MotoGP | Gp Portimao Gara: Valentino Rossi, “E’ finito un film, ma non quello della mia carriera”

Rossi ha aggiunto: "In Yamaha Factory la parte più importante della mia carriera"

MotoGP | Gp Portimao Gara: Valentino Rossi, “E’ finito un film, ma non quello della mia carriera”MotoGP | Gp Portimao Gara: Valentino Rossi, “E’ finito un film, ma non quello della mia carriera”

MotoGP Gp Portogallo Portimao Yamaha MotoGP Gara – Valentino Rossi ha chiuso oggi a Portimao la sua avventura con il Team Yamaha Factory, un’avventura iniziata nel 2004 e che ha portato molti successi al “Dottore” e alla casa di Iwata.

Insieme hanno vinto quattro mondiali, il primo nell’anno del passaggio di Rossi dalla Honda alla Yamaha, il 2004, con la prima strepitosa vittoria a Welkom in Sud Africa. L’ultima vittoria risale invece ad Assen 2017 e il prossimo anno ci proverà ancora, sempre con moto Factory ma del Team Petronas.

Oggi ha corso una gara in rimonta, dalla sesta fila (diciassettesimo tempo, ndr) al dodicesimo posto, subito dietro al team-mate Maverick Vinales e davanti a Cal Crutchlow e Fabio Quartararo. Ecco cosa ha detto Rossi intervistato da Sky Sport.

Dichiarazioni Valentino Rossi MotoGP Gp Portogallo Portimao Gara

“E’ stato un weekend difficile perchè abbiamo faticato da venerdì. Ho cercato di mettercela tutta perchè ci voleva una gara dignitosa per salutare tutti. Quindici anni insieme è stato un po’ come un film. C’è stato il primo e il secondo tempo e sono stati tutti intensi, ringrazio tutti. E’ stata la parte più importante della mia carriera e della mia vita. Ho corso per tanti Team ma questo è quello della mia vita. E’ stato bello salutare tutti, ci sono stati momenti brutti ma anche belli. Abbiamo vinto un sacco insieme. In gara sono partito dietro e male, e non avevo strada libera. Avevo un buon passo e abbiamo azzeccato la scelta delle gomme, ma qui è difficile passare. Avevamo un buon passo. Il film della mia carriera non è ancora finito, lì manca ancora tanto.”

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati