MotoGP: Andrea Dovizioso, “Pedrosa ha fatto un errore, Iannone era annebbiato”

Il "Dovi" ha parlato degli incidenti con Iannone e Pedrosa, del suo futuro e di quello di Lorenzo

Il forlivese ha aggiunto: "La Ducati non è mai stata così competitiva, neanche quando vinceva con Stoner."
MotoGP: Andrea Dovizioso, “Pedrosa ha fatto un errore, Iannone era annebbiato”MotoGP: Andrea Dovizioso, “Pedrosa ha fatto un errore, Iannone era annebbiato”

MotoGP 2016 Ducati – Andrea Dovizioso è uno dei piloti più corretti del motomondiale al pari di Dani Pedrosa, due “Signori” del paddock, come pochi ce ne sono in giro. Qualcuno potrebbe obiettare che proprio la mancanza di “aggressività” non li ha fatti ancora resi vincenti nella classe regina, ma restano pur sempre due campioni del mondo (Pedrosa ha tre titoli, uno in 125 e due in 250, mentre Dovizioso ne ha uno in 125).

Domenica scorsa ad Austin Dovizioso è stato centrato incolpevolmente da Pedrosa, che perdendo il controllo della sua Honda RC213V aveva preso in pieno il Dovi. Entrambi finiti a terra, era stato l’italiano a rimanere dolorante a terra. Pedrosa era subito corso a sincerarsi delle condizioni del pilota della Ducati, andando poi successivamente al box per scusarsi di nuovo con il forlivese e con tutta la sua squadra. Una scena totalmente diversa da quella vissuta una settimana prima, quando Dovizioso venne “falciato” dal suo team-mate Andrea Iannone, che però al contrario dello spagnolo non si era scusato. Ecco il “DesmoDovi” pensieri a proposito dei due fatti. Alla domanda del collega Paolo Ianieri della Gazzetta dello Sport “Più facile digerire l’incidente con Pedrosa che con Iannone” ha così risposto.
“Indubbiamente. È palese quel che è successo, parliamo di due soggetti diversi che approcciano le gare con mentalità diversa. Il danno è stato uguale, ma Andrea è entrato in quell’ultima curva annebbiato, non sapendo se ne usciva. Pedrosa ha solo fatto un errore. Il mio compagno lo conosco, so come corre, non è la prima volta. Si fa pochi problemi, magari può chiedere scusa, ma lo fa per modo di dire, in modo diverso da Dani”.“.

Sul possibile arrivo di Lorenzo in Ducati e sul fatto se sia il pilota giusto ha detto: “Non posso dirlo di nessuno, perché la Ducati è particolare. La base, il carattere è sempre quello, poi la moto è migliorata tanto, adesso ci vanno forte in tanti. Ed è una soddisfazione personale: sono arrivato qui che nessuno la voleva, ora trovane uno che non la vorrebbe. Per questo, per me, non guidarla nel 2017 sarebbe un progetto non finito.”

Infine sul suo futuro: “Sono molto tranquillo: cosa deciderà Ducati non lo so, io sarò comunque sereno. Le persone in Ducati sanno cosa è successo negli ultimi 4 anni, Gigi lo ha visto in questi 3, hanno tutti i dati per capire le caratteristiche dei piloti, il lavoro di sviluppo, l’approccio, la professionalità. Se sceglieranno me, è perché condividono il mio ragionamento, il mio metodo di lavoro. Dovessero scegliere diversamente, sarò ugualmente sereno. Ho sofferto tantissimo in questi anni, ma adesso siamo qui con una Ducati mai stata così competitiva, neanche quando vinceva con Stoner.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

46 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    13 Aprile 2016 at 16:01

    Ha ragione al 100 per 100, i due incidenti sono diversi, Iannone è entrato alla speraindio, Pedrosa ha sbagliato la frenata ingannato anche dal lungo di Dovizioso che se avesse avuto la giusta traiettoria anche con la caduta di Pedrosa non sarebbe stato colpito.
    Comunque Dovizioso può stare tranquillo perchè mi giocherei gli attributi che Lorenzo ha sicuramente detto la sua sulla scelta e la Ducati con un Lorenzo da mondiale si terrà il collaudatore più in gamba.

  2. Avatar

    Alecx

    14 Aprile 2016 at 09:52

    Cosa intende per piu competitiva di quando c’era Stoner? Stoner ci ha vinto un mondiale e ha vinto delle gare, mentre Dovizioso è ben lontano dal farlo. Stoner ha almeno mezzo secondo in meno di lui nel polso, quindi se questa Ducati la guidasse Stoner, sicuramente potrebbe seriamente vincere il mondiale. E anche come collaudatore secondo me non c’è paragone, Stoner è nettamente migliore di Dovizioso. La Ducati anche con la miglior moto non è detto che vinca il mondiale con Dovizioso e Iannone.

    • Avatar

      Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

      14 Aprile 2016 at 14:14

      Te lo spiego io tontolone.
      Dovizioso si riferiva al fatto che la Ducati attuale è superiore in termini di prestazioni di sola moto, a quella che aveva Stoner ai tempi, in cui vinceva gare e il mondiale nel 2007.

    • Avatar

      Ronnie

      14 Aprile 2016 at 14:30

      La Ducati di oggi corre contro le altre moto a parità di pneumatici.

      La Ducati vinceva anche nel 2006 e Stoner non c’era…

      Le Bridgestone facevano di Ducati una moto vincente.

      La nel 2006-2007-2008 era una buona moto, ma erano gli pneumatici a fare la differenza per renderla al pari delle altre, e chiaramente un pilota vincente su tutta la stagione.

      Ora la Ducati se al gioca alla pari con gli avversari come moto, ciò che gli manca è un pilota vincente su tutto l’arco della stagione.

      Dovizioso non può vincere il mondiale perché non vince sufficienti gare, per ora non ne vince proprio, anche se andando a podio, se ci andava poteva essere li, poi gli mancano gli acuti.

      Si è visto l’anno scorso in un mondiale tiratissimo, la differenza le hanno fatte le gare vinte, Rossi ne ha vinte meno Lorenzo di più, questo ha permesso a Lorenzo di recuperare e vincere il mondiale.

      Dovizioso e Iannone non sono superiori a Rossi, e nemmeno a Lorenzo e Marquez, questo ora priva la Ducati della possibilità di puntare al mondiale secondo me.

      Però va riconosciuto che la moto, inteso come il pacchetto creato da Ducati oggi, senza le gomme, è più performante di quello che aveva Stoner nel 2007-2008-2009-2010 e che ha avuto Rossi in seguito nel 2011-2012 e poi Dovizioso successivamente.

      Oggi Ducati se la gioca alla pari sembrerebbe con le altre moto, perlomeno nelle prime gare è stato così, vedremo come va avanti.

      • Avatar

        nandop6

        14 Aprile 2016 at 14:37

        A Lorenzo è stato marquez a permettergli di vincere il mondiale e due vittorie gli sono state regalate, Malesia e Valencia.

      • Avatar

        nandop6

        14 Aprile 2016 at 15:29

        Chiedo scusa 1 vittoria Valencia.

      • Avatar

        Ronnie

        14 Aprile 2016 at 20:35

        Marquez o non Marquez se Lorenzo arrivava secondo a Valencia avrebbe comunque vinto il mondiale a pari punti perché aveva vinto di più di Rossi.

        Se Rossi voleva vincere il mondiale nel 2015 doveva vincere più gare, su questo c’è poco da discutere.

        Biscotto o non biscotto, per vincere i mondiali bisogna vincere tante gare, almeno 5 o 6, almeno…

        Solo Hayden ha vinto un mondiale vincendo 2 gare negli ultimi 10 anni :)

        Con così tanti piloti bravi la differenza oltre alla costanza e ai piazzamenti a podio la fanno le vittorie.

      • Avatar

        Durim

        14 Aprile 2016 at 20:52

        Scusa Ronnie..ma che stai a dire? Il mondiale lo deve vincere chi a fine delle 18 gare ha più punti. E’ così che funziona.
        Nel 2013 marquez ha vinto il mondiale con 6 gare contro Lorenzo che ne ha vinte 8 e per di più infortunato. Il suo sarebbe stato meritato mentre quello di Rossi no? Che poi uno deve vincere “almeno 5-6 gare” dove sta scritto? Lo hai deciso tu?!

        In un campionato equilibrato e stra competitivo come quello dello sorso anno, dove Lorenzo ne ha vinte 7,marc 5, Rossi 4 e pedrosa 2, è normale che non c’è stato un dominatore con 12-14 vittorie. E se Rossi non fosse stato per Marc, avrebbe fatto 4 vittorie, ma probabilmente 17/18 podi. E fidati che Rossi si è meritato il mondiale scorso molto più di Lorenzo, tanto è che fino a 3 gare dalla fine e con un campionato regolare, era a +18 (lorenzo se ha perso punti è stato per demerito suo, nessuno lo ha falciato).

        PS: Smettila di dire cavolate, sarebbe ora di finirla ronnie ;)

      • Avatar

        nandop6

        14 Aprile 2016 at 22:39

        Ronnie
        Rossi è arrivato in Australia con +18 e se Marc fosse stato corretto l’avrebbe aumentato, il mondiale era già chiuso. Le vittorie non determinano chi vince il mondiale, Marquez con una vittoria più di Rossi gli è arrivato dietro e di molto. Saluti.

      • Avatar

        cujo

        14 Aprile 2016 at 23:59

        Certi discorsi sono come il cacio su uno spaghetto allo scoglio….. Ma dai
        Ti voglio ricordare, anche se è la ctagoria inferiore, Biaggi ha vinto il mondiale con 3 vittorie, è arrivato alla fine con un punto o mezzo punto, non ricordo di preciso, però è arrivato davanti, quindi cosa vuol dire le vittorie, conta anche quante volte in più arrivi alla bandiera a scacchi rispetto agli avversari

      • Avatar

        Ronnie

        15 Aprile 2016 at 13:16

        Aia ai ai come ve la prendete…

        Io non sto parlando di chi se lo merita, e nemmeno che si può vincere vincendo meno gare.

        IO STO PARLANDO DI MATEMATICA…

        NON STO PARLANDO DI DOMINARE IL MONDIALE…

        Tirate le somme degli ultimi 15 anni di MotoGP e ditemi quanti GP ha portato a casa chi ha vinto il mondiale, e chi è arrivato secondo.

        Ditemi quante volte chi ha vinto meno gare ha vinto il mondiale?

        Se Rossi voleva vincere il mondiale, e per vincere il mondiale dico essere certi di vincerlo, doveva vincere più gare PUNTO.
        Marquez o non Marquez, il confronto l’anno scorso era con Lorenzo e se voleva vincere il mondiale, non parlo di meritarselo o caxxate varie, dico VINCERLO doveva battere Lorenzo o altri piloti più spesso e portare a casa punti che lo avrebbero messo al riparo.

      • Avatar

        Ronnie

        15 Aprile 2016 at 13:25

        Questo è il punto su cui deve lavorare Rossi quest’anno e i prossimi anni se vuole ancora vincere un mondiale.
        Deve vincere più gare, almeno 6 guardando le passate stagioni, 6 gare e molti piazzamenti a podio senza cadute ti danno la quasi certezza matematica di vincere, è la soglia da superare per puntare al mondiale.

        Vince 5 o 4 o meno gare e la tua possibilità di portare a casa il mondiale si riduce drasticamente e devi sperare in errori e infortuni di altri piloti.

      • Avatar

        nandop6

        15 Aprile 2016 at 13:38

        Ronnie
        Non è questione di prendersela, il problema è che non ci arrivi, Rossi in Australia aveva la possibilità di battere Lorenzo e non solo Rossi ma anche Iannone, questo significa che il gap di 18 punti che aveva Rossi sarebbe aumentato, le ultime due gare Rossi le correva su Lorenzo in scioltezza. E’ matematico.

      • Avatar

        cujo

        15 Aprile 2016 at 14:28

        sembra che da p. island in poi la gente si sia addormentata e non ha visto nulla, ci rinuncio anche a ri-dire sempre le stesse cose…

      • Avatar

        Ronnie

        15 Aprile 2016 at 19:47

        Se Rossi voleva vincere doveva vincere più gare, il mondiale l’ha perso all’ultima gara, gli bastavano 6 punti in più di Lorenzo.

        Che piaccia o no a Sepang Lorenzo è arrivato davanti, ed è probabile che ci arrivasse anche senza Marquez, a Valencia per come è andata, ancora una volta Lorenzo sarebbe arrivato davanti a Rossi, e a Phillip Island per quanto Marquez possa aver fatto l’elastico non era detto che Rossi potesse attaccare Lorenzo.

        In poche parole con il gioco sporco di Marquez o senza il gioco sporco di Mrquez Rossi aveva margini troppo ristretti. Se fosse stato più veloce e al passo con Lorenzo in svariati GP avrebbe vinto con più facilità, e avrebbe vinto il mondiale.

        Non riconoscere che Rossi se vuole il mondiale deve andare più forte in gara e vincere più gare, dimostra una certa cecità, come coloro che sostengono che Marquez a Sepang non ha fatto apposta a rallentare Rossi, o come chi sostiene che Marquez non era sufficientemente veloce a Valencia per attaccare Lorenzo.

        Non è una questione di merito o meno, è che se vuoi vincere il mondiale, non puoi permetterti di arrivare all’ultima gara e perderlo per 5 punti o a pari punteggio. Ve lo ripeto, quanto spesso negli ultimi 15 anni ma se vogliamo mettiamocene anche 16 o 20, quante volte chi ha vinto meno gare del secondo ha vinto il mondiale?

        Quante gare vinte sono state necessarie minimo per portare a casa un mondiale?

      • Avatar

        nandop6

        16 Aprile 2016 at 09:23

        Ronnie
        Voglio farti due conti ipotetici di come potevano andare le cose se Marquez avesse fatto le sue gare, in Australia Rossi era a +18 su Lorenzo, in quel circuito Rossi sarebbe arrivato sicuramente davanti a Lorenzo ma mettiamo il peggior risultato per Rossi cioè Rossi 3° e Lorenzo 4°, Rossi saliva a +21, Malesia abbiamo visto che la Honda era imbattibile per cui 1° Marquez, 2° Pedrosa mettiamo 3° Lorenzo e 4° Rossi (peggior risultato per Rossi), Rossi scende di nuovo a +18, arriviamo a Valencia con Rossi a +18, mi spieghi come poteva perdere il mondiale?????

        Voglio fare un altro calcolo alternativo, Australia risultato invariato per cui Rossi andava come successo effettivamente a +11, Malesia 1°e2° le Honda mettiamo nel peggiore delle ipotesi Lorenzo 3° e Rossi 4°, arriviamo a +8, ultima gara Valencia 1° Marquez 2°Pedrosa, 3° Lorenzo, 4° Rossi, Mondiale a Rossi con +5. Correggimi se ho sbagliato qualcosa.

      • Avatar

        nandop6

        16 Aprile 2016 at 09:31

        Ronnie
        Voglio ricordarti che il mondiale non lo vince sempre chi vince il maggior numero di gare, l’esempio te plo ha dato anche Marquez con 5 vittorie, 1 più di Rossi. Quando rischi in gara per vincere ti può andare bene ma ti può anche andare male per cui quando ti va bene vinci ma quando ti va male cadi e non prendi neanche un punto perdendo il mondiale. Dipende da quello che un pilota vuole, a Rossi alla sua età interessa il mondiale per cui campionato da ragioniere.

      • Avatar

        nandop6

        16 Aprile 2016 at 15:36

        Cari anti, fegato alla pesarese con contorno di cetriolini.

      • Avatar

        Ronnie

        16 Aprile 2016 at 16:08

        nando se mi prendi i casi di Marquez al primo anno di MotoGP con infortunio di Lorenzo, e poi va la ti aggiungo Hayden nel 2006 con 2 vittorie, come esempi a difendere la tesi che non bisogna vincere al meno 5 o 6 gare e vincerne più del secondo per portare a casa il mondiale, dimostri soltanto che per una questione di probabilità negli ultimi 15 o 20 anni, effettivamente se vuoi avere la certezza di vincere il mondiale devi vincere parecchie gare.

        Inoltre confermi il fatto che anche Marquez per vincere un mondiale strano, ha dovuto vincere 5-6 gare…

        Devi comprendere una cosa nando, chi vince una gara prende più punti di tutti, questo vuol dire che in quella gara arriva davanti, toglie punti agli altri perché nessuno gli arriva davanti, e da ad altri posizioni che garantiscono meno punti.

        In poche parole Rossi con una sola vittoria in più in un qualsiasi GP vinto da Lorenzo si sarebbe portato a casa la certezza quasi matematica della vittoria, con 2 vittorie in più avrebbe certamente vinto il mondiale, indifferentemente se fosse stato un GP in cui Lorenzo vinceva o arrivava in altre posizioni.

      • Avatar

        nandop6

        16 Aprile 2016 at 19:07

        Ronnie
        Mi arrendo, l’esempio di Marquez delle 5 gare vinte una in più di Rossi era riferita al mondiale 2015, con una vittoria più di Rossi è arrivato dietro. Ti ho spiegato con due possibili dinamiche che il mondiale 2015 l’avrebbe vinto al 99 per cento Rossi però puoi pensarla come vuoi.

      • Avatar

        Ronnie

        16 Aprile 2016 at 22:33

        nando sono punti di vista, secondo me senza ciò che Marquez ha palesemente fatto perlomeno a Sepang e Valencia, Lorenzo aveva comunque un 30-40% di possibilità di vincere il mondiale.

        Al di là di quanto ha fatto Marquez, e quanto ha fatto Rossi per mettersi in quella situazione, Lorenzo aveva più dell’1% di possibilità di vincere il mondiale a 3 GP dalla fine.

        Però sono punti di vista.
        Ora io dico solo che se Rossi vuole vincere il mondiale così come per poterlo vincere l’anno scorso, deve vincere più gare.

        Quest’anno probabilmente più che in altri anni, visto che è già caduto, come anche Lorenzo.

        E’ pensabile che cadrà anche Marquez e cadranno ancora altri piloti, ma è altrettanto vero che cadranno ancora anche loro, visto gli pneumatici.

        Quindi diventa di vitale importanza vincere più gare possibili. Inoltre Marquez per ora sembra riuscire a mettere in pratica quello che dice di aver imparato, ovvero che oltre a vincere ora si accontenterà anche di qualche piazzamento a podio, quindi diventa più difficile per tutti.

        Inoltre come avevo detto prima che iniziasse la stagione, la Honda è e resta competitiva, perlomeno con Marquez lo è, e penso che come avveniva in passato, in qualche GP lo sarà anche con Pedrosa, i valori non sono cambiati moltissimo, la Honda sembra addirittura averci guadagnato per il momento malgrado sembra che patiscano di più degli altri un’elettronica più primitiva, mentre Yamaha forse è quella che ci ha guadagnato meno, visto anche quello che riesce a fare Ducati.

        Penso che Yamaha e Ducati siano probabilmente le 2 moto migliori per ora, però i loro piloti non riescono a sfruttare le gomme come sta facendo Marquez. Rossi è quello che sta sfruttando in un certo senso meno le gomme rispetto a Lorenzo e Marquez, per ora sembra che chi si è preso più rischi nella scelta degli pneumatici e ha fatto scelte più strane sia stato ripagato da questa scelta, vedremo se nel tempo anche Rossi azzarderà qualcosa o punteranno sempre sul sicuro.

      • Avatar

        cujo

        17 Aprile 2016 at 14:26

        così, tanto per farti rileggere quello che scrivi, ed è dall’inizio che contesti….

        “Inoltre Marquez per ora sembra riuscire a mettere in pratica quello che dice di aver imparato, ovvero che oltre a vincere ora si accontenterà anche di qualche piazzamento a podio, quindi diventa più difficile per tutti”

      • Avatar

        Ronnie

        17 Aprile 2016 at 20:21

        cujo cosa c’è di contrastante?

        Io non ho mai detto che bisogna puntare alla vittoria a tutti costi e stendersi, perché è ovvio che non si vince il mondiale…

        rileggi quanto ho scritto e vi troverai frasi del tipo: non basta fare piazzamenti per avere la certezza di vincere un mondiale.

        Io oltretutto ho parlato di Rossi e di come lui deve vincere di più se vuole portare a casa il mondiale.

        Rossi nel 2016 o era meno competitivo e veloce di Lorenzo in alcuni GP chiave, oppure non ha preso rischi sufficienti. E’ stato il suo modo di correre, però così facendo, ha perso il mondiale.

        Lorenzo alla fine rischiava di più per recuperare e è stato premiato, anche grazie alla lotta che Marquez ha innescato con Rossi, ma Lorenzo è andato più forte e ha recuperato punti più volte su Rossi.

        Quindi per Marquez se guardiamo alla scorsa stagione ma anche alla precedente, deve cadere meno, vincere le gare che può vincere ma non stendersi quando non può farcela.

        Rossi invece deve vincere di più, la costanza è buona, cade poco, ma deve vincere di più.

        Ad ogni pilota si applica una ricetta diversa.

        Lorenzo l’anno scorso è caduto e ha avuto ciò che ha definito dei problemi tecnici, un po’ come Rossi li ha avuti nell’ultima gara, però Lorenzo ha saputo vincere più gare e fare risultati migliori per chiudere il gap.

        Per come è cominciato quest’anno il mondiale, sia Rossi che Lorenzo dovranno vincere più gare e arrivare davanti a Marquez, lo stesso vale per Dovizioso e Iannone se vogliono mirare al mondiale.

        Marquez dal canto suo deve cadere il meno possibile o non cadere affatto.

      • Avatar

        Ronnie

        17 Aprile 2016 at 20:23

        Rossi nel 2015, non 2016

      • Avatar

        cujo

        17 Aprile 2016 at 22:21

        no, non ho voglia, a me basta la prima e nemmeno tutta….

        nando, lascia perdere, tanto nonlo sa più nemmeno lui a cosa si voleva riferire…

      • Avatar

        nandop6

        18 Aprile 2016 at 07:42

        cujo
        Si l’ho già detto, mi arrendo, non si riesce a fargli capire che i mondiali si vincono anche con la testa, per lui devi vincere per forza tante gare rischiando di cadere, gli ho fatto due esempi matematici di come poteva andare il mondiale 2015 penalizzando Rossi nel secondo esempio ma rimane convinto che non è per colpa di Marquez che Rossi l’ha perso ma perchè doveva vincere più gare, non capisce che Lorenzo era obbligato a vincere perchè doveva rimontare punti invece Rossi no, non capisce che se serviva Rossi nelle tre ultime gare poteva rischiare di più ma che Marquez non glie lo ha permesso. Mha! Va bene ugualmente, alla prossima.

      • Avatar

        nandop6

        18 Aprile 2016 at 07:48

        Ronnie
        Guarda ti voglio dare ragione, diciamo che un pilota per vincere il mondiale con sicurezza deve vincere tutti e 18 i GP. Ok????????

    • Avatar

      nandop6

      14 Aprile 2016 at 14:31

      Mi permetto anche io, Ducati 2007 10 vittorie, 2008 6 vittorie, 2009 4 vittorie, 2010 3 vittorie, 2011 0 vittorie, 2012 0 vittorie, 2013 0 vittorie, 2014,2015 sempre 0 vittorie ma moto nettamente migliorata, 2016 a detta di Stoner moto da mondiale. Vedere Capirossi, Melandri, Barberà, Haiden e anche Rossi.

    • Avatar

      nandop6

      14 Aprile 2016 at 15:26

      Stoner come collaudatore non concordo assolutamente.

      • Avatar

        cujo

        14 Aprile 2016 at 15:34

        Stoner è un bravissimo pilota che spesso ha guidato sopra ai problemi, anche vincendo proprio per le sue qualità.

        nemmeno io lo reputo un collaudatore

  3. Avatar

    cujo

    14 Aprile 2016 at 12:27

    a me sempre che si riferisca prettamente alle qualità della moto……..

    e poi dicono che i canarini sono suscettibili…..

  4. Avatar

    supermariacion

    14 Aprile 2016 at 23:54

    Pretenzioso, in HRC hai fatto tanto quanto in ducati…nulla! Mentre altri ci vincevano il titolo. La wsbk ti aspetta.

  5. Avatar

    cujo

    15 Aprile 2016 at 00:34

    Una riflessione personale
    Quest’anno ci sono solo 21 piloti, l’anno scorso 28….. A buon intenditor

  6. Avatar

    gigetto

    15 Aprile 2016 at 09:14

    che goduria, fegatini.

  7. Avatar

    nandop6

    15 Aprile 2016 at 15:01

    Si quelli vostri. :)

  8. Avatar

    gigetto

    15 Aprile 2016 at 22:18

    Fegatini ai cetriolini per altri 3 annini? Si dai, se si comporta bene il Cetriolone 2015 che fa parte delle “lezioni di vita per primedonne sopravvalutate” vi sarà risparmiato.

    • Avatar

      nandop6

      16 Aprile 2016 at 15:32

      Ma ti rileggi quello che scrivi? Ultimi tre anni, 2013 rientro in Yamaha Rossi male 4°, 2014 bene Rossi 2°, 2015 benissimo Rossi 1°.
      Magari continuasse così.

  9. Avatar

    supermariacion

    15 Aprile 2016 at 23:28

    smettila di sparlare del buon dovizioso!

    • Avatar

      gigetto

      16 Aprile 2016 at 02:18

      Haahahaha fantastico! Vi siete fatti mettere in riga pure da Ronnie. Certo, un po’ prolisso, ma vi ha cetriolati di brutto pure lui, che meraviglia.
      Ho notato poi che uno di voi cucumber-ready people, ha lo sfintere particolarmente stretto, e i suoi miagolii nel buio sono musica per le mie orecchie…

      • Avatar

        nandop6

        16 Aprile 2016 at 09:54

        Rileggi sopra, ho risposto cercando di far capire chi si meritava il mondiale 2015 ma non pretendo di leggere commenti diversi da quelli che avete già espresso, non c’è più cieco di chi non vuol vedere.

      • Avatar

        cujo

        16 Aprile 2016 at 14:31

        nando, ma lascia perdere, non sanno più cosa scrivere

        topogigio poi, sogna cetrioli

      • Avatar

        gigetto

        16 Aprile 2016 at 21:09

        e fegatini :DDD

      • Avatar

        nandop6

        17 Aprile 2016 at 10:27

        Grandi, ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha
        ahahahahahahah…….

  10. Avatar

    nandop6

    18 Aprile 2016 at 08:13

    Ronnie
    Te lo riposto con qualche miglioria.
    Voglio farti due conti ipotetici di come potevano andare le cose se Marquez avesse fatto le sue gare, in Australia Rossi era a +18 su Lorenzo, in quel circuito Rossi sarebbe arrivato sicuramente davanti a Lorenzo ma mettiamo il peggior risultato per Rossi cioè 1° Marquez, 2° Iannone, Rossi 3° e Lorenzo 4°, Rossi saliva a +21, in Malesia abbiamo visto che la Honda era imbattibile per cui 1° Marquez, 2° Pedrosa mettiamo 3° Lorenzo e 4° Rossi (nel peggiore delle ipotesi), Rossi scende di nuovo a +18, arriviamo a Valencia con Rossi a +18, mi spieghi come poteva perdere il mondiale?????

    Voglio fare un altro calcolo alternativo con Rossi ancora più penalizzato, Australia risultato invariato per cui 1° Marquez, 2° Lorenzo, 3° Iannone e 4°Rossi, Rossi andava come successo effettivamente a +11, Malesia 1°e2° le Honda Mettiamo nel peggiore delle ipotesi Lorenzo 3° e Rossi 4°, arriviamo a +8, ultima gara Valencia 1° Marquez 2°Pedrosa, 3° Lorenzo, 4° Rossi (sempre nel peggiore delle ipotesi), Mondiale a Rossi con +5. Correggimi se ho sbagliato qualcosa.
    Se però un fulmine nella gara 5 (una a caso)avesse colpito Rossi e non avesse potuto finire la gara avrebbe dovuto vincere due gare in più.

    • Avatar

      gigetto

      18 Aprile 2016 at 19:22

      ehhehe, grande rosicamento! tutto sudaticcio a spulciare wikipedia con la calcolatrice…che sordida visione…tanto il cetriolo c’è, è grosso, e ti occupa tutto lo “spazio” :DDDD

      • Avatar

        nandop6

        19 Aprile 2016 at 08:58

        Ahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        ahahahahahahahahahahahahahahahahahah
        Chi è che rosica? Solite rispostine di chi non sa cosa rispondere davanti all’evidenza, non lo ammetterete mai ma Rossi è il più grande di tutti i tempi.
        Continua così, 21° mondiale, sarai al tuo quarto o quinto trapianto di fegato.
        Ahahahahahahahah………

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati