MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: il pilota Aprilia squalificato per 4 anni dal Tas di Losanna

Respinto il ricorso del pilota dell'Aprilia, potrà tornare in sella solo a fine 2023

MotoGP | Caso doping Andrea Iannone: il pilota Aprilia squalificato per 4 anni dal Tas di LosannaMotoGP | Caso doping Andrea Iannone: il pilota Aprilia squalificato per 4 anni dal Tas di Losanna

Motomondiale MotoGP Iannone Aprilia – E’ arrivata la sentenza del TAS di Losanna sulla vicenda doping di Andrea Iannone.

Il pilota dell’Aprilia è stato squalificato per 4 anni a partire dal 17 dicembre 2019. Una sentenza che rischia seriamente di mettere fine alla carriera del pilota abruzzese.

Ricordiamo che il pilota dell’Aprilia era stato sospeso per 18 mesi dopo essere stato trovato positivo al drostanolone dopo un controllo antidoping effettuato nel Gran Premio di Malesia del 2019.

Il Tas così come riporta Sky Sport ha aggiunto che tutti i risultati ottenuti da Iannone a partire dal 1° novembre 2019 sono da considerarsi non validi, con tutte le conseguenze che ne derivano, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi.

Il 15 ottobre 2020 Iannone si era presentato davanti al Tas di Losanna per presentare appello contro la sospensione iniziale di 18 mesi. Il Cas (Court of Arbitration for Sport) ha respinto questo ricorso pilota ed ha accolto la richiesta dell’Agenzia mondiale antidoping (la Wada) di inasprire la pena a 4 anni. Una “mazzata” tremenda per “The Maniac”, che come detto potrà tornare in sella solo a fine 2023, quando avrà 34 anni.

Futuro Aprilia? Dovizioso, Crutchlow, Lorenzo?

Adesso l’Aprilia che aveva sempre difeso Iannone e che era sempre stata dalla sua parte si ritrova senza pilota. Dovrà decidere in fretta e in gioco ci sono Andrea Dovizioso, che da poco ha fatto sapere che non gli interessa fare il tester, Cal Crutchlow (che però dovrebbe andare in Yamaha a fare il tester, ndr) e l’ipotesi suggestiva di Jorge Lorenzo, che però nell’ultima uscita come tester Yamaha fatta a Portimao è andato molto piano e che quindi rappresenta un rischio. Si attendono a breve notizie dalla casa veneta.

Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati