MotoGP | Gp Valencia 2: Andrea Iannone, “Questo è il mio mondo e la mia vita, voglio stare qui”

"Ringrazio tutti di cuore, adesso andiamo avanti" ha aggiunto il pilota di Vasto

MotoGP | Gp Valencia 2: Andrea Iannone, “Questo è il mio mondo e la mia vita, voglio stare qui”MotoGP | Gp Valencia 2: Andrea Iannone, “Questo è il mio mondo e la mia vita, voglio stare qui”

MotoGP Gp Valencia – Nel corso del Weekend del Gran Premio di Valencia, Andrea Iannone è tornato nel box del Motomondiale dopo la sentenza del TAS che ha inasprito la squalifica per Doping portandola a 4 anni.

Per il pilota abruzzese è stata un occasione per salutare il suo ormai ex-team Aprilia e per ringraziare tutti quelli che gli sono stati vicini nel corso dell’ultimo anno. Intervistato da Sky Sport MotoGP, l’abruzzese ha anche ammesso che non ha intenzione di lasciare il paddock e che presto lo rivedremo, non si sa ancora in che veste, ma ci sarà.

Dichiarazioni Andrea Iannone Gp Valencia Condanna Doping

“Non è il momento di parlare della sentenza adesso perché perché preferisco non pensarci. E’ una cosa che mi porto dietro ormai da un anno. E’ una situazione difficile da digerire. Sono venuto qui per ringraziare tutta la famiglia della MotoGP che mi è stata vicina per tutto il periodo travagliato e per dare un ultimo saluto ai membri del team Aprilia Racing. Rivola è stata una persona straordinaria come tutto il team Piaggio Aprilia che mi hanno supportato in maniera incredibile. Anche tutti i fan a casa sono stati fantastici. Non dimenticherò mai tutto questo, nel bene e nel male. Sicuramente per il momento mi sento ancora un pilota di MotoGP, devo ancora digerire tutto questo. Non ho mai fatto altro nella vita. Non so cosa succederà, magari mi si apriranno altre strade, ho ricevuto tante proposte interessanti per fare cose diverse che non ho accettato. Questo è il mio mondo e la mia vita, voglio stare qui, in che modo e in che veste lo scopriremo. Dobbiamo continuare a lottare per il nostro sport, perché quanto accaduto non è una cosa che possiamo digerire. Ovviamente non sono uno che sta casa senza far niente, sicuramente accetterò di dare un aiuto alle persone nel mondo del motomondiale, ho conoscenze che possono essere utili e cercherò di fare il possibile. Ringrazio tutti di cuore, adesso andiamo avanti e cerchiamo di fare tante cose belle, non dobbiamo darci per sconfitti.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati