MotoGP: La Suzuki in pista a Sepang con Bautista e Hopkins

MotoGP: La Suzuki in pista a Sepang con Bautista e HopkinsMotoGP: La Suzuki in pista a Sepang con Bautista e Hopkins

Il Team Rizla Suzuki sarà in pista a Sepang con due piloti. Ad Alvaro Bautista verrà affiancato infatti John Hopkins, ex pilota del motomondiale e quest’anno nel BSB, British Superbike. Per lo statunitense è la terza wild card della stagione, anche se ad onor del vero a Brno cadde in prova e non disputò quindi la gara. Per lui è una grande occasione, nel 2012 vorrebbe infatti rientrare in pianta stabile nella MotoGP.

Álvaro Bautista:
“Dobbiamo lasciarci alle spalle il risultato di domenica scorsa e concentrarci su tutti gli aspetti positivi che ci ha lasciato la gara. La prestazione della moto è stata ottima in Australia e su un circuito che ci ha sempre posto delle difficoltà in passato, per cui se riusciamo a continuare in questa direzione in Malesia saremo davvero contenti. L’anno scorso a Sepang abbiamo fatto una buona gara e abbiamo buoni punti di riferimento anche dai test di quest’inverno quindi mi aspetto di essere competitivo. Se la fortuna ci assisterà un po’, finalmente otterremo il risultato che tutti meritiamo, dopo tutta la fatica e tutti i progressi fatti quest’anno.”

John Hopkins:
“Sono in partenza per Sepang e sono concentrato solo sulla MotoGP! Quando sono andato a Brno stavo ancora disputando il campionato inglese di Superbike e la mia priorità era quella, ora invece sono totalmente concentrato nel fare del mio meglio per Rizla Suzuki, il team e per me stesso. Voglio tornare a gareggiare in MotoGP full-time e non vedo l’ora di salire sulla moto per dimostrare quello che so fare. Ho visto le prestazioni di Álvaro nelle ultime gare e la GSV-R sembra un gioiellino ora, la Suzuki e i ragazzi del team hanno fatto proprio un buon lavoro e sono impaziente di montare in sella Il dito mi fa ancora male, ma non sarà un problema, sono così contento di essere di nuovo qui ed è qui che voglio stare!”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati