MotoGP | Caso doping Iannone: condanna di 18 mesi per il pilota dell’Aprilia

L'Aprilia tramite Massimo Rivola ha fatto sapere che sosterrà l'appello del pilota

MotoGP | Caso doping Iannone: condanna di 18 mesi per il pilota dell’ApriliaMotoGP | Caso doping Iannone: condanna di 18 mesi per il pilota dell’Aprilia

Motomondiale MotoGP Iannone Aprilia – La FIM ha reso nota la sentenza sulla vicenda doping che aveva visto coinvolto il pilota Andrea Iannone, che era stato trovato positivo al nandrolone durante un controllo avvenuto nel Gran Premio della Malesia 2019.

Al pilota dell’Aprilia sono stati inflitti diciotto mesi di squalifica (fine pena 16 Giugno 2021). Dalla sentenza si rileva come la tesi della contaminazione alimentare portata avanti dalla difesa del pilota sia stata riconosciuta e quindi anche la totale assenza di dolo e la accidentalità, ma restano i diciotto mesi di sospensione.

Il pilota che si era sottoposto anche all’analisi del capello, che aveva dato esito negativo, aveva già fatto sapere che in caso di condanna avrebbe fatto ricorso al CAS (Court of Arbitration for Sport).

L’Aprilia ha fatto sapere di essere totalmente dalla parte di Iannone, ecco cosa ha detto l’amministratore delegato di Aprilia Racing Massimo Rivola.

Dichiarazioni Massimo Rivola Aprilia su vicenda doping Andrea Iannone

““La sentenza ci lascia sconcertati per la pena inflitta ad Andrea ma anche molto soddisfatti nelle sue motivazioni. I giudici hanno riconosciuto la totale buona fede di Andrea e la inconsapevolezza nella assunzione confermando la tesi della contaminazione alimentare. Per questo la pena inflitta non ha alcun senso, alla luce delle motivazioni scritte dagli stessi giudici Andrea avrebbe dovuto essere assolto, come sempre è capitato agli altri atleti contaminati, ma questo quadro ci lascia tante speranze per il ricorso che auspichiamo sia molto veloce. Rivogliamo Andrea in sella alla sua Aprilia RS-GP, saremo al suo fianco fino alla fine di questa vicenda e lo sosterremo nel suo appello.”

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    fatman

    1 Aprile 2020 at 20:40

    Al geriatra non avrebbero dato un giorno di squalifica…vergognoso…

  2. Avatar

    TONYKART

    2 Aprile 2020 at 00:45

    ma il geriatra la usa a scopo terapeutico,gli fa meno male a prenderlo nel cvlo sotto effetto di droghe ahahahahahah

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati