MotoGP | Gp Aragon: Valentino Rossi, “Adesso mi sento meglio, ma sono ancora debole”[VIDEO]

"Domenica da dimenticare dopo Moto2 e Moto3" ha aggiunto il pesarese

MotoGP | Gp Aragon: Valentino Rossi, “Adesso mi sento meglio, ma sono ancora debole”[VIDEO]MotoGP | Gp Aragon: Valentino Rossi, “Adesso mi sento meglio, ma sono ancora debole”[VIDEO]

MotoGP Gp Aragon Gara – Valentino Rossi, assente al Gran Premio di Aragon a seguito della positività al Covid-19, è stato raggiunto al telefono da Sky Sport MotoGP per una lunga chiacchierata.

Il Dottore ha parlato delle sue condizioni e ha analizzato insieme a Guido Meda e Mauro Sanchini i valori in campo. Ricordiamo che il pesarese salterà anche il prossimo Gp, qui la news.

Dichiarazioni Valentino Rossi Gp Aragon

“Sono rimasto immobile dopo la caduta di Bezzecchi, non me lo aspettavo proprio, pensavo che vincesse, visto la gara che stava facendo, ci sono rimasto male, poi anche Maro (Luca Marini ndr.). Prima ancora Vietti con la scelta sbagliata delle gomme in Moto3, non è una domenica memorabile. Non avevo dato peso all’isolamento, pensavo che fosse come nel lock down, con la vita dentro casa normale, invece qui sto sempre da solo senza vedere nessuno. Non vedo nessuno ed è abbastanza noioso. Adesso sto bene, sono un po’ debole e non ho più la febbre. Sono stato male un giorno e mezzo, adesso mi sento meglio. Questa cosa arriva in un momento difficile, dopo tre zeri. E’ triste vedere le gare da casa. Questo weekend sicuramente non sarei riuscito a guidare perché sono molto debole, ma la settimana prossima sarà ancora più dura e mi sentirò meglio quindi sarà dura da accettare. Vedere le Yamaha che vanno forti è come girare il coltello nella piaga. Stavo andando forte ultimamente nelle prove e vedere che qui sono competitive è ancora più dura da casa. Secondo me oggi è da media all’anteriore e morbida dietro. Bisogna rischiare, ma hai più supporto in frenata. La soft dietro invece ha più performance. Bisogna sempre fare i conti con le Suzuki in gara. In prova fanno fatica, invece in gara ci sono. Mir sta facendo paura e penso possa essere competitivo nella seconda parte di gara. La Ducati è più difficile da capire, soprattutto per le gomme. Dovi se fosse partito più avanti avrebbe potuto sfruttare più le gomme nella seconda parte, ma è difficile fare un pronostico, Aragon è una pista impegnativa. La Honda è molto migliorata e tutti i piloti stanno avendo meno problemi. In accelerazione non si muove mai e questo aiuta su questa pista. Sono riusciti a migliorare l’anteriore e secondo me sono pericolosi per la gara.”


Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati