MotoGP | Gp Portimao Gara: Danilo Petrucci, “Grato a Ducati, con KTM anno cruciale”

Petrucci ha aggiunto: "Il prossimo sarà lascia o raddoppia"

MotoGP | Gp Portimao Gara: Danilo Petrucci, “Grato a Ducati, con KTM anno cruciale”MotoGP | Gp Portimao Gara: Danilo Petrucci, “Grato a Ducati, con KTM anno cruciale”

MotoGP Gp Portogallo Portimao Ducati Gara – Si è chiusa oggi a Portimao l’avventura di Danilo Petrucci con la Ducati. Una “storia” durata sei anni e che ha portato podi e vittorie (due ottenute con il Team ufficiale, Mugello 2019 e Le Mans 2020, ndr).

Anche oggi il rider ternano ha voluto ringraziare la Ducati per averlo fatto debuttare in MotoGP (Team Pramac) e successivamente nel Team ufficiale.

Il prossimo anno sarà in sella alla KTM del Team Tech 3. moto oggi vincente con Miguel Oliveira e che non vede l’ora di provare. Ecco cosa ha detto “Petrux”.

Dichiarazioni Danilo Petrucci ultima gara con Ducati MotoGP 2020 Gp Portogallo Portimao

“E’ molto difficile chiudere la mia avventura in Ducati fuori dai punti, con così tanti problemi e soffrendo tanto. E’ stato folle lottare con la moto. Non me lo aspettavo, avrei voluto essere più veloce ma non ho trovato il giusto feeling con la moto. Ci ho provato, ma quando cercavo di spingere sbagliavo. Speravo di finire meglio ma ho sofferto tanto. Sicuramento non ho mai trovato un buon feeling, ho sentito la moto solo a Barcellona e Le Mans, quando ero competitivo in ogni condizione, ma il problema è stato sempre in frenata. Qui abbiamo sofferto con il grip e non abbiamo mai trovato mai il giusto setting. La moto è cambiata un po’ dall’anno scorso, non ho mai trovato un buon feeling. Ho dato il massimo, a volte ha funzionato, altre invece no. Guardando indietro avrei potuto fare meglio ma ho fatto il massimo.”

Dichiarazioni Danilo Petrucci rimpianti MotoGP 2020 Gp Portogallo Portimao

“A posteriori ci sono tanti rimpianti, avrei potuto vincere prima, ad esempio nel 2016 ad Assen (era nel Team Pramac, ndr) quando ero in testa e interruppero la gara e poi si ruppe la moto. La gara dopo al Sachsenring sono caduto quando ero in testa, ma ho sempre dato il massimo. Sono soddisfatto, vincere in MotoGP è un sogno che avevo da bambino.”

Dichiarazioni Danilo Petrucci addio Ducati e nuova moto KTM MotoGP 2020 Gp Portogallo Portimao

“E’ una situazione strana, ma è tutto strano nel mondo adesso. Quando Gigi (Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse, ndr) mi ha chiamato per dirmi che non ero più nei loro programmi mi è dispiaciuto, perchè avevo fallito i miei propositi. Ma sono contento di essere finito in una squadra che inizialmente non era competitiva ma che adesso è veloce. Quindi sono contento che Gigi mi abbia licenziato ad inizio stagione e non dopo, così ho avuto l’opportunità di trovare un’altra squadra. Purtroppo la KTM ha perso le concessioni, quindi non ci sono test liberi. Proverò la moto a febbraio. Andrò in galleria del vento la prossima settimana, ed è un bene perchè quest’anno la top speed è stato un problema. Il prossimo con la KTM sarà un anno cruciale, perchè quando ho iniziato nel 2012 ero il più giovane in griglia, mentre il prossimo anno sarà il terzo più anziano. Il prossimo sarà lascia o raddoppia. Sono obbligato a fare bene. Ora mi allenerò con la moto da cross.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati