MotoGP | Gp Qatar 2 Gara: successo di Quartararo, battuti Zarco e Martin

Per il pilota della Yamaha si tratta della quarta vittoria in Top Class

MotoGP | Gp Qatar 2 Gara: successo di Quartararo, battuti Zarco e MartinMotoGP | Gp Qatar 2 Gara: successo di Quartararo, battuti Zarco e Martin

MotoGP Gp Qatar 2 Gara – Fabio Quartararo dopo le difficoltà di domenica scorsa si riscatta con gli interessi e vince di forza il Gran Premio di Doha, seconda gara del del Motomondiale 2021, disputata sempre al Losail International Circuit.

Il pilota della Yamaha, partito male così come il suo team-mate Maverick Vinales, ha effettuato una bellissima rimonta, culminata negli ultimi giri con il sorpasso al pole-man Jorge Martin, rookie Ducati Pramac, giunto alla fine terzo dietro al nuovo leader del mondiale, il suo team-mate Johann Zarco.

Si tratta della quarta vittoria in Top Class di Quartararo, la prima al di fuori dei confini spagnoli, dove aveva ottenuto le altre tre vittorie.

Una gara che la Ducati avrebbe potuto vincere così come domenica scorsa e che invece vede sul podio le Desmosedici del Team Pramac, con le ufficiali relegate al sesto e nono posto con Francesco Bagnaia e Jack Miller.

“Pecco” ha pagato una brutta partenza e soprattutto un errore in staccata a pochi giri dalla fine che lo hanno escluso dalla lotta per la vittoria.

Il #63 della “Rossa” a due ruote è stato preceduto dalla Suzuki di Alex Rins e dalla Yamaha di Maverick Vinales, con quest’ultimo che come Bagnaia paga un errore in staccata.

Settimo Joan Mir, giunto ai ferri corti con Jack Miller; prima un’entrata del Campione del Mondo sull’australiano e poi una brutta manovra del #43 della Ducati sulla curva che immette sul rettilineo, anche se alla fine sono state considerate entrambi incidenti di gara, senza nessuna penalità.

La miglior KTM è quella di Brad Binder, ottavo davanti a Miller e all’Aprilia di Aleix Espargarò. Enea Bastianini in sella alla Ducati del team Avintia chiude undicesimo, subito davanti alla Yamaha Petronas di Franco Morbidelli.

A punti anche le Honda Repsol di Pol Espargarò e Stefan Bradl e la KTM di Miguel Oliveira. Gara opaca di Valentino Rossi, che partito dalla penultima posizione dopo le disastrose qualifiche, chiude sedicesimo, fuori dalla zona punti, dove troviamo anche suo fratello Luca Marini (rookie Ducati Avintia) 18esimo e Danilo Petrucci, 19esimo con la KTM del Team Tech 3.

Dopo due gare Zarco guida la classifica iridata con 40 punti contro i 36 di Vinales e Quartararo, i 26 di Bagnaia, i 23 di Alex Rins e i 22 del Campione in carica Joan Mir. Valentino Rossi raccoglie solo 4 punti nelle due gare disputate in Qatar ed è 14esimo in classifica, così come il suo team-mate Franco Morbidelli.

MotoGp Gara Losail - GP Doha - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 20 Fabio Quartararo Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp 42:23.997
2 5 Johann Zarco Ducati Pramac Racing +1.457
3 89 Jorge Martin Ducati Pramac Racing +1.500
4 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar +2.088
5 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +2.110
6 63 Francesco Bagnaia Ducati Ducati Lenovo Team +2.642
7 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar +4.868
8 33 Brad Binder Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +4.979
9 43 Jack Miller Ducati Ducati Lenovo Team +5.365
10 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +5.382
11 23 Enea Bastianini Ducati Avintia Esponsorama +5.550
12 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt +5.787
13 44 Pol Espargaro Honda Repsol Honda Team +6.063
14 6 Stefan Bradl Honda Repsol Honda Team +6.453
15 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +8.928
16 46 Valentino Rossi Yamaha Petronas Yamaha Srt +14.246
17 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu +16.241
18 10 Luca Marini Ducati Sky Vr46 Avintia +16.472
19 9 Danilo Petrucci Ktm Tech 3 Ktm Factory Racing +16.779
20 32 Lorenzo Savadori Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +38.775

Losail - GP Doha - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati