MotoGP: Bridgestone al Sachsenring con tante novità

Il fornitore unico porterà pneumatici asimmetrici e nuove mescole

MotoGP: Bridgestone al Sachsenring con tante novitàMotoGP: Bridgestone al Sachsenring con tante novità

Il GP di Germania è uno di quelli più stressanti per gli pneumatici. L’appuntamento è quindi molto delicato per la Bridgestone, soprattutto dopo quanto avvenuto ad Assen. La casa giapponese porterà diverse novità, tra cui un anteriore extra-hard, gomma che non si vedeva dalla gara d’apertura del Qatar. Le mescole disponibili saranno le seguenti:

Anteriore: Soft, Medium, Extra-Hard.

Posteriore: Medium, Hard (Asymmetric)

Da bagnato: Soft (Main), Hard (Alternative)

Il circuito tedesco è caratterizzato da ben 10 curve a sinistra contro tre sole a destra. Questo squilibrio ha portato i tecnici giapponesi a portare una posteriore asimmetrica con mescola media  e dura. Inoltre, a causa dello stress degli pneumatici, il circuito tedesco insieme a Phillip Island è uno degli unici due circuiti in calendario che richiede la fornitura di speciali pneumatici slick posteriori che sono specificatamente sviluppati per far fronte alla generazione di temperature eccezionalmente elevate.

“Il Grand Prix tedesco è fuori standard sia a causa del suo senso anti-orario, sia a causa del layout con molte curve a sinistra ed è sempre stato caratterizzato da gare molto serrate – ha detto Hiroshi Yamada – Manager, Bridgestone Motorsport Department – E ‘anche un evento significativo per la Bridgestone in quanto la Germania è un mercato molto importante per noi e mi fa molto piacere che i tifosi locali abbiamo un loro idolo,  Stefan Bradl. Mentre ci avviciniamo al giro di boa della stagione Casey e Jorge sono appaiati in classifica e quindi le prossime due gare saranno molto combattute in quanto entrambi cercheranno di prendere il sopravvento, mentre Dani (Pedrosa) ha vinto la gara del 2011 ed ha un buon record su questo circuito, quindi mi aspetto di vederlo protagonista in questo weekend.”

“Il Sachsenring è un circuito tecnico che ha numerose curve a sinistra e dove si va in senso antiorario. Si comincia con due lente curve a destra prima di aprirsi in una serie ad altissima velocità di curve lunghe a sinistra – ha aggiunto Shinji Aoki – Manager, Bridgestone Motorsport Tyre Development Department – Queste curve a sinistra, combinate con l’asfalto molto abrasivo necessitano di un setup della moto equilibrato, è facile infatti surriscaldare il lato sinistro delle gomme, in particolare nella parte posteriore. Anche se questo circuito è uno di quelli con velocità medie più basse di tutto il calendario, il suo layout genera alcune delle temperature più alte ma registrate durante tutta la stagione sulla spalla sinistra del pneumatico, mentre la spalla destra è posta ad uno stress considerevolmente minore e deve mantenere la temperatura adeguata durante un giro. Questo significa che non solo dobbiamo fornire pneumatici posteriori asimmetrici con mescole molto più efficaci sulla spalla sinistra, ma anche che si utilizza uno speciale metodo di costruzione per le slick posteriori per garantire al pneumatico di gestire le condizioni estreme di questa pista. Proprio come in Qatar, la superficie della pista abrasiva ci ha portato a fornire l’extra-hard sul pneumatico anteriore, che  al Sachsenring sarà affiancato da mescole medie e morbide.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati