MotoGP Misano Warm Up: Marquez in testa, bene Iannone, Rossi è sesto

Il campione in carica della Honda ha preceduto Lorenzo e Iannone, Dovizioso è ottavo

MotoGP Misano Warm Up: Marquez in testa, bene Iannone, Rossi è sestoMotoGP Misano Warm Up: Marquez in testa, bene Iannone, Rossi è sesto

MotoGP 2015 GP San Marino Warm Up – E’ di Marc Marquez il miglior tempo del warm up della classe MotoGP al Misano World Circuit Marco Simoncelli.

Il campione in carica della Honda ha fermato il cronometro sul tempo di 1:32.504, staccando di oltre sei decimi il poleman Jorge Lorenzo. Terzo tempo per Andrea Iannone, in sella alla Ducati GP15. Il pilota di Vasto ha girato in 1:33.153, andando a precedere di 0.143s la Honda dello spagnolo Dani Pedrosa.

Valentino Rossi è sesto, dietro Pol Espargarò e davanti a Bradley Smith, entrambi su Yamaha del Team Tech 3. Il campione pesarese è ad oltre un secondo da Marquez, un distacco elevato, ma considerando che il pilota della Honda ha dato 0.614s al suo team-mate Lorenzo, la situazione sembra meno pesante di quanto dimostra il cronometro.

Andrea Dovizioso con la seconda Ducati GP15 è ottavo, davanti alla Honda Factory del britannico Scott Redding e alla Ducati GP15 del tester Michele Pirro.

Danilo Petrucci con la Ducati GP14.2 del Team Pramac è diciannovesimo, mentre Alex de Angelis, con la ART dello Iodaracing e Claudio Corti con la Yamaha Open del Forward Racing sono rispettivamente in ventiquattresima e ventiseiesima posizione.

Foto: Alex Farinelli

MotoGp Warm Up Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - Risultati Warm Up

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    13 Settembre 2015 at 10:41

    Marquez con l’uscita con la seconda moto con gomme nuove è andato molto forte più di Lorenzo e Rossi, bisognerà vedere se l’ha fatto con il pieno di benzina e con un assetto che può reggere per tutta la gara.

    Lorenzo è partito molto forte e sembra aver avuto un degrado lineare, non è chiaro se ha spinto al massimo o si è tenuto margine.

    Rossi non è altrettanto veloce perde molto nei primi giri, ma poi sembra mantenere una certa costanza.

    Da un lato in Yamaha hanno puntato più sulla distanza gara, dato che Rossi e Lorenzo non sono rientrati ai box, ma questo vuol anche dire che non hanno più nulla da inventarsi.

    Rossi continuava a perdere molto nel terzo settore e sembrava meno incisivo nel quarto, quindi è comunque al limite con l’assetto, non sono riusciti a trovare nuove soluzioni sembrerebbe.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati