Moto3 | GP Portimao 2: Acosta Campione del Mondo, “Nel giro d’onore ho solo pianto”

Acosta ha aggiunto: "Ringrazio la KTM, all'inizio della stagione non avevo una squadra e mi hanno dato una famiglia"

Moto3 | GP Portimao 2: Acosta Campione del Mondo, “Nel giro d’onore ho solo pianto”Moto3 | GP Portimao 2: Acosta Campione del Mondo, “Nel giro d’onore ho solo pianto”

Moto3 GP Algarve Portimao – Pedro Acosta ha vinto oggi il Gran Premio dell’Algarve, diventando Campione del Mondo della classe Moto3 nella sua stagione da rookie. L’ultimo a riuscirci nella classe più “piccola” del Motomondiale era stato Loris Capirossi.

Il 17enne spagnolo del Team KTM Red Bull Ajo, soprannominato lo “Squalo di Mazarrón”, nonostante una partenza dalla 14esima posizione è stato autore di una gara da incorniciare, anche se alla fine è stato “aiutato” da Darryn Binder, che ha buttato fuori Dennis Foggia (Honda Leopard), unico pilota che era ancora in lizza.

Una vittoria comunque meritata per un pilota che alla fine dello scorso anno era praticamente senza moto e che ha dimostrato di essere un Campionissimo.

Dichiarazioni Pedro Acosta Campione del Mondo GP Algarve Portimao 2021

“Non posso dire molto. Ho passato l’ultimo giro a piangere. Posso solo ringraziare tutto il team, Aki, KTM e Red Bull, perché all’inizio della stagione non avevo una squadra e mi hanno dato una famiglia. Non ho molto altro da aggiungere, l’unica cosa che posso fare è ringraziare tutti coloro che ogni giorno mi hanno inviato un messaggio di incoraggiamento, affinché io credessi in me stesso. A tutte quelle persone che dall’ombra mi sostengono ogni giorno, mio padre, mia madre, la mia famiglia, tutti. Questo campionato è dedicato a loro, sono loro che hanno reso possibile tutto questo, vincere questo Campionato. Nel giro d’onore non ho pensato a nulla. Ho solo pianto. Nell’ultimo giro ho tirato fuori tutto e ho pensato a come è stato l’anno scorso. Meno di un anno fa non avevo una squadra, ma Aki e la Red Bull non mi hanno dato una squadra, mi hanno dato una famiglia che si è fidata di me da quando sono salito su questa moto. E sono fiduciosi da quando ho iniziato a vincere, quando non stavo andando bene a metà anno e non hanno mai perso il sorriso. Ecco perché penso di non aver vinto questo campionato da solo, abbiamo vinto tutta la squadra, perché senza di loro non sono niente. È stato vinto da tutti quelli che mi accompagnano giorno dopo giorno per dare quel di più, per essere lì, per non perdere la concentrazione.”

5/5 - (2 votes)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati