MotoGP | Gp Aragon Gara: Alex Marquez, “Ho spinto fino alla fine, volevo vincere”[VIDEO]

"Non so se con Marc in pista sarei migliorato prima" ha aggiunto il rookie del team Honda Repsol

MotoGP | Gp Aragon Gara: Alex Marquez, “Ho spinto fino alla fine, volevo vincere”[VIDEO]MotoGP | Gp Aragon Gara: Alex Marquez, “Ho spinto fino alla fine, volevo vincere”[VIDEO]

MotoGP Gp Motorland Aragon Honda Repsol MotoGP Gara – Alex Marquez ha chiuso il Gran Premio di Aragon, decima tappa del Motomondiale 2020, in seconda posizione.

Il pilota del team Honda Repsol, partito dalle retrovie, ha recuperato posizioni giro dopo giro. Nel finale è riuscito ad arrivare in scia di Rins, ma una quasi caduta l’ha costretto ad alzare bandiera bianca e accontentarsi della seconda posizione.

Dichiarazioni Alex Marquez GP Aragon MotoGP Gara

“Speravo di riuscire a conquistare qualche podio sull’asciutto, era l’obiettivo a inizio stagione. Oggi mi sono divertito tanto. Ho spinto fino alla fine perché già avevo il podio di Le Mans e quindi volevo vincere. Ho fatto un errore alla fine, ma alla fine sono molto contento della gara, mi sono divertito e questo era importante. Al test di Misano abbiamo fatto uno step importante, abbiamo trovato un set up buono e siamo migliorati. Sia io che Nakagami siamo migliorati, abbiamo capito come guidarla. Per andare veloce bisogna essere un pilota completo in tutti i settori. E’ per questo che Marc fa tanti errori nelle libere, perché cerca sempre il limite. Io al mio primo anno sono molto contento di essere sul podio con questa moto, perché è difficile da guidare ma ha il potenziale per fare bene. Non sappiamo come andrà a Valencia, qui sapevamo che andava bene per il mio stile di guida e per la Honda. Oggi credo che alla fine avessi più gomma alla fine. Michelin mi aveva detto che ero uno dei migliori nella gestione della gomma. Spero di fare un buon risultato la prossima settimana e poi penseremo a Valencia. Non so se con Marc in pista sarei migliorato prima. Per Honda il lavoro con Marc sarebbe stato più facile, perché lui la conosce molto bene la moto e sa dove bisogna migliorare. Con Marc sarebbe stato un po’ più facile perché avrei avuto un punto di riferimento, ma non so.”


Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati