulega – ma fin dalle prime battute ho trovato un buon ritmo. Ho ricucito il gap con il gruppo di testa e ho lottato nella bagarre fino all’ultima curva. All’ultimo giro ho dato il massimo e ho centrato ancora una volta la Top5. Sono carico, non vedo l’ora di tornare in pista settimana prossima”.

“Abbiamo fatto davvero un gran lavoro per tutto il weekend, non ci siamo mai arresi e abbiamo trovato il setting giusto per la gara – le parole di Andrea Migno. Sono partito forte, ho recuperato diverse posizioni e mi sono riportato nel gruppo di testa. A due giri dalla fine, quando ero in lotta con i primissimi, Navarro è caduto davanti a me e non ho potuto fare niente per evitarlo. Sono risalito in sella e ho finito la gara. Peccato, cercherò di rifarmi a Misano”.

“Sono partito bene e mi sono agganciato al gruppo dei più forti – ha raccontato Lorenzo Dalla Porta – ma dopo qualche tornata il male alla spalla ha iniziato a farsi sentire. Soffrivo particolarmente nelle curve 14, 15, e 16 e in quel tratto perdevo molti decimi ogni giro. Non riuscivo a spingere quanto avrei voluto, ma nonostante il dolore, sono riuscito a tagliare il traguardo. Nel complesso abbiamo fatto un buon lavoro e possiamo fare un ulteriore step a Misano”.

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati