MotoGP | Test Qatar 2 Day 2: Vinales precede Morbidelli, Rossi è ottavo

Ottimo quarto tempo per Francesco Bagnaia, Aprilia tra i protagonisti con Aleix Espargarò

MotoGP | Test Qatar 2 Day 2: Vinales precede Morbidelli, Rossi è ottavoMotoGP | Test Qatar 2 Day 2: Vinales precede Morbidelli, Rossi è ottavo

MotoGP Test Qatar 2 Day 2 – Penultimo giorno di test IRTA per i piloti della classe MotoGP, che anche oggi sono scesi in pista in Qatar, al Losail International Circuit.

Ieri il più veloce era stato Jack Miller che con la sua Ducati Desmosedici del Team ufficiale aveva battuto il record della pista. Il rider australiano aveva preceduto le Yamaha Factory di Fabio Quartararo e Maverick Vinales.

Anche oggi novità in pista, su tutte il nuovo parafango anteriore della Yamaha, “schiacciato” per favorire l’aerodinamica, con tanto di forcella con coperture in carbonio.

La casa dei Tre Diapason ha messo a disposizione dei tre piloti ufficiali (Vinales, Quartararo e Rossi, ndr) sin dagli scorsi test un nuovo telaio (che si avvicina a quello 2019, ndr), già scelto dal pilota francese.

Novità anche in casa KTM. Il tester di lusso Dani Pedrosa ha fatto debuttare sia un nuovo forcellone che un codone della RC16 con scarico integrato.

Francesco Bagnaia come anticipato ieri ha continuato a comparare due diversi setting in ottica gara e insieme al suo team-mate Jack Miller ha fatto una simulazione di gara.

La sessione odierna ha visto protagonisti di cadute Jorge Martin (Ducati Pramac), Alex Marquez (Honda LCR) e Lorenzo Savadori (Aprilia). Il pilota spagnolo della Honda ha riportato una piccola frattura di 2 mm al quarto metacarpo del piede destro.

Alla fine della seconda giornata della seconda “tornata” di test, il più veloce è stato Maverick Vinales, che ha fatto segnare il best-lap con il crono di 1:53.244 (ieri Miller aveva girato in 1:53.183, ndr).

Il #12 della Yamaha ha preceduto i compagni di marca Franco Morbidelli e Fabio Quartararo. L’italo-brasiliano ha un distacco do soli 79 millesimi, mentre “El Diablo” è a 0.154s dal suo team-mate. Dominio della casa di Iwata, con tre moto nelle prime tre posizioni.

Ottimo quarto tempo per Francesco Bagnaia che in sella alla Ducati ufficiale ha avuto la meglio su Aleix Espargarò, con lo spagnolo dell’Aprilia che si conferma ancora tra i protagonisti assoluti. Il #41 è a meno di quattro decimi dalla vetta.

L’iridato 2020 Joan Mir ha portato la Suzuki in quinta posizione davanti al team-mate Alex Rins. In recupero Valentino Rossi, che già ieri aveva mostrato un passo diverso rispetto al test della settimana scorsa.

Il “Dottore” è ottavo a 0.749s da Vinales e ha fatto “debuttare” il nuovo parafango anteriore. Rossi che ha stabilito il best-lap personale in 1:53.993, è davanti alla Ducati del Team Pramac di Johann Zarco e alla Honda di Pol Espargarò, che chiude la Top Ten.

Jorge Martin (Ducati Pramac) è stato il miglior rookie di giornata ed ha preceduto l’altro debuttane Enea Bastianini (Ducati Avintia) e la miglior KTM, quella del sud-africano Brad Binder, sedicesimo.

Diciannovesimo tempo per Danilo Petrucci, secondo miglior pilota KTM. Il rider ternano è a 1.651s dalla vetta e precede il rookie del Team Ducati Sky VR46 Avintia, Luca Marini. Ventitreesimo tempo per l’Aprilia di Lorenzo Savadori.

Test MotoGP Qatar 2 – I tempi della seconda giornata

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati