MotoGP | Coronavirus: Gp di Portimao a rischio

Il Portogallo dal 4 novembre entrerà in un parziale lockdown

MotoGP | Coronavirus: Gp di Portimao a rischioMotoGP | Coronavirus: Gp di Portimao a rischio

MotoGP – Il travagliato Motomondiale 2020 si avvia verso i titoli di coda, ma l’emergenza Covid-19 potrebbe anticipare la conclusione.

Mancano solo tre gare alla chiusura del campionato, due a Valencia e una, l’ultima, sul tracciato di Portimao, in Portogallo, in programma il prossimo 22 novembre. Proprio quest’ultima gara potrebbe essere quella a rischio annullamento. Dal 4/11, infatti, sul territorio portoghese tornerà il lockdown, in forma parziale, ma che potrebbe essere esteso in caso di aumento dei contagi. Il premier di Lisbona Antonio Costa ha annunciato: “E’ arrivato il momento in cui è necessario prendere misure più restrittive per avere il controllo su questa pandemia. E’un dovere civico di confinamento domiciliare”. Il lockdown, che riguarda il 70% della popolazione, al momento prevede la chiusura mirata di singoli comuni, ma ulteriori restringimenti verranno decisi ogni due settimane. Su tutto il territorio nazionale poi sarà obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto.

Per il momento la Dorna non ha emesso comunicati a riguardo. Sicuramento l’evento si svolgerà a porte chiuse, al contrario di quanto avvenuto per la Formula 1 qualche settimana fa, quando sulle tribune erano presenti 7.500 persone. La situazione è in continuo monitoraggio, ma vedendo l’andamento della pandemia in Europa, l’ipotesi di un annullamento è sempre presente. Il campionato potrebbe quindi decidersi nelle due tappe di Valencia in programma l’8 e il 15 novembre.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati